FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3941963
Home » Università » AFAM » AFAM: istituiti nuovi settori artistico disciplinari nei Conservatori e ridefiniti quelli dell’ambito coreutico

AFAM: istituiti nuovi settori artistico disciplinari nei Conservatori e ridefiniti quelli dell’ambito coreutico

Emanati due decreti ministeriali.

23/08/2017
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Con due distinti decreti il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca è intervenuto sia sui settori artistico disciplinari che sugli ordinamenti degli Istituti Superiori di Studi Musicali e dell’Accademia Nazionale di Danza.

Con il Decreto Ministeriale 611 del 9 agosto 2017 è istituita la nuova area denominata “Discipline interpretative del pop rock, delle musiche improvvisate e audiotattili”. Nell’allegato A sono individuati i seguenti nuovi settori artistico disciplinari

  • COMP/01 “Basso elettrico Pop Rock”
  • COMP/02 “Chitarra Pop Rock”
  • COMP/03 “Pianoforte e tastiere elettroniche Pop Rock”
  • COMP/4 “Batteria e percussioni Pop Rock”
  • COMP/5 “Canto Pop Rock” 

Per ciascun nuovo settore sono indicate le relative declaratorie e i campi disciplinari.

Tali settori integrano il decreto ministeriale 3 luglio 2009, n. 90, successivamente modificato dal decreto ministeriale 20 febbraio 2013, n. 119, con il quale sono stati definiti i settori artistico – disciplinari, con le relative declaratorie e campi disciplinari di competenza dei Conservatori di musica.

Conseguentemente nell’allegato B viene istituito un nuovo corso di Diploma Accademico di I livello denominato: DPCL 67 – Corso di Diploma Accademico di I livello in popular music – Indirizzo Compositivo-Strumento-Canto Pop Rock. Tale percorso si aggiunge a quelli previsti dal decreto ministeriale 30 settembre 2009, n.124 (modificato dal decreto ministeriale 20 febbraio 2013, n. 120), che definisce gli ordinamenti didattici dei corsi di studio per il conseguimento del diploma accademico di primo livello nei Conservatori di Musica.

Con Decreto Ministeriale 10 agosto 2017 n. 615 sono stati ridefiniti i settori artistico disciplinari relativi all’Accademia Nazionale di Danza. In particolare

  • il settore ADES/02 “Fisiotecnica della danza” è ora denominato ADES/02 “Fisiotecnica della danza” e “Acrobatica della danza” nel quale confluiscono le classi di concorso del vecchio ordinamento N100 Fisiotecnica e N330 Acrobatica
  • nel settore ADTM/01 “Pratica musicale in ambito coreutico” confluiscono le classi di concorso del vecchio ordinamento N140 Pianista Accompagnatore e N290 Percussionista accompagnatore.

L’intervento normativo si è reso necessario per consentire

  • il reclutamento dei docenti di “acrobatica” e “accompagnamento con percussioni”, per le quali discipline continuano ad essere formulate specifiche graduatorie di istituto
  • l’esatta individuazione dei docenti per il conferimento del relativo incarico di insegnamento, da nominare in relazione e coerenza con le specificità delle attività didattiche.

Conseguentemente la Tabella B del decreto ministeriale 3 febbraio 2010, n. 16 (successivamente modificata con il decreto ministeriale 25 giugno 2010, n. 109), con cui vengono definiti gli ordinamenti didattici dei corsi di studio per il conseguimento del diploma accademico di primo livello dell’Accademia nazionale di danza di Roma, è integrata secondo quanto previsto dal DM 615/17.

Commento

Al di là degli specifici contenuti dei due decreti, si conferma la scelta del MIUR di continuare a intervenire sugli assetti didattici e ordinamentali dell’AFAM in assenza dell’organo di rappresentanza del settore che la Legge 508/99 individuava nel Consiglio nazionale per l'alta formazione artistica e musicale (CNAM). Come è noto la situazione è la seguente

  • il CNAM è scaduto il 15 febbraio 2013;
  • il comma 27 della Legge 107/15 ha stabilito che nelle more della ridefinizione delle procedure per la rielezione del CNAM, gli atti e i provvedimenti adottati dal MIUR, in mancanza del parere del medesimo Consiglio, nei casi esplicitamente previsti dalla legge n. 508/99, sono perfetti ed efficaci;
  • il MIUR con decreti dipartimentali n. 2326 del 19 ottobre 2015 e n. 2454 del 2 novembre 2015 ha istituito una Commissione che, nelle more della ridefinizione delle procedure per la rielezione del CNAM, svolge le valutazioni tecniche relative agli ordinamenti didattici dei corsi Afam.

Nell’anno 2016 tale commissione ha esaminato ed istruito le pratiche di accreditamento di corsi accademici di primo livello relative a 1.764 piani di studio. Nelle scorse settimane la medesima commissione ha fornito la propria “valutazione tecnica” sul Decreto Ministeriale 616/17 con il quale sono definiti i settori scientifico disciplinari nei quali è necessario acquisire i 24 Crediti universitari e/o accademici nei settori antropo-psico-pedagogici e nelle metodologie didattiche, previsti dal Decreto legislativo 59/17 per la partecipazione ai futuri concorsi per la scuola secondaria.

Ricordiamo inoltre che

  • è stato smaltito l’arretrato relativo all’emanazione dei decreti di equiparazione e di riconoscimento dei titoli accademici esteri, rimasti paralizzati proprio a causa dell’assenza del CNAM
  • è in itinere il completamento dell’esame delle richieste di approvazione e modifica dei regolamenti didattici di tutte le Istituzioni

Come FLC CGIL, riteniamo non più accettabile che un settore che sta una vivendo da troppi anni una transizione senza fine continui ad operare senza un proprio organismo consultivo, di proposta e di rappresentanza professionale. Chiediamo pertanto al MIUR di porre termine a questa situazione, mettendo in campo tutte le azioni necessarie per la rielezione del CNAM. In assenza, percorreremo tutte le strade possibili per giungere a tale obiettivo.

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, la nostra rivista mensile
Articolo 33, la nostra rivista mensile
Verso il rinnovo del contratto
Verso il rinnovo del contratto
I bandi in Gazzetta Ufficiale
Iscriviti alle nostre mailing list

Partecipa al gruppo di discussione dell'AFAM, invia una email a oltrela508+subscribe@flcgil.it

Partecipa al gruppo di discussione dei Lettori e CEL, invia una email a lettori+subscribe@flcgil.it

Seguici su facebook