FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3877925
Home » Scuola » Scuola non statale » Venti di maccartismo all’italiana in una scuola cattolica di Lecco

Venti di maccartismo all’italiana in una scuola cattolica di Lecco

Essere iscritti alla CGIL è incompatibile con le finalità della scuola cattolica.

17/12/2010
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Essere iscritti alla CGIL è incompatibile con le finalità della scuola cattolica. Lo ha deliberato la dirigenza della cooperativa sociale a.r.l., che gestisce la scuola cattolica paritaria Casa degli Angeli, decretando l’esclusione di tre lavoratrici da soci.

Per la CGIL è un atto gravissimo di discriminazione nei confronti delle lavoratrici e del sindacato inaccettabile sotto ogni punto di vista.

Quello che è accaduto nella scuola paritaria cattolica Casa degli Angeli di Lecco ha del surreale e dell’assurdo perché rievoca pagine buie e oscure della nostra storia passata, allorquando l’oscurantismo, il pregiudizio e l’intolleranza impedivano ogni manifestazione del libero pensiero.

Per il Consiglio di Amministrazione della cooperativa sociale a.r.l. che gestisce la scuola l’iscrizione di un socio/lavoratore alla CGIL non è compatibile con le “finalità specifiche della scuola cattolica” perché dimostrerebbe a priori che il socio non collabora “con la propria testimonianza di vita a renderle concrete” così come previsto dall’art. 15 dello statuto della cooperativa. Da qui l’esclusione da socie della cooperativa di tre lavoratrici, due ausiliarie e un’amministrativa, colpevoli solo di aver in tasca la tessera della FLC Cgil. Non solo. Il presidente della cooperativa a giustificazione di tale decisione ha dichiarato ai giornalisti che nella cooperativa non sono ammesse ideologie diverse da quella cattolica evidenziando che “l’iscrizione alla Cisl sarebbe andata bene”, non certo quella alla CGIL.

Affermazioni, queste, di una gravità inaudita dal punto di vista giuridico, costituzionale, sindacale, politico e per certi versi anche etico. Ci troviamo davanti, infatti, ad un atto non solo palesemente discriminatorio nei confronti di soggetti individuali e collettivi perché in contrasto con la Costituzione e con le leggi di questa Repubblica, ma alla teorizzazione di un assunto falso nelle premesse e tendenzioso nelle conseguenze. Vogliamo sottolineare al gestore di questa scuola che lo statuto della CGIL si ispira profondamente alla nostra Carta Costituzionale condividendone appieno i principi.

Considerare, poi, la CGIL “incompatibile con le finalità della scuola cattolica” è un clamoroso falso. Non sfuggirà certo al cda della cooperativa che la FLC Cgil firma fin dal lontano 1981, insieme ad altre organizzazioni sindacali di categoria, il ccnl con l’Agidae, l’associazione datoriale che rappresenta l’intero universo della scuola cattolica alla quale la stessa cooperativa aderisce. Come non ci risulta che l’Autorità Ecclesiastica abbia da qualche parte dichiarato che l’iscrizione alla CGIL o ad una sua categoria sia incompatibile con le finalità della scuola cattolica.

Tutto ciò a significare che siamo davanti ad una posizione politica ben precisa che, utilizzando in maniera strumentale i principi ispiratori della scuola cattolica, compie un’operazione politica tesa a “denigrare, discreditare e delegittimare” l’immagine della CGIL agli occhi dei lavoratori, della società civile e dello stesso mondo cattolico, motivato solo da ragioni di mera scelta politica che poco hanno a che fare con la religione.

La CGIL, pertanto, ha chiesto alla Cooperativa di revocare immediatamente i provvedimenti perché illegittimi, anticostituzionali e contrari ai fondamentali principi di diritto che regolano la nostra Repubblica. In caso contrario si procederà in tutte le sedi giudiziarie per tutelare i diritti delle lavoratrici nostre iscritte e della stessa organizzazione sindacale.

Come pure abbiamo chiesto esplicitamente all’Agidae una presa di posizione ufficiale e di intervenire affinché la Cooperativa riveda la sua posizione ritirando i provvedimenti e ripristinando i diritti costituzionali. Non è certo evocando la caccia alle streghe e riesumando il maccartismo che si contribuisce a costruire una società più civile, più moderna e più democratica dove i principi costituzionali hanno il loro effettivo valore.
 

Tag: agidae

Servizi e comunicazioni

Scuola bene comune
Manifesto per la scuola aperta a tutti e a tutte
Verso il rinnovo del contratto
Verso il rinnovo del contratto
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2017/2018
Cantiere scuola FLC CGIL: le nostre proposte
Linee guida contrattazione
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook