FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3951000
Home » Università » AFAM » AFAM: le indicazioni per l’accreditamento e le modifiche dei corsi di diploma accademico di primo e secondo livello a.a. 2019/2020

AFAM: le indicazioni per l’accreditamento e le modifiche dei corsi di diploma accademico di primo e secondo livello a.a. 2019/2020

Le istituzioni possono presentare le proposte entro il 10 maggio 2019.

12/04/2019
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

La Direzione generale per lo studente, lo sviluppo e l’internazionalizzazione della formazione superiore con nota 10517 del 25 marzo 2019 ha fornito indicazione operative alle istituzioni del settore afam relative alla richiesta di nuova attivazione e/o modifica di corsi accademici di primo livello e di nuova attivazione di corsi accademici di secondo livello.

Le richieste devono essere presentate entro il 10 maggio 2019 su un’apposita piattaforma informatica (https://afam.cineca.it/universitaly) utilizzando le credenziali di accesso personalizzate fornite dal CINECA.

Per l’attivazione di nuovi corsi di primo livello le istituzioni dovranno caricare/inviare documenti in formato pdf in copia conforme all’originale e debitamente firmati sia per la parte relativa ai piani di studio sia i seguenti ulteriori documenti

  1. delibera del Consiglio accademico, delibera del Consiglio di amministrazione
  2. attestazione circa l’assenza di oneri aggiuntivi a carico del bilancio dello Stato.

Le istituzioni sono invitate a

  • a presentare tutte le richieste con un’unica/cumulativa istanza;
  • ad utilizzare “esclusivamente” i format allegati;
  • ad inviare, con posta certificata, all’indirizzo dgsinfs@postacert.istruzione.it, esclusivamente “le note/istanze di richiesta cumulative” e non la restante documentazione;
  • ad inserire le istanze e la restante documentazione nell’apposita piattaforma informatica;
  • ad indicare nell’oggetto, all’atto dell’invio della pec, la lettera A per contrassegnare l’istanza stessa.

Per la modifica dei corsi di primo livello già autorizzati, le istituzioni oltre a caricare/inviare la parte relativa ai piani di studio, dovranno inviare i seguenti ulteriori documenti

  1. delibera del Consiglio accademico che indichi analiticamente ciascuna modifica richiesta e la motivazione della stessa;
  2. delibera del Consiglio di amministrazione;
  3. attestazione circa l’assenza di oneri aggiuntivi a carico del bilancio dello Stato.

Le istituzioni sono invitate a

  • a presentare tutte le richieste con un’unica/cumulativa istanza
  • ad utilizzare “esclusivamente” i format allegati
  • ad inviare, con posta certificata, all’indirizzo dgsinfs@postacert.istruzione.it, esclusivamente “le note/istanze di richiesta cumulative” e non la restante documentazione
  • ad inserire le istanze e la restante documentazione nell’apposita piattaforma informatica
  • ad indicare nell’oggetto, all’atto dell’invio della pec, la lettera B per contrassegnare l’istanza stessa.

Anche le istituzioni accreditate e autorizzate a rilasciare titoli di Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (art.11 DPR 8.7.2005, n. 212) possono presentare le richieste di nuova attivazione o modifica di percorsi di I livello devono seguire le indicazioni previste dalla nota dipartimentale n. 8093 del 20 giugno 2016.

Il MIUR ricorda che nuovi corsi potranno essere autorizzati solo al termine del terzo anno di attività degli stessi e successivamente alla valutazione positiva da parte dell’ANVUR.

Per l’attivazione di nuovi corsi di diploma accademico di II livello le istituzioni oltre a caricare/inviare la parte relativa ai piani di studio, dovranno inviare i seguenti ulteriori documenti

  1. delibera del Consiglio accademico;
  2. delibera del Consiglio di amministrazione;
  3. attestazione circa l’assenza di oneri aggiuntivi a carico del bilancio dello Stato;
  4. compilazione della sezione relativa alla valutazione ANVUR.

L’attivazione di un nuovo corso di diploma di secondo livello potrà essere proposto dalle Istituzioni come prosecuzione degli studi di trienni già formalmente autorizzati presso la stessa Istituzione.

Le Istituzioni che avevano già presentato richiesta di accreditamento di bienni con decorrenza 2018/2019 e che non hanno ottenuto il decreto di autorizzazione per mancanza di un anno di attivazione del triennio di riferimento, non dovranno ripresentare le domande di accreditamento. L’Amministrazione predisporrà sulla base della documentazione già presentata e in presenza di tutti gli altri requisiti, i decreti relativi con decorrenza dall’a.a. 2019/2020.

Allegati alla nota vi sono

  1. Format da utilizzare per richieste di attivazione e modifica corsi primo livello.
  2. Linee guida per la compilazione dei percorsi triennali ordinamentali.
  3. Indicazioni operative per la presentazione di proposte di autorizzazione di nuove istituzioni non statali AFAM e di corsi di nuova istituzione, ai sensi della art. 11 del D.P.R. 8 luglio 2005, n. 212  (nota n. 8093 del 20 giugno 2016).
  4. Linee guida per accreditamento dei nuovi corsi di diploma accademico secondo livello biennali AFAM.

Servizi e comunicazioni

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
I bandi in Gazzetta Ufficiale
Articolo 33, la nostra rivista mensile
Articolo 33, la nostra rivista mensile
Iscriviti alle nostre mailing list

Partecipa al gruppo di discussione dell'AFAM, invia una email a oltrela508+subscribe@flcgil.it

Partecipa al gruppo di discussione dei Lettori e CEL, invia una email a lettori+subscribe@flcgil.it

Seguici su facebook