FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3919909
Home » Scuola » Rapporto di Autovalutazione: per il MIUR è solo un adempimento burocratico

Rapporto di Autovalutazione: per il MIUR è solo un adempimento burocratico

Il MIUR chiede alle scuole di compilare il “Questionario scuola” entro il 28 febbraio

09/02/2015
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

La Direzione Generale per i contratti, gli acquisti e per i sistemi informativi e la statistica, “Servizio Statico” con la nota 429 del 6 febbraio comunica che dal 9 febbraio i dirigenti scolastici delle scuole statali e Coordinatori delle scuole paritarie possono procedere alla compilazione del “Questionario scuola” finalizzato all’implementazione dei dati in formato elettronico, utili alla definizione del Rapporto di Autovalutazione previsto dal  Regolamento sul Sistema Nazionale di Valutazione (DPR 80/13) e relative norme applicative (Direttiva 11/14 e CM 47/14). A tal fine sarà inviata all’indirizzo di “posta elettronica delle istituzioni scolastiche una e-mail contenente il link per accedere al Questionario e la relativa password di accesso. Tale accesso è anche disponibile dal portale della valutazione http://www.istruzione.it/sistema_valutazione) dove, inoltre, sono riportati i modelli dei questionari e la guida utente; è poi presente una sezione dedicata alle domande più ricorrenti (FAQ).”

Gli istituti comprensivi dovranno compilare un solo questionario.  Anche le scuole secondarie di II grado pur in presenza di più ordini di scuola e plessi compileranno un solo questionario. Gli istituti omnicomprensivi e gli Istituti paritari che gestiscono scuole primarie, secondarie di primo e di secondo grado riceveranno due diverse e-mail, unitamente alle credenziali di accesso, per le scuole del primo ciclo e per quelle del secondo ciclo.

Le scuole hanno tempo fino al 28 febbraio per la compilazione del questionario.

I questionari scuola, unitamente ad altre informazioni già presenti nel sistema informativo del MIUR e provenienti da varie fonti (portale “Scuola in chiaro del MIUR, ISTAT, Ministero dell’Interno, INVALSI), saranno sintetizzati dall’Invalsi ed elaborati confrontando i dati con quelli delle altre scuole (media nazionale). Ad ogni scuola l’Invalsi, entro fine marzo, restituirà un “Rapporto” in cui comparirà il valore attribuito ad ogni indicatore, in forma di percentuale o scala di livelli. In altre parole entro fine marzo, sulla base di valori di riferimento esterni, ogni istituzione scolastica

  • sarà collocata in uno dei livelli nelle quali saranno classificate tutte le scuole italiane
  • sarà messa a confronto con istituzioni che l’INVALSI considererà simili.

Ricordiamo che dal “Questionario scuola” si ricaveranno i dati relativi a 64 descrittori riferiti a 26 indicatori presenti nel format del Rapporto di autovalutazione

Valuteremo e approfondiremo, insieme con le scuole, la natura del questionario. Ribadiamo ancora una volta che contrasteremo con ogni mezzo strumenti o procedure che possano portare alla classificazione delle scuole facendo derivare da essa assegnazione di premi o di finanziamenti diversificati.

Anche su questo versante chiediamo ai lavoratori della scuola di rafforzare la FLC CGIL nelle prossime elezioni RSU del 3-4-5 marzo.

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, la nostra rivista mensile
Articolo 33, la nostra rivista mensile
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook