FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3940181
Home » Scuola » Precari » Graduatorie di istituto docenti: modelli da utilizzare, scelta della provincia e scuola a cui inviare la domanda

Graduatorie di istituto docenti: modelli da utilizzare, scelta della provincia e scuola a cui inviare la domanda

Pubblichiamo le indicazioni utili per la presentazione delle domande di II e III fascia.

19/06/2017
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Aggioniamo la pubblicazione di alcune indicazioni utili per la compilazione delle domande di II e III fascia delle graduatorie di istituto dei docenti 2017/2020.

In questa scheda forniamo le indicazioni per l’utilizzo dei modelli di domanda, la scelta della provincia e a chi indirizzare la domanda

Quale modello utilizzare

Docenti abilitati

Per i docenti abilitati, si utilizza sempre il modello A1 sia che si tratti di aggiornamento che di nuovo inserimento.
Per ogni insegnamento richiesto va indicata a pagina 2 se si tratta di un nuovo inserimento (N.I.) o di un aggiornamento (P.I.).

Docenti non abilitati

Per i docenti non abilitati si possono utilizzare, alternativamente, i modelli A2 e A2bis.

Il modello A2 si utilizza per:

  • chi deve solo aggiornare la propria posizione in III terza fascia e non ha nuovi insegnamenti da aggiungere
  • chi deve inserirsi per la prima volta in III fascia (non era presente per alcun insegnamento nel 2014/2017).

Il modello A2bis si utilizza per:

  • chi deve aggiornare la propria posizione in III terza fascia e ha anche nuovi insegnamenti da aggiungere (come primo inserimento)

N.B. Per la scuola secondaria, l’aggiornamento delle domande in base ai nuovi codici delle classi di concorso è relativo ad una delle classi di concorso del pregresso ordinamento confluite nell’attuale. La corrispondenza potrà essere indicata nella sezione B dei modelli di domanda: vedi scheda di approfondimento.

Scelta della provincia

La scelta della provincia nella quale includersi o presentare la domanda di aggiornamento è libera (escluso Trento, Bolzano e Valle D’Aosta che hanno regole proprie).
È quindi possibile anche cambiare la provincia scelta nel 2014. Gli unici che non possono cambiare la provincia di precedente inclusione sono i docenti inclusi anche nelle graduatorie ad esaurimento e nelle corrispondenti graduatorie di I fascia che potranno essere aggiornate solo dal 2019/2020.

A chi indirizzare la domanda

La domanda (o le domande se presenti sia in II che in III fascia) va inviata (con raccomandata con ricevuta di ritorno [fa fede il timbro postale], PEC o a mano con rilascio di ricevuta) ad una sola scuola della provincia scelta entro la scadenza dlela domenda: questa scuola sarà quella che gestisce la domanda (le domande) e tutte le fasi successive. Non è più previsto un vincolo sull’ordine di scuola, con le seguenti eccezioni (vedi FAQ del MIUR).

  • chi fa domanda anche per scuole speciali deve inviare i modelli ad una scuola speciale
  • chi fa domanda anche come educatore deve inviare i modelli ad un convitto/educandato (la domanda può essere presentata ai convitti solo in questi casi) 
  • chi fa domanda anche per graduatorie di lingua slovena deve inviare i modelli ad una scuola slovena

Le scuole a cui si può inviare la domanda sono le sedi di dirigenza (istituto principale, non singoli plessi o succursali): l'elenco con i relativi codici è reperibile a questo link sul sito del MIUR.

Altre schede di approfondimento

Tutta la documentazione e i materiali di supporto sono disponibili nel nostro speciale.

Presso le nostre sedi locali è stato predisposto uno specifico servizio di consulenza.

Guide e servizi
TFA sostegno docenti
24 CFU docenti
Applicazione FLC CGIL classi di concorso
Iscriviti alla newsletter della FLC CGIL
Graduatorie personale ATA
Graduatorie 24 mesi personale ATA
Graduatorie di istituto personale ATA
Graduatorie docenti
Graduatorie ad esaurimento docenti
Graduatorie di istituto docenti
Lavorare nella conoscenza
Come si diventa insegnante
Come si diventa ausiliari, tecnici e amministrativi
Seguici su facebook