FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3809007
Home » Scuola » Prime disposizioni ministeriali per gestione delle graduatorie d'Istituto.

Prime disposizioni ministeriali per gestione delle graduatorie d'Istituto.

Il 14 giugno, il Ministero ha emanato la Circolare n. 110 che detta le prima istruzioni pratiche per la delicata gestione delle graduatorie d'Istituto. Nel contempo viene ricordata l'avvenuta pubblicazione del Decreto 103 sulla gazzetta ufficiale n. 45 dell'8 giugno 2001.

14/06/2001
Decrease text size Increase  text size

Il 14 giugno, il Ministero ha emanato la Circolare n. 110 che detta le prima istruzioni pratiche per la delicata gestione delle graduatorie d'Istituto. Nel contempo viene ricordata l'avvenuta pubblicazione del Decreto 103 sulla gazzetta ufficiale n. 45 dell'8 giugno 2001.

Decreto Ministeriale 103 sulle supplenze: ulteriori chiarimenti da parte del Ministero.

Sul decreto ministeriale n. 103 (graduatorie di circolo e d’istituto per le supplenze) il ministero della pubblica istruzione ha emanato in data 14 giugno la circolare n. 110 per chiarire, che:

1- tutti coloro che sono inclusi nelle graduatorie permanenti debbono ripresentare comunque domanda ai fini dell’inclusione nelle graduatorie di circolo e d’istituto (e quindi compilare tutti le pagine 1, 2 e 12 del modulo). Questa obbligatorietà, infatti, non era chiarissima né dal testo del decreto né dalle istruzioni generali per la sua compilazione. Il punteggio è ovviamente immutato perché il suo aggiornamento avverrà con l’aggiornamento della graduatoria permanente. Rimane poi facoltativa la possibilità di ripresentare l’elenco delle scuole (pag. 11 del modulo) ad integrazione e/o modifica dell’elenco presentato nello scorso anno come anche la possibilità, solo per chi è inserito in una sola provincia nella graduatoria permanente, di poter cambiare provincia ai fini delle supplenze temporanee;

2- è disponibile, per gli interessati, un “vademecum” che riassume l’elenco dei titoli di studio, le relative classi di concorso richiedibili e l’elenco delle tipologie delle scuole dove le stesse si insegnano (sito del Ministero: www.istruzione.it );

3- i Provveditori dovranno nominare, per l’accesso ad alcune particolari classi di concorso, apposite commissioni per la valutazione dei titoli professionali (es. tecnica fotografica, ecc…),

4- i Provveditori dovranno inoltre individuare 1 o più referenti (a seconda della grandezza della provincia), nell’ambito dell’amministrazione, che facciano da supporto e da coordinamento per garantire uniformità di comportamento e valutazione da parte delle singole scuole.

Roma, 15 giugno 2001

Ecco il testo della circolare

Si comunica che nella Gazzetta Ufficiale, IV Serie Speciale, concorsi ed esami, n. 45 dell'8 giugno 2001 è stato pubblicato il D.M. n. 103 del 4 giugno 2001 che in applicazione dell'art. 9 del relativo Regolamento approvato con D.M. n. 201 del 20 maggio 2000, stabilisce i termini e le modalità organizzative per la presentazione delle domande di inclusione nelle graduatorie di circolo e di istituto, finalizzate all'attribuzione delle supplenze temporanee al personale docente ed educativo, con decorrenza dal prossimo anno scolastico 2001/2002.

Secondo le modalità organizzative previste nel predetto D.M. gli aspiranti presenteranno domanda per l'inclusione in graduatorie di circolo e di istituto per un massimo di trenta scuole, indirizzando il relativo modulo ad una sola istituzione scolastica, che ne gestirà complessivamente la valutazione dei titoli per la successiva trasmissione dei dati al sistema informativo, che conseguentemente produrrà le singole graduatorie per tutte le scuole. Si ritiene di dover richiamare l'attenzione sui seguenti punti:

1. Il predetto D.M. n. 103 prevede che tutti gli aspiranti, aventi titolo all'inclusione nelle graduatorie di circolo e di istituto, devono presentare il relativo modulo di domanda, ivi inclusi gli aspiranti che già figurano in graduatorie permanenti. Questi ultimi, tenuto conto che per l'a.s. 2001/2002 non è previsto l'aggiornamento e l'integrazione delle graduatorie permanenti, non possono integrare il punteggio con cui già figurano nelle graduatorie permanenti medesime, in base al quale, pertanto, saranno automaticamente collocati nelle graduatorie delle scuole, che indicheranno nell'apposita pagina del modulo di domanda o, in caso di mancata compilazione di tale pagina, delle scuole già indicate nel modello 4 allegato al D.M. n. 146/2000.

2. Il corretto svolgimento delle operazioni connesse alla presente procedura comporta che siano disponibili, per gli aspiranti e per gli uffici interessati, sia l'elaborato relativo ai titoli di studio che, ai sensi del D.M. n. 39 del 30 gennaio 1998 e successive modifiche ed integrazioni, consentono l'accesso agli insegnamenti di scuola secondaria, sia i Bollettini Ufficiali, secondo l'ultimo aggiornamento effettuato, contenenti l'elencazione delle scuole statali con i relativi codici meccanografici, sia, infine, il Regolamento, adottato con D.M. 25 maggio 2000, n. 201, con allegata tabella di valutazione dei titoli. A tali prodotti si può accedere tramite il sito internet del Ministero della Pubblica Istruzione "www.istruzione.it" o tramite la rete intranet disponibile presso gli uffici scolastici provinciali e presso tutte le istituzioni scolastiche collegate.

3. Per le classi di concorso 44/A, 62/A, 63/A, 64/A, 65/A e 67/A, l'ordinamento vigente prevede che il titolo di studio d'accesso sia congiunto all'accertamento di titoli professionali.
Ciò comporta che per tali classi di concorso, relativamente all'inclusione in graduatorie d'istituto di aspiranti non inseriti in graduatorie permanenti e non abilitati, debba essere adottata la seguente specifica procedura.

* L'aspirante dovrà indicare il possesso, oltre che del titolo di studio previsto anche dei relativi titoli professionali, fornendone le necessarie specificazioni.
* Il Dirigente scolastico della scuola che gestisce le domande di aspiranti interessati ad una delle classi di concorso in questione provvederà a comunicare all'ufficio scolastico provinciale gli estremi anagrafici degli aspiranti medesimi, suddivisi per ogni classe di concorso interessata, e la specifica dei titoli professionali rispettivamente dichiarati.
* L'accertamento di titoli professionali idonei all'inclusione nelle graduatorie di istituto relative a ciascuna delle predette classi di concorso sarà di competenza di un'apposita Commissione permanente formata da un Dirigente amministrativo o da un Dirigente scolastico, da un Ispettore dell'area tecnica interessata e da un docente di ruolo della medesima classe di concorso per cui si procede all'accertamento.
* Il Direttore Generale Regionale disporrà la nomina delle Commissioni necessarie, stabilendone la competenza o per il solo ambito provinciale, o per più province o per l'intero ambito regionale. Ciascuna commissione, definirà nelle sedute preliminari i criteri e le modalità di accertamento dei titoli professionali dichiarati dagli aspiranti.

Per la classe di concorso 3/C l'accertamento dei titoli professionali non assume specifici contenuti tecnici e può pertanto essere direttamente disposto dal Dirigente scolastico cui è indirizzata la domanda dell'aspirante sulla base delle relative dichiarazioni dell'aspirante medesimo, secondo le disposizioni di cui all'art. 10 del predetto D.M. n. 103.
4. Le attività di competenza delle singole istituzioni scolastiche in ordine all'acquisizione, valutazione e trasmissione dei dati al sistema informativo, relativamente alle domande di inclusione in graduatorie di circolo e di istituto di cui sono destinatarie, comportano, sulla base delle istruzioni che saranno emanate dall'EDS, la necessità - anche al fine di assicurare le indispensabili uniformità di comportamenti - di un coordinamento e supporto delle istituzioni scolastiche medesime, nelle singole fasi operative, che deve essere opportunamente assicurato da ciascun ufficio scolastico provinciale.

Gli uffici scolastici provinciali dovranno, a tal fine, procedere alla sollecita individuazione, comunque non oltre il 30 giugno c.m., di uno o più referenti, per le attività di coordinamento e supporto alle scuole, i cui nominativi con relativo n. fax, n. telefono ed eventuale indirizzo di posta elettronica, dovranno essere, con ogni urgenza comunicati all'ufficio VI della Direzione Generale scrivente e alla Società EDS Italia - Conduzione funzionale - n. fax 06/51038410, che provvederà, tramite la rete INTRANET a renderlo noto alle istituzioni scolastiche della provincia.

IL DIRETTORE GENERALE
ZUCARO

Roma, 14 giugno 2001

Servizi e comunicazioni

Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook