FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3915571
Home » Scuola » Tavolo tecnico sulle semplificazioni: si entra nella fase delle soluzioni operative

Tavolo tecnico sulle semplificazioni: si entra nella fase delle soluzioni operative

Il nuovo Direttore offre la disponibilità ad individuare soluzioni di semplificazione e di riduzione delle molestie burocratiche denunciate dalla FLC CGIL e dalle altre Organizzazioni sindacali

11/09/2014
Decrease text size Increase  text size

Come da impegno già preso nell’ultima seduta del tavolo tecnico tenutosi il 30 luglio 2014, oggi 11 settembre, si è svolto l’incontro presso il MIUR tra le Organizzazioni Sindacali e i rappresentanti dell’Amministrazione, al fine di affrontare in termini di proposte operative tutte le questioni che sono state esaminate nel corso di un confronto, ormai lungo un anno, sulle semplificazioni amministrative e i rapporti fra Scuole e Amministrazione centrale.

Ricordiamo che il Tavolo sulle semplificazioni scaturì da una nostra iniziativa, nell’ottobre del 2013 (proclamazione dello stato di agitazione e successiva conciliazione sulla formazione di tre tavoli tecnici: sulla gestione amministrativa delle questioni retributive del personale, sull’organico ATA e, appunto, sulle semplificazioni).

Il nuovo Direttore generale, Iacopo Greco, presentato dal Capo Dipartimento, Dott.ssa Sabrina Bono, e accompagnato dal Dott. Rocco Pinneri, ha aperto la seduta dichiarando di considerare fondamentale il rapporto con il Sindacato e impegnandosi ad avere un rapporto costante su tutti i temi di interesse generale per la vita delle scuole.

Coerentemente, egli ha passato in rassegna tutti gli argomenti, avanzati via via nel corso degli incontri dalla nostra organizzazione e dagli altri Sindacati scuola, che per memoria riportiamo:

  • liquidazione diretta delle supplenze da parte del MEF
  • DURC (Documento unico di regolarità contributiva): costruzione su SIDI di un warehouse
  • progetto help desk ( linea permanete e diretta fra MIUR e scuole)
  • mercato MEPA (varo dei provvedimenti alla firma del Ministro e fermi da un anno)
  • Servizi assicurativi (sostegno alle scuole lasciate sole in queste operazioni)
  • convenzione di cassa: accordo ABI – Convenzione Consip (modalità uniformi di interlocuzione con le banche)
  • fatture elettroniche (fonte di disfunzioni laddove gli interlocutori non intendano dotarsi delle strutture adeguate)
  • quinquennale ricognizione dei beni e decennale rinnovo inventari con rivalutazione di beni (vademecum permanente)
  • gestioni speciali degli istituti agrari e con reparti di lavorazione (vademecum permanente)
  • rilevazione dati monitoraggio: riduzioni degli stessi e restituzione e collegamento fra reti pubbliche
  • multe pagamento oneri riflessi non versati per mancanza di fondi per pagare le supplenze negli anni dal 2004 al 20008 (accordo di sanatoria da trovare cl MEF)
  • regolamento di contabilità (sua indifferibile revisione)
  • formazione del personale (ripristinare corrette relazioni sindacali su tale tematica)
  • aumento fondo di funzionamento: aggiornamento  DM 21/2007
  • informativa su finanziamenti: 440, DL 104 (ogni provvedimento che ha ricadute salariali deve vedere un momento di informativa.La cosa molte volte non avviene)
  • residui attivi (i residui attivi cumulati dalle scuole per aver esse fatto fronte con fondi non dedicati - contributo famiglie, FIS - alle supplenze e agli esami di stato, devono essere riconosciuti e quantificati e restituiti)
  • costituzione di un gruppo di lavoro di esperti, a livello centrale, che esaminino i provvedimenti che riguardano la scuola al fine di armonizzare i tempi della scuola e i tempi dell’amministrazione.

Su ognuno di questi argomenti, passati rapidamente in rassegna, il Direttore generale, che ora assomma insieme le competenze sia del bilancio sia delle risorse umane (costituendo ciò una potenziale velocizzazione delle scelte), ha mostrato di essere aperto a soluzioni condivise, chiedendo tuttavia un piccolo lasso di tempo per approfondimenti che avranno però carattere operativo.

Come FLC CGIL, apprezzando il metodo di lavoro proposto (e del resto le riunioni ora avranno un senso solo se su ciascun tema si prenderanno delle decisioni), abbiamo sottolineato le seguenti questioni:

  • vogliamo essere puntualmente informati sullo sviluppo della sperimentazione nel corso del 2014-15 del pagamento diretto delle supplenze da parte del MEF (come annunciato nell’incontro del 30 luglio)
  •  è diventata ineludibile  la costituzione di un help desk per le scuole
  •  fondamentale risulta essere la costituzione di un gruppo centrale che esamini preventivamente (o subito dopo la loro approvazione) i provvedimenti che possano avere ricadute sulle scuole, al fine di evitare le penose lungaggini adattative a cui assistiamo ogni volta;
  • non si può più attendere il varo dei provvedimenti ministeriali per il mercato elettronico
  • occorre procedere alla revisione del DM 44 coinvolgendo i rappresentanti sindacali
  • occorre trovare soluzioni definitive per i residui attivi vantati dalle scuole
  • occorre una soluzione per tutti gli altri argomenti che sono stati finora affrontati e ricordati sopra.

L’Amministrazione ha accolto queste proposte per cui le parti hanno convenuto di rivedersi il 25 settembre alle ore 10.30 per esaminare, punto per punto, ogni questione con l’intento di uscire dal confronto con proposte operative su ciascuna di esse.

Servizi e comunicazioni

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook