FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3813435
Home » Scuola » La mobilitazione FP del 4 maggio e i suoi risultati

La mobilitazione FP del 4 maggio e i suoi risultati

La Lombardia vuole il rispetto dell'accordo sull'accreditamento

10/05/2001
Decrease text size Increase  text size

Dopo l'invito unitario nazionale ad attivare nelle regioni iniziative di protesta a causa degli ostacoli, spesso strumentali, che alcune regioni hanno frapposto, in sede di conferenza stato-regioni, all'approvazione del provvedimento sull'accreditamento delle sedi formative, in tutte le regioni sono state attivate iniziative di protesta nei confronti degli assessori regionali competenti, del governo nazionale rappresentato dal sottosegretario al lavoro, del presidente della conferenza stato- regioni, inviando fax, lettere e telegrammi, organizzando assemblee e mobilitando i lavoratori, sollecitando richieste di chiarimenti ed incontri con i rappresentanti istituzionali regionali. In diversi casi sono state accolte le richieste di confronto e gli interlocutori istituzionali hanno assunto l'impegno a riportare in sede nazionale l'esigenza del settore della formazione professionale di vedere definitivamente compiuto il quadro di riforma della formazione professionale come riferimento valido per tutte le regioni, nella consapevolezza che da ciò dipende in gran parte la possibilità di consolidare sistemi regionali di formazione professionale trasparenti ed efficienti e, d'altro canto, di avere a disposizione strumenti importanti per fronteggiare la crisi di transizione che il settore sta attraversando, con la minaccia di conseguenze drammatiche sugli stessi livelli occupazionali e sulla possibilità di rinnovare il contratto nazionale di categoria. Da parte del governo si profila la possibilità che il provvedimento sull'accreditamento sia portato all'approvazione della conferenza stato-regioni nella prossima seduta che sarà successiva alla data delle elezioni politiche nazionali. Alcuni interlocutori istituzionali hanno rifiutato il confronto, mentre da parte del governo non viene ancora assunto esplicitamente l'impegno a far approvare il provvedimento sull'accreditamento nei termini fissati con l'accordo sottoscritto lo scorso 8 di marzo. Ciò significa che lo stato di mobilitazione della categoria deve continuare ed essere rafforzato rispetto ad una situazione che non solo non evolve positivamente ma rischia di regredire rispetto ad elementi condivisi e quindi considerati acquisiti da parte di tutti i soggetti coinvolti.

Roma, 10 maggio 2001
___________________________

VERBALE INCONTRO TRA ASSESSORE REGIONALE F.P. E LAVORO R.L.OO.SS. CGIL-CISL-UIL CONFEDERALI; CGIL-CISL-UIL SCUOLA

Nell'ambito delle relazioni sindacali tra l'Assessore Istruzione Formazione e Lavoro Dott. Alberto Guglielmo, le Organizzazioni Sindacali Confederali Cgil-Cisl-Uil e le categorie scuola rappresentate dalle stesse sigle sindacali, si registra in data odierna un incontro, richiesto dalle OO.SS., nell'ambito della mobilitazione degli operatori della formazione professionale convenzionata proclamata dalle Segreterie nazionali Cgil-Cisl.Uil Scuola.

L'incontro richiesto mette in evidenza la difficoltà registrata in sede nazionale, nell'ambito della Conferenza Stato-Regioni, all'approvazione del Regolamento relativo all'Accreditamento delle strutture formative. Tale situazione, a giudizio delle parti convenuti, è ritenuta un danno per i sistemi formativi regionali che ormai da diverso9 tempo attendono la definizione degli standards nazionali, tramite regolamento previsto dalla legge nazionale 196/07 e definito anche dall'accordo Stato Regioni, OO.SS. e Enti di formazione dell'8/3/2001 per poter operare in modo congruente all'accreditamento delle strutture formative regionali e per agire nel rispetto della salvaguardia delle singole specificità.

Le delegazioni, pertanto, convengono che tale situazione di stallo debba immediatamente cessare. In tal senso l'Assessore regionale Dott. Alberto Guglielmo si impegna ad intervenire a sostegno della rapida approvazione del regolamento sull'Accreditamento, affinchè già dalla prossima seduta della Conferenza Stato-Regioni si proceda all'approvazione, in totale sintonia con quanto già sottoscritto in materia nel Protocollo d'intesa del 21.2.2001.

L'Assessore regionale Formazione Istruzione e Lavoro

Cgil - Lombardia
Cisl - Lombardia
Uil - Lombardia
Cgil Scuola reg.
Cisl Scuola reg.
Uil Scuola reg.

Servizi e comunicazioni

Il CAAF CGIL ti è vicino
Il CAAF CGIL ti è vicino
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook