FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3848293
Home » Scuola » Prova nazionale per gli esami di Stato di terza media

Prova nazionale per gli esami di Stato di terza media

Tempi, modi e condizioni per l'espletamento della prova nazionale INVALSI relativa agli esami di Stato conclusivi del primo ciclo di istruzione. Conferma della data del 17 giugno 2008 per il suo espletamento.

27/05/2008
Decrease text size Increase  text size

Dopo lunga riflessione, il Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, con la CM n. 54 del 26 maggio 2008, detta le istruzioni sulle modalità con cui si terrà la prova nazionale Invalsi nel corso degli esami di Stato di fine primo ciclo.

La data, già fissata in precedenza, per il 17 giugno rimane confermata, nonostante la concomitanza delle elezioni nella regione Sicilia e si dispone che qualora vi sia l'indisponibilità assoluta della sede d'esame, la prova si terrà nella prima sessione suppletiva, fissata per il 27 giugno 2008.

La circolare descrive minuziosamente tutte le azioni e le precauzioni da attivare per l'espletamento della prova nazionale, da quelle preparatorie relative ad incontri informativi, alla gestione dei plichi, alla somministrazione delle prove e alla trasmissione dei risultati.

Sono esonerati dalla prova nazionale i candidati adulti, cioè coloro che hanno compiuto 18 anni entro la data del 16 giugno e tutti i candidati (minori e adulti) che sostengono l'esame presso i CTP.
Rispetto alla collocazione temporale della prova nel calendario degli esami, la circolare indica la necessità di garantire l'espletamento delle prove orali comunque in data successiva alla prova INVALSI.

La prova inizia con l'apertura dei plichi, alle ore 8,30 su tutto il territorio nazionale, segue la consegna del primo fascicolo relativo alla prova di matematica, lettura ed illustrazione delle istruzioni per la compilazione, e a seguire 60 minuti di tempo per lo svolgimento della prova, di seguito, dopo un intervallo, consegna del secondo fascicolo relativo alla prova di italiano e 60 minuti di tempo per il suo svolgimento.
Naturalmente è vietato l'uso di cellulari e altri apparecchi elettronici.
La correzione avverrà su schede predisposte dall'INVALSI e messe a disposizione sul suo sito a partire dalle ore 12.

Sono previste prove differenziate per alunni con disabilità visiva e per alunni con altre disabilità o difficoltà specifiche di apprendimento.
Le prove suppletive sono previste per il 27 giugno e, in seconda sessione, per il 2 settembre.

Il clima che si è generato intorno a questa prova nazionale nelle scuole non è dei migliori, e le ragioni sono legittime, hanno a che vedere con i ritardi con cui si presenta alle scuole la prova, ma anche con il senso che deve avere tale prova nel panorama di rilevazioni/valutazioni che l'INVALSI già porta avanti nella scuola, con la rispondenza di tale prova rispetto alle varie situazioni che nella scuola si presentano, dagli alunni diversamente abili agli alunni immigrati.
Il carattere assolutamente sperimentale della prova rassicura circa la volontà dichiarata di mettere in atto per il futuro una gestione partecipata con i docenti e con le scuole, fatti i debiti conti con le incertezze dovute alle discontinuità politiche.

Roma, 27 maggio 2008

Altre notizie da:

Servizi e comunicazioni

Il CAAF CGIL ti è vicino
Il CAAF CGIL ti è vicino
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook