FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3928107
Home » Scuola » Precari » Docenti precari: come si nominano i supplenti sui posti del potenziamento

Docenti precari: come si nominano i supplenti sui posti del potenziamento

Vietate solo le supplenze temporanee, nei casi di mancata nomina o di rinvio dell'assunzione le supplenze sono fino la 31/08 o al 30/06.

30/11/2015
Decrease text size Increase text size

Martedì 1 dicembre 2015 è la scadenza fissata in tutte le regioni per la stipula dei contratti e l'assunzione in servizio dei docenti assunti a tempo indeterminato nella fase c) del piano straordinario.

Le accettazioni della proposta di assunzione sul potenziamento sono state 47.475. Rispetto ai 55.258 previsti risultano non coperti 7.783 posti che si aggiungono ai 7.678 non assegnati in fase b) e che saranno destinati, insieme ai posti derivanti dai pensionamenti, alle assunzioni del 2016/2017.

Circa il 30% dei docenti assunti, pur avendo accettato la proposta di assunzione, ha rinviato la presa di servizio o perché impegnati in supplenza annuale o al 30/06 o perché hanno chiesto ed ottenuto il differimento.

Ci sono, quindi, circa 20.000 posti di potenziamento non coperti sui quali è necessario procedere alle nomine dei supplenti per garantire la realizzazione dei progetti attivati e la funzionalità delle scuole.

In assenza di indicazioni nazionali, che abbiamo nuovamente sollecitato, facciamo riferimento alla nota pubblicata dall'USR del Lazio che rispecchia quasi completamente quanto previsto dalla Legge 107/15.

La legge proibisce esplicitamente le supplenze brevi e temporanee sui posti dell'organico potenziato, ma non fa alcuna menzione delle supplenze annuali o fino al termine delle attività didattiche.

Pertanto su tutti posti del potenziamento non coperti è possibile effettuare le supplenze: saranno, per ora, tutte fino al termine dell'attività didattica (30/06). Una volta assegnate tutte le sedi, anche a chi ha rinviato l'assunzione in servizio, per i posti non coperti da alcun titolare le supplenze saranno prorogate fino al 31/08.

Trattandosi di supplenze fino al termine dell'attività didattica devono essere conferite utilizzando le graduatorie ad esaurimento e pertanto i posti da coprire vanno comunicati all'ambito territoriale per l'attivazione delle procedure di convocazione. Nel caso di insegnamenti per i quali già a inizio d'anno le Graduatorie ad esaurimento sono risultate esaurite la competenza è direttamente del dirigente scolastico che utilizzerà le graduatorie d'istituto a partire dalla prima fascia.