FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti
http://www.flcgil.it/@3955524
Home » Scuola » Precari » Proroga supplenze brevi al rientro del titolare: dal ministero un’altra nota inaccettabile

Proroga supplenze brevi al rientro del titolare: dal ministero un’altra nota inaccettabile

E’ necessario un intervento risolutivo che preveda stanziamenti aggiuntivi per tutelare il diritto dei supplenti alla continuità didattica e occupazionale prevista dalla legge.

22/04/2020
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Sul tema della proroga delle supplenze nella fase di sospensione della didattica, anziché fare chiarezza e dare alle scuole indicazioni univoche, il Ministero dell’Istruzione continua a non tenere conto della situazione caotica creatasi a seguito della pubblicazione delle note 392 del 18 marzo 2020 e  8615 del 5 aprile 2020 che, come da noi già evidenziato, si contraddicono a vicenda rispetto alla possibilità per le scuole di prorogare i contratti di supplenza breve e saltuaria durante il periodo di emergenza, anche nel caso di rientro del titolare.

Il Ministero dell’Istruzione è intervenuto infatti con un’ulteriore nota, la 10133 del 21 aprile 2020 nella quale, nel confermare che la spesa per le supplenze brevi e saltuarie  riferita ai primi 15 giorni del mese di aprile è in linea con l’andamento storico, autorizza le scuole a conferire incarichi di supplenza breve e saltuaria “esclusivamente secondo le modalità previste dalla normativa vigente” ma  conferma  l’impossibilità di stipulare contratti in caso di rientro del titolare.

Tale indicazione, oltre a  essere in contrasto con  quanto indicato nella richiamata nota 392, sembra non voler tenere conto delle criticità presenti nelle scuole che, essendo stato prolungato con il DPCM 1° aprile 2020 dal 3 al 13 aprile il termine delle disposizioni emergenziali, hanno correttamente e legittimamente stipulato proroghe dal 4 al 13 aprile, ma si trovano ora nell’impossibilità di dare validità a quei contratti perché il nodo N-19 appositamente aperto sul SIDI per questa tipologia di contratti, è stato improvvisamente chiuso senza preavviso.

Come abbiamo più volte ribadito, la nostra posizione al riguardo è molto chiara: il Ministero deve farsi carico di questa situazione con stanziamenti aggiuntivi sul capitolo delle supplenze. Così facendo, alle scuole sarà data la possibilità di onorare i contratti stipulati e prorogare i contratti che sono state costrette a interrompere e ai supplenti potrà essere mantenuto l’incarico, anche nel caso del rientro del titolare, a garanzia della continuità occupazionale prevista dalle norme.

Guide e servizi
TFA sostegno docenti
24 CFU docenti
Applicazione FLC CGIL classi di concorso
Iscriviti alla newsletter della FLC CGIL
Graduatorie personale ATA
Graduatorie 24 mesi personale ATA
Graduatorie di istituto personale ATA
Graduatorie docenti
Graduatorie ad esaurimento docenti
Graduatorie di istituto docenti
Lavorare nella conoscenza
Come si diventa insegnante
Come si diventa ausiliari, tecnici e amministrativi
Seguici su facebook