FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3951346
Home » Università » AFAM » AFAM: approvate ulteriori modifiche dei settori artistico disciplinari e degli ordinamenti di alcuni corsi di I livello dei Conservatori

AFAM: approvate ulteriori modifiche dei settori artistico disciplinari e degli ordinamenti di alcuni corsi di I livello dei Conservatori

Istituiti due nuovi settori artistico disciplinari (e relativi diplomi accademici) e modificati altri sei.

16/05/2019
Decrease text size Increase  text size

Con Decreto Ministeriale 207 del 12 marzo 2019 sono state apportate modifiche e integrazioni all’Ordinamento didattico DCPL/66 “Organo e musica liturgica” e al settore artistico disciplinare CODI/20 “Pratica organistica e canto gregoriano”.

In particolare le modifiche del settore artistico CODI/20 (Tabella A) riguardano

  • le declaratorie, con l’inserimento
    • delle prassi esecutive dell’accompagnamento liturgico, del basso continuo e dell’improvvisazione organistica
    • della letteratura organistica con particolare riferimento al canto liturgico
  • i campi disciplinari, con l’inserimento
    • della pratica del basso continuo all’organo per la musica liturgica
    • dei trattati e metodi
    • dell’Innodia
    • della legislazione della musica sacra.

La tabella A modifica il DM 90/09 con il quale sono stati definiti i settori artistico disciplinari, con relative declaratorie e campi disciplinari di competenza dei Conservatori e degli Istituti musicali pareggiati.

Le modifiche dell’Ordinamento didattico del DCPL/66 “Organo e musica liturgica” (Tabella B) riguardano

  • l’inserimento del settore artistico disciplinare CODI/20 tra le attività formative caratterizzanti
  • la modifiche del numero di crediti formativi relativi alle attività formative caratterizzanti che passano da 68/72 a 68/76.

La tabella B sostituisce la corrispondente tabella allegata al DM 120/13.

Con Decreto Ministeriale 208 del 12 marzo 2019  è stato istituto un nuovo settore artistico disciplinare denominato COMJ/14 Flauto Jazz nell’ambito dell’area delle “discipline interpretative del Jazz, delle musiche improvvisate ed audiotattili”. Nella tabella A sono definiti le declaratorie e i campi disciplinari. Tale tabella integra il DM 90/09 con il quale sono stati definiti i settori artistico disciplinari, con relative declaratorie e campi disciplinari di competenza dei Conservatori e degli Istituti musicali pareggiati.

Conseguentemente viene istituito un nuovo corso di diploma accademico di primo livello in Flauto Jazz (codice DCPL/27/A) nell’ambito Dipartimento di nuove tecnologie e linguaggi musicali – Scuola di Jazz (Tabella B). Tale tabella B integra il DM 124/09.

Con Decreto Ministeriale 709 dell’8 novembre 2018 viene istituito il campo disciplinare denominato “Tecniche di costruzione e rifinitura dell’ancia doppia” nell’ambito dei seguenti settori artistico disciplinari: CODI/12 “Fagotto”, CODI/14 “Oboe”, COMA/09 “Fagotto barocco e classico”, COMA/11 “Oboe barocco e classico” (Tabella A). La tabella A modifica il DM 90/09 con il quale sono stati definiti i settori artistico disciplinari, con relative declaratorie e campi disciplinari di competenza dei Conservatori e degli Istituti musicali pareggiati.

Con Decreto Ministeriale 429 del 23 maggio 2018 è istituito un nuovo settore artistico disciplinare denominato COMA/17 “pianoforte storico” nell’area delle “discipline interpretative della musica antica”. Nella Tabella A sono definiti declaratorie e campi disciplinari. Tale tabella integra il DM 90/09 con il quale sono stati definiti i settori artistico disciplinari, con relative declaratorie e campi disciplinari di competenza dei Conservatori e degli Istituti musicali pareggiati.

Conseguentemente viene istituito un nuovo corso di diploma accademico di primo livello in Pianoforte storico (codice DCPL 14/A) nell’ambito Dipartimento di strumenti a tastiera e percussioni – Scuola di Clavicembalo (Tabella B). Tale tabella B integra il DM 124/09.

Il citato DM 429/18 prevede una integrazione della declaratoria relativa al settore COMJ/13Musiche tradizionali” nell’area delle “Discipline interpretative del pop rock, delle musiche improvvisate e audiotattili”. Tale modifica stabilisce che “Il settore concerne lo studio delle culture musicali anche extraeuropee”.