FLC CGIL
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

http://www.flcgil.it/@3963895
Home » Università » AFAM » AFAM: pubblicato l’avviso per il conferimento delle supplenze dalle graduatorie nazionali dei docenti

AFAM: pubblicato l’avviso per il conferimento delle supplenze dalle graduatorie nazionali dei docenti

Le nomine saranno effettuate anche sui posti oggetto di ampliamento dell’organico.

05/01/2022
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Il Ministero dell’Università e della Ricerca con l’avviso 141 del 5 gennaio 2022 informa i candidati inseriti nelle graduatorie 128/13, 205/17 e 205-bis (legge 12/20) che, accedendo al proprio sito riservato dalle ore 15.00 di lunedì 24 gennaio 2022 fino alle ore 15.00 di mercoledì 26 gennaio 2022, è possibile verificare l’eventuale conferimento dell’incarico a tempo determinato, con la relativa sede assegnata.

L’accettazione o la rinuncia deve essere inserita entro le ore 15.00 di giovedì 27 gennaio 2022.

Questi i link per accedere ai siti riservati:

Gli incarichi saranno conferiti anche sui posti oggetto di ampliamento dell’organico ai sensi del D.M. 1226/2021, come deliberati dalle istituzioni AFAM e comunicati al Ministero e che sono attualmente in fase di elaborazione. A tal fine l’avviso ricorda che si terrà conto delle preferenze espresse in base all’avviso sulla di scelta delle sedi (nota 13050/21) il quale specificava che, ai fini degli incarichi a tempo determinato, la scelta doveva essere effettuata facendo riferimento a tutte le istituzioni statali.

Tutti i docenti individuati devono contattare l’istituzione di assegnazione prima dell’assunzione in servizio, che dovrà avvenire entro 48 ore dall’accettazione, escludendo la domenica. La mancata assunzione in servizio equivale a rinuncia.

Conclusa la procedura di prima assegnazione della sede e acquisite le accettazioni e rinunce, il ministero procederà, d’ufficio, ad ottimizzare l’assegnazione stessa, sempre sulla base della posizione occupata nella graduatoria e secondo le preferenze espresse nella scelta delle sedi. Per l’ottimizzazione è comunque necessario aver inserito l’accettazione dell’incarico.

La mancata accettazione della sede a seguito di ottimizzazione comporta la decadenza anche dalla precedente assegnazione.