FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3932673
Home » Scuola » Scuole italiane all'estero » Estero: il Maeci sta ancora aspettando Godot

Estero: il Maeci sta ancora aspettando Godot

Congelato il settore estero in attesa della famigerata "riforma".

15/06/2016
Decrease text size Increase  text size

Ancora in attesa della cosiddetta "riforma" delle Istituzioni Scolastiche Italiane all'Estero che dovrebbe scaturire dai decreti applicativi della legge 107 e quindi in un contesto legislativo confuso e incerto, il MAECI, con grande fatica, cerca di continuare a svolgere l'ordinaria amministrazione.

I tempi di approvazione della "riforma" sembrano infatti allungarsi rispetto agli allarmi degli scorsi mesi, a causa probabilmente della mancanza di chiarezza delle prospettive e di un conflitto velato tra MIUR e MAECI sulla nuova organizzazione e sulla divisione delle competenze. E non si dimentichi che a tutt'oggi ancora nessun passo ufficiale è ancora stato fatto: le bozze che girano sono tutte informali e le discussioni e le trattative sono relegate in stanze chiuse e segrete, fuori da ogni controllo democratico e da ogni confronto. L'unico accenno fatto nella riunione dall'amministrazione è stato che le parti sociali saranno convocate, per un'informativa, solo ai livelli più alti e soprattutto solo quando l'intero pacchetto sarà preconfezionato e quindi non più passibile di eventuali correzioni, se non minime, ma che non intaccheranno l'impianto generale.

La FLC CGIL ribadisce che gli articoli della legge 107 non prevedono in nessun modo l'impianto che traspare a tutt'oggi, che invece è frutto di un' arbitraria e autoritaria decisione autonoma di MIUR e MAECI, che continuano a mettere in discussione, nonostante mille sentenze contrarie, il ruolo decisivo della contrattazione e delle organizzazioni sindacali.

Durante la riunione con il MAECI, si è inoltre discusso della possibilità di riaprire i trasferimenti estero su estero, che negli ultimi anni erano stati sospesi per presunte questioni di bilancio (caso differente quelli tra le Scuole Europee dove sono invece finanziati direttamente da Bruxelles). L'amministrazione, alla quale la FLC CGIL e le altre organizzazioni sindacali avevano chiesto nuovamente di trovare un modo per permettere al personale in servizio all'estero di poter avere accesso ai trasferimenti, ha proposto una possibile soluzione, anche se parziale. Abbiamo chiesto anche con forza  di individuare una soluzione facendo riferimento non solo alle leggi vigenti, ma anche al CCNL.

Proprio a causa del ritardo della "riforma", l'amministrazione ha prorogato sia le graduatorie permanenti (rimandandando il previsto aggiornamento), sia le graduatorie per le supplenze all'estero.

Ancora alla firma del MEF il decreto relativo al contingente per il 2016/17, il cui procrastinarsi mette a rischio, come debitamente fatto presente dalle organizzazioni sindacali, l'effettiva presenza nelle sedi estere ad inizio anno scolastico dei docenti e del personale ATA da nominare.

È stata poi firmata l'intesa tra i sindacati e la delegazione MAECI/MIUR sui criteri dell'accordo sui MOF del corrente anno scolastico e sottoscritta l'ipotesi di intesa per quello 2016/17.

Al tavolo è stata anche annunciato che è in fase di preparazione l'avviso per la selezione dei Dirigenti Scolastici per nove destinazioni. La FLC CGIL ha chiesto di modificare il requisito degli anni di servizio richiesti portandoli da 6 a 4, in modo da permettere ai vincitori delle ultime tornate di partecipare alla selezione.

In ultimo, la FLC CGIL, in vista della prossima riorganizzazione del sistema che necessiterà sia di consolidate competenze organizzative che di nuove capacità, ha chiesto all'amministrazione di farsi promotrice presso il MIUR di un allargamento del numero del personale collocato fuori ruolo, in modo da preservare tutte le professionalità presenti e contemporaneamente dare la possibilità di utilizzare nuovi apporti organizzativi.

Di seguito il comunicato unitario.
____________________________________

Loghi unitari

Si è svolto in data odierna il previsto incontro delle OO.SS. della  Scuola FLC CGIL, CISL, UIL, SNALS, FGU GILDA con i Rappresentanti della DGSP del Maeci con all’odg:

  • Mobilità  all’estero
  • Contingente per l’A.S. 2016/17 e nomine all’estero
  • Aggiornamento delle Graduatorie Permanenti per la destinazione all’estero del personale docente e Ata
  • Proroga delle graduatorie per le supplenze all’estero
  • Intesa Su PMOF   per gli anni 2015/16 e 2016/17
  • Modalità di selezione per la destinazione all’estero dei Dirigenti Scolastici  per l’a.s 2016/17
  • Iter e contenuti del Decreto legislativo sull’estero previsto dalla L.107

MOBILITA’ ALL’ESTERO

Le OO.SS. presenti hanno espresso netto e totale dissenso rispetto alla decisione resa nota dalla delegazione del Maeci di negare qualunque contrattazione e qualsiasi riferimento al CCNL sulla mobilità all’estero, in palese violazione dell’art. 108 del CCNL scuola, e ha comunicato che intende intervenire esclusivamente con un decreto direttoriale in materia di trasferimenti a domanda e d’ufficio all’estero.

Le OO.SS. hanno quindi preso atto del comportamento antisindacale del Maeci e si sono riservate di assumere le conseguenti azioni ed iniziative, sul piano politico-sindacale e giudiziale, atte a ripristinare il rispetto delle norme legislative e contrattuali vigenti in materia di mobilità. 

CONTINGENTE PER L’A.S. 2016/17 E NOMINE ALL’ESTERO

I Rappresentanti del Maeci hanno comunicato che non è ancora possibile l’avvio delle procedure per  le nomine all’estero, in quanto non si è concluso l’iter del decreto relativo al contingente scolastico per l’A.S. 2016/17, in assenza della firma del MEF. 

Le OO.SS. hanno sollecitato l’Amministrazione del Maeci a garantire tempi certi per le prossime nomine, segnalando ancora gravi ritardi nella pubblicazione dei periodici aggiornamenti delle attuali graduatorie e il fondato rischio di non garantire la presenza nelle sedi estere dei docenti nominati all’inizio del prossimo A.S. 

AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE PERMANENTI

La delegazione Maeci, al fine di garantire l’avvio delle nomine all’estero per l’a.s.  2016/17, ha annunciato la pubblicazione di un decreto di proroga di un anno scolastico delle graduatorie permanenti  triennali, ai sensi dell’art.113 del CCNL scuola, la cui scadenza è prevista per il 31 agosto 2016.

PROROGA DELLE GRADUATORIE PER LE SUPPLENZE ALL’ESTERO

Per quanto riguarda le disposizioni per l’aggiornamento delle graduatorie per  supplenze all’estero, i Rappresentanti del Maeci hanno comunicato che le attuali graduatorie saranno prorogate con decreto direttoriale per l’anno scolastico 2016/17, in attesa del completamento delle fasi applicative della legge 107 in materia.

INTESA SUI  PMOF PER GLI A.S. 2015/16 E 2016/17

E’ stata definitivamente firmata l’Intesa, tra le OO.SS. e la Delegazione MAECI/MIUR relativa ai criteri di distribuzione delle risorse previste dall’art.104 del CCNL scuola, per il Progetti di Miglioramento dell’Offerta Formativa (PMOF) del vigente a.s.  2015/16  e  sottoscritta l’ipotesi di Intesa sui criteri  per l’a.s. 2016/17. 

MODALITÀ DI SELEZIONE PER LA DESTINAZIONE ALL’ESTERO DEI DIRIGENTI SCOLASTICI PER L’A.S 2016/17

Sono stati espressi da parte della Delegazione Maeci/Miur i criteri utilizzati per  la concessione delle proroghe agli attuali DS in servizio all’estero, fino al compimento dei nove anni scolastici e sono stati illustrati i contenuti dell’Avviso, di imminente pubblicazione per la selezione dei DS per il prossimo anno scolastico per i posti di Bruxelles, Metz (area francese), Addis Abeba, Washington (area inglese), Madrid e Rosario (area spagnola), Berlino, Francoforte e Zurigo (area tedesca). Da parte delle OO.SS. sono state espresse forti riserve sia su alcuni criteri di mancata concessione delle proroghe dei DS in servizio all’estero, come il caso relativo alla sede di Madrid, sia sui alcuni requisiti richiesti per l’accesso alle selezioni, come il numero di anni di servizio richiesto, che nell'ultima selezione era stato di 6, mentre alcune OO. SS. hanno chiesto di ridurlo a 4.

ITER E CONTENUTI DEL  DECRETO LEGISLATIVO SULL’ESTERO (LEGGE 107)

In merito ai contenuti della proposta di decreto legislativo, previsto dalla legge 107, attualmente in fase di elaborazione da parte degli Uffici legislativi degli Esteri e dell’Istruzione, i rappresentanti del Maeci hanno confermato che essi saranno presentati alle OO.SS. scuola dalla Direzione Generale, a conclusione dell’iter previsto dalle vigenti norme, prima della presentazione al Consiglio dei Ministri per il successivo percorso in Parlamento. E’ stato inoltre confermato dalla delegazione Maeci che tra i pareri obbligatori che dovranno essere assunti, prima della conclusione dei lavori di elaborazione, è preminente il parere del Consiglio generale degli italiani all’estero, che si riunirà in Assemblea Plenaria, nel corso del prossimo autunno.

Le OO.SS. hanno ribadito il loro dissenso a ogni modifica del quadro ordinamentale delle materie d'insegnamento delle scuole statali italiane all'estero e ad ogni intervento in deroga al vigente CCNL  in  materie riservate al contrattazione per la destinazione e alla gestione all’estero del personale docente e Ata.

Roma 13 giugno 2016

Servizi e comunicazioni

Il CAAF CGIL ti è vicino
Il CAAF CGIL ti è vicino
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook