FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti
http://www.flcgil.it/@3846657
Home » Università » AFAM: ancora sul DPR programmazione, sviluppo e reclutamento

AFAM: ancora sul DPR programmazione, sviluppo e reclutamento

La FLC conferma la posizione critica e chiede la riscrittura del testo presentato.

31/03/2008
Decrease text size Increase  text size

In una lettera inviata il 27 marzo u.s. al Sottosegretario del MIUR, on. le Nando Dalla Chiesa e al Direttore Generale del MIUR, la FLC relativamente al DPR su programmazione, sviluppo e reclutamento, conferma la posizione critica e chiede la riscrittura del testo presentato.

Roma, 31 marzo 2008
__________________

Al Sottosegretario MIUR
On. le Nando Dalla Chiesa

Al Direttore Generale MIUR
Dott. Giorgio Bruno Civello

Piazzale Kennedy, 20
Roma

Oggetto: osservazioni al DPR su programmazione, sviluppo e reclutamento.

La posizione della FLC, già più volte espressa in occasione degli incontri avuti con il Sottosegretario e con il Direttore Generale e con la lettera inviata al Ministro il 22 febbraio u.s. a firma del Segretario generale, è di forte critica al testo nel suo complesso, e precisamente:

Titolo I – Programmazione, riequilibrio e sviluppo del sistema

  • manca l’idea di autonomia così com’è avvenuto già a suo tempo per l’Università;

  • poiché la legge di riforma 508 è una cornice, il DPR deve delineare il non attuato, deve affrontare tutte le materie di cui all’art. 2 commi 7 e 8;

  • tra gli obiettivi, quello prioritario è di rafforzare, sostenere l’esistente, con assoluta caratterizzazione del ruolo pubblico e dal testo presentato ciò non emerge in quanto non compiutamente delineato il “disegno”. Questo non è secondario allo sviluppo o meno del sistema;

  • l’essenzialità della strutturazione della ricerca nei campi propri dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica deve essere messa in “evidenza” quale condizione per il futuro non solo del sistema stesso ma anche per l’importanza che riveste nello sviluppo culturale e dei linguaggi artistici;

  • vanno indicati parametri e criteri per l’eventuale accreditamento di soggetti, anche di quelli oggi già presenti nel settore dell’AFAM e, per quelle istituzioni finanziate da soggetti pubblici, vanno indicate le modalità per la statalizzazione;

  • va precisato che le “Fondazioni” sono enti strumentali e il personale che in esse vi opera ha i riferimenti contrattuali nell’ambito del comparto dell’AFAM.

Titolo II – Reclutamento del personale del sistema

La FLC ritiene che, per dare seguito allo spirito della legge, al dettato costituzionale e a quanto già affermato anche dal Consiglio di Stato, il sistema di reclutamento deve essere del tutto analogo a quello universitario.
Il DPR in questione ha la competenza di definire il sistema di reclutamento del personale a riforma compiuta mentre tutta la questione aperta sul personale precario in servizio, va risolta, in esecuzione delle norme vigenti (ved. Legge Finanziaria) con decretazione specifica.
Infine, si condivide il parere espresso dal CNAM che, ancorché tardivo, esplicita chiaramente l’esigenza di una riscrittura completa del testo.

Roma, 27 marzo 2008