FLC CGIL
Inchiesta nazionale sul lavoro promossa dalla CGIL

http://www.flcgil.it/@3963737
Home » Scuola » Scuola: serve rispetto per chi ha scioperato e nuove relazioni sindacali

Scuola: serve rispetto per chi ha scioperato e nuove relazioni sindacali

FLC CGIL, Uil Rua, Snals, Gilda scrivono al Ministro.

16/12/2021
Decrease text size Increase  text size

Mentre la discussione sulla manovra di bilancio sta entrando nella sua fase finale e le piazze si sono riempite di lavoratori per lo sciopero sulla scuola del 10 dicembre, è giunta ai sindacati una convocazione sulla contrattazione integrativa per la mobilità del personale scolastico come se nulla stesse accadendo.

Pare del tutto evidente che non ci sia la volontà politica di cambiare relazioni sindacali che fino ad ora non sono mai andate oltre la sottoscrizione di accordi e il proliferare di tavoli con strettissimi margini di manovra.

Ribadiamo al Ministro che attendiamo una convocazione formale per riattivare un confronto politico senza il quale non si capisce come si possa partecipare a quei tavoli che fino ad ora hanno visto l’elusione del patto sottoscritto sulla scuola e non hanno risolto i problemi che stanno quotidianamente affrontando i lavoratori della scuola, docenti e ATA.

Tra le motivazioni che hanno portato alla proclamazione dello sciopero della scuola il 10 dicembre scorso e al ritiro delle delegazioni dai tavoli, vi era anche l’incomprensibile (visto che sarebbe a costo zero per l’amministrazione) resistenza alle richieste sindacali di rivedere i vincoli triennali/quinquennali in essere sulla mobilità del personale.

Occorre un incontro preliminare, di ascolto, nel rispetto di chi ha scioperato, che porti ad un chiarimento sulla visione strategica complessiva di natura politica che prefiguri soluzioni ai problemi complessi su temi del precariato, degli organici, della composizione delle classi, del rinnovo del contratto, e l’eliminazione dei vincoli sulla mobilità.

__________________________

Roma, 16 dicembre 2021

Al Ministro dell’Istruzione
Prof. Patrizio Bianchi

e, p.c.

Al Capo di Gabinetto del MI
Cons. re Luigi Fiorentino

Al Capo Dipartimento Istruzione Dott. Stefano Versari

Gentile Sig. Ministro,

abbiamo ricevuto la convocazione del Direttore Generale del Personale del MI relativa a una riunione di contrattazione decentrata integrativa, per la mobilità del personale scolastico.

Come Le è noto le scriventi segreterie, hanno interrotto le relazioni sindacali ed effettuato uno sciopero per rivendicare le risposte che il personale si attende per il rinnovo del CCNL, oltre che per sollecitare vere relazioni sindacali che siano in grado di fissare obiettivi condivisi e trovare le soluzioni per raggiungerli.

In questo contesto, riteniamo che sia preliminare oltre che opportuno un incontro, teso a verificare le condizioni con cui il governo intende portare avanti le azioni politiche sulla scuola che, per parte delle scriventi, meritano un affidamento sugli obiettivi generali e specifici di natura politica e negoziale da mettere in campo.

Tanto al fine di (ri) trovare le ragioni di un confronto che non può che partire dopo un esame di merito e di valutazione politica delle parti e non da convocazioni di cui si ignorano gli obiettivi che non possono essere derubricati ad incontri di natura tecnica.

Cordialmente

FLC CGIL
Francesco Sinopoli

UIL Scuola Rua
Giuseppe Turi

SNALS Confsal
Elvira Serafini

GILDA Unams
Rino Di Meglio

Servizi e comunicazioni

Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook