FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3940707
Home » Scuola » Scuole italiane all'estero » Ripreso il confronto al MAECI sull’avvio all’estero dell’anno scolastico 2017/2018

Ripreso il confronto al MAECI sull’avvio all’estero dell’anno scolastico 2017/2018

Senza una vera discussione sull’applicazione della riforma non sarà possibile restituire certezza e funzionalità alla gestione del personale e delle attività.

23/06/2017
Decrease text size Increase  text size

È ripreso il giorno 22 giugno 2017 presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale il confronto avviato sugli adempimenti connessi al Decreto legislativo 64/17 sulla riforma del settore estero, indispensabili per assicurare un efficiente avvio del prossimo anno scolastico all’estero.

Nei precedenti incontri del 31 maggio e dell’8 giugno insieme a CISL Scuola, UIL Scuola RUA e SNALS CONFSAL avevamo fermamente sollecitato l’Amministrazione ad aprire un confronto con il sindacato sulle materie che debbono tornare nella piena disponibilità negoziale.

Il nodo delle materie oggetto di contrattazione resta tuttavia irrisolto e risulta incomprensibile, oltre che in aperta contraddizione con le disposizioni del Decreto legislativo 64/17, l’assenza del MIUR al tavolo del confronto con il sindacato.

Nelle more che il tavolo di confronto al MIUR sul rinnovo del CCNL restituisca integralmente la mobilità, la valutazione e la retribuzione del personale alla competenza contrattuale è necessario condividere attraverso una serrata discussione le soluzioni da dare ai problemi conseguenti alla riforma attuata attraverso il Decreto legislativo 64/17.

Di seguito il comunicato unitario.

_____________________

Incontro OO.SS. scuola / MAECI del 22 giugno 2017
Comunicato unitario

Si è svolto in data odierna il previsto incontro delle  scriventi  OO.SS. scuola con la Delegazione del Maeci, presieduta dal Cons. leg. Roberto Nocella, Capo ufficio V della DGSP. I temi all’odg  sono stati:

  • il  nuovo trattamento economico del personale della scuola all’estero  disciplinato dal decreto legislativo n.64;
  • mobilità estero;
  • rientri   ai ruoli metropolitani a domanda e per fine mandato;
  • approvazione contingente scolastico 2017/18;
  • il confronto per il  rinnovo contrattuale

I rappresentanti del MAECI hanno illustrato le proposte relative ai nuovi coefficienti di sede, che  entreranno in vigore da 1 settembre p.v.,  per il personale scolastico all’estero, presentate, in applicazione dell’art. 29 del dlvo n.64, dalla DGSP alla Commissione Permanente di Finanziamento nella riunione del 14 giugno u.s., a cui ha partecipato anche un rappresentante del MIUR.   Le  scriventi  OO.SS. scuola  hanno espresso  le loro osservazioni e valutazioni anche in merito alle singole sedi estere, ribadendo netto dissenso  sulle decisioni assunte dal Maeci, che, a parere delle OO.SS.,  non rispettano i principi di omogeneità di trattamento con il personale Maeci, presenti nel decreto legislativo n.64, soprattutto  in riferimento alle  nuove indennità accessorie, per il coniuge e i figli a carico, il rimborso delle spese dell’affitto, le indennità di sistemazione e di rientro, ecc. Inoltre tale intervento rischia di vanificare gli effetti positivi delle modifiche apportate in sede di percorso parlamentare al provvedimento, sul piano del trattamento economico, fortemente volute  dalle OO.SS.

Per quanto concerne  le disposizioni relative ai trasferimenti a  domanda  e d’ufficio  per il personale in servizio all’estero, e in particolare proveniente dalle sedi disagiate e particolarmente disagiate, le scriventi OO.SS. hanno chiesto  l’apertura immediata del  confronto contrattuale per garantire l’ applicazione delle norme pattizie in materia di mobilità. In merito alla definizione del contingente scolastico all’estero  per il 2017/18, la delegazione Maeci ha confermato l’imminente  conclusione  delle procedure di sottoscrizione e registrazione del relativo decreto da parte del MIUR e del  MAECI al fine di procedere alle nuove nomine per il prossimo A.S.   Le scriventi OO. SS., hanno rappresentato l’urgenza di avviare un confronto costruttivo  sul piano contrattuale, sulle diverse materie pattizie, contenute nel dlvo n.64   al fine di garantire la regolare apertura del prossimo anno scolastico nelle scuole italiane all’estero.  Al termine della riunione  è stato concordato  di proseguire  nei prossimi incontri il confronto sulla mobilità estero per estero e sui criteri relativi alle nomine per il prossimo A.S.   

Roma 22 giugno 2017

 FLC CGIL

CISL SCUOLA

UIL SCUOLA

SNALS CONFSAL

Servizi e comunicazioni

Scuola bene comune
Manifesto per la scuola aperta a tutti e a tutte
Verso il rinnovo del contratto
Verso il rinnovo del contratto
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2017/2018
Cantiere scuola FLC CGIL: le nostre proposte
Linee guida contrattazione
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook