FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3912841
Home » Scuola » Scatti di anzianità e posizioni economiche ATA. Conclusa la trattativa all’Aran sui due accordi

Scatti di anzianità e posizioni economiche ATA. Conclusa la trattativa all’Aran sui due accordi

La FLC ha sottoscritto la pre-intesa sul riconoscimento degli emolumenti al personale ATA, mentre non ha sottoscritto l’ipotesi di accordo sugli scatti, subordinando la firma al rispetto degli impegni del Governo.

11/06/2014
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Mercoledì 11 giugno 2014, si è conclusa all’Aran la trattativa, avviata la scorsa settimana, sui due accordi in discussione a seguito dell’atto d’indirizzo emanato dal Governo e dal Ministro dell’Istruzione.

Posizioni economiche personale ATA

Il testo dell'accordo

La nostra scheda di approfondimento

Per intervento del MEF, l’amministrazione aveva sospeso il pagamento degli emolumenti spettanti al personale ATA destinatario degli incarichi di prima e seconda posizione economica a partire dal 2011 ed aveva avviato le procedure per richiedere indietro i compensi già percepiti. Con successivo provvedimento di legge (dl 3 del gennaio 2014, poi convertito nella legge 41 del 19 marzo 2014), e grazie alle iniziative di lotta della FLC, era stato sospesa la restituzione degli emolumenti già percepiti.

Ora, con questo accordo si sana la situazione riguardante le posizioni economiche attivate a partire da settembre 2011 e fino al 31 agosto 2014 e si consente di erogare i compensi per gli incarichi già svolti sia a chi li ha percepiti solo in parte perché se li è visti sospendere, sia a chi non li ha percepiti affatto.

La FLC, che ha sottoscritto l’accordo, esprime apprezzamento per la conclusione di questa trattativa perché sana un diritto leso ed un sopruso, ma anche perché questa operazione non si è fatta a scapito delle risorse contrattuali.

Rimane aperto il problema di come si potrà garantire il mantenimento di questi incarichi nel prossimo anno scolastico, a partire dal primo settembre 2014. La FLC conferma il proprio impegno a far si che questo diritto venga garantito anche per i prossimi anni.

Nella tabella allegata all’ipotesi di contratto sono esplicitati gli importi spettanti (a secondo dell’annualità di acquisizione della posizione economica), che verranno corrisposti per intero (una volta sottoscritta definitivamente questa ipotesi di accordo) a chi non ha percepito nulla, oppure “a compensazione” per chi lo ha percepito solo in parte.

Scatti di anzianità 2012

Il testo dell'accordo

Gli scatti di anzianità sono stati bloccati per gli anni 2010, 2011, 2012 per effetto del dl 78/2010 e tale blocco è stato ulteriormente prorogato per il 2013 dalla legge di stabilità.

L’accordo discusso oggi all’Aran ripristina l’annualità 2012, utilizzando una parte delle risorse del Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa.

La FLC CGIL non ha sottoscritto la pre-intesa rinviando tale atto alla verifica del rispetto degli impegni presi da parte del Governo sulla restituzione alle scuole di queste risorse.

Infatti ci siamo sempre battuti per il pieno riconoscimento del diritto alla progressione della carriera per anzianità, rivendicando le risorse aggiuntive. Sia il Ministro che il Governo, si erano impegnati in tal senso e lo stesso Parlamento aveva approvato, in occasione della recente discussione sulla legge di stabilità, due ordini del giorno che sollecitavano il Governo a ripristinare le risorse del MOF delle scuole.

Ad oggi, però, nessuno di questi impegni è stato onorato mentre, al contrario, il Ministro ha emanato l’atto d’indirizzo all’Aran per procedere di nuovo a questa sorta di scambio che la FLC ha da sempre valutato come inaccettabile: ripristino della validità del 2012 ai fini degli scatti con un ulteriore pesante taglio alle risorse destinate alla contrattazione integrativa delle scuole, quindi a risorse contrattuali destinate ai lavoratori.

I contenuti dell’accordo

Nelle tabelle che seguono, sintetizziamo i contenuti dell’intesa sia per quanto riguarda i costi che gli effetti finali sul MOF che in prima battuta viene decurtato di 680 milioni di euro.

Costi  “operazione scatti”

Anno finanziario

Costo

Risorse utilizzate

Economie MEF

Riduzione M.O.F.

2012

100 (arretrati)

100*

0

2013

350 (arretrati)

20*

330

2014 (e a regime)

350

0

350

Totale

800

120

680

(in mln €) *rappresenta una parte delle economie per riduzione organici (art. 64, L.133/2008).

Decurtazione M.O.F. a regime

MOF originario 

M.O.F.
dopo Intesa Aran
marzo 2013

M.O.F.
dopo Intesa ARAN

Giugno 2014

1.385

1.039,21*

689,21

(in mln €) * tale importo è stato successivamente ridotto per la spalmatura del taglio su più anni scolastici quindi nell’anno scolastico 2013/2014 il MOF effettivamente disponibile è di 984 milioni di euro.

L’accordo prevede che in una successiva intesa presso il MIUR sia possibile rimodulare il taglio del MOF sugli anni scolastici 2014/2015 e 2015/2016. Conclusione! Per l’a.s. 2013-2014 non sarà possibile erogare alle scuole neanche un centesimo oltre a quanto già inviato (521 milioni di euro).

In sostanza, in due anni, le risorse contrattuali del MOF si sono più che dimezzate e senza contare, poi, che rimane sempre aperto il problema su come recuperare la validità del 2013. Un dato di fatto inaccettabile sia per la qualità dell’offerta formativa della scuola pubblica, che per il diritto dei docenti, educatori ed ATA al salario accessorio per le necessarie prestazioni aggiuntive.

Nei prossimi giorni pubblicheremo due note esplicative dei contenuti dell’accordo.

Servizi e comunicazioni

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Articolo 33, la nostra rivista mensile
Articolo 33, la nostra rivista mensile
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook