FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3898684
Home » Scuola » Piano Azione Coesione: ecco le graduatorie dei "prototipi di azioni educative in aree di grave esclusione sociale e culturale"

Piano Azione Coesione: ecco le graduatorie dei "prototipi di azioni educative in aree di grave esclusione sociale e culturale"

Riguardano le regioni dell'area convergenza Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

19/12/2012
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Il 18 dicembre la  Direzione Generale per gli Affari Internazionali del MIUR ha reso note le graduatorie relative alla "Realizzazione di prototipi di azioni educative in aree di grave esclusione sociale e culturale, anche attraverso la valorizzazione delle reti esistenti" nell'ambito del Piano Azione Coesione.

Le graduatorie, redatte ai sensi della alla circolare n.11666 del 31 luglio 2012, riguardano l'individuazione delle scuole capofila per la realizzazione di progetti finalizzati a contrastare i fenomeni di fallimento formativo precoce in aree di esclusione sociale e culturale delle regioni dell'area convergenza, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Nelle graduatorie sono state inserite solo le scuole che hanno conseguito il punteggio minimo di 12 punti. Gli istituti le cui candidature sono state valutate con punteggio inferiore a 12 o inammissibili, riceveranno, invece, una comunicazione individuale.

Da segnalare che la procedura di selezione delle scuole capofila è stata svolta a livello centrale dal MIUR  in base ai seguenti criteri:

  1. istituti scolastici che abbiano esperienze significative di coordinamento e di collaborazione in rete con altre istituzioni scolastiche e con altri soggetti del territorio (ad esempio partecipazione a progetti quali Le(g) Ali al sud, progetto Helianthus, etc…);
  2. istituti scolastici che nella Programmazione 2000/2006 sono stati Centri Risorse per il recupero e il contrasto della dispersione scolastica e/o Centri Polifunzionali di Servizio;
  3. istituti scolastici che possano dimostrare di avere effettuato negli ultimi tre anni esperienze di ricerca, intervento, e sperimentazione didattica nel campo della dispersione scolastica e del contrasto del disagio giovanile;
  4. istituti scolastici dotati di strutture e infrastrutture adeguate specificate nella circolare 11666/12

Dalla comunicazione del MIUR non si evince se tutte le scuole inserite nelle graduatorie regionali saranno selezionate per realizzare concretamente l'azione messa a bando e si limita ad informare che "per eventuali ulteriori informazioni si invita a contattare questa Autorità di Gestione all'indirizzo email: ponscuola.comunicazione@istruzione.it"

Dopo la fase di selezione degli istituti scolastici capofila, si darà avvio alla fase due che consisterà nell'affidamento a tali istituti e ai loro partner di rete della presentazione di progetti, che saranno realizzati negli anni scolastici 2012/13 e 2013/14. In base a quanto previsto dalla circolare 11666/12, il ministero pubblicherà delle specifiche Linee guida per la definizione degli interventi e organizzerà incontri di consulenza e supporto alle reti nella fase di stesura dei progetti esecutivi.

.

Servizi e comunicazioni

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook