FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3762091
Home » Scuola » La Direttiva sugli Incarichi di Presidenza 2006-2007

La Direttiva sugli Incarichi di Presidenza 2006-2007

Accolte tutte le nostre richieste

28/02/2006
Decrease text size Increase  text size

Nell’incontro svoltosi ieri con il MIUR circa l’assegnazione degli Incarichi di Presidenza nell’anno scolastico 2006-2007 l’Amministrazione ci ha presentato le linee portanti della Direttiva che dall’anno prossimo sostituirà la tradizionale Ordinanza Ministeriale sugli incarichi, ormai disattivata dalla legge 43/2005.

Nel presentare la Direttiva, il Direttore generale Dott. Cosentino ha annunciato che si consentirà a chi aveva svolto l’incarico di Presidenza negli anni passati ma non aveva ottenuto quest’anno l’incarico per mancanza di posti nella provincia di poter assumere l’incarico al pari degli altri Presidi Incaricati.

Era una richiesta particolarmente pressante avanzata da noi in tutte le sedute di confronto avute in precedenza e prendiamo atto con soddisfazione della cosa. Anche perché ciò non solo risponde alla tutela di un diritto degli interessati ma risponde ad un interesse generale della scuola e dei Dirigenti Scolastici titolari perché si ridurranno le reggenze da assegnare.

Infatti, dopo i movimenti dei Dirigenti Scolastici titolari, seguiranno le assegnazioni degli incarichi, come è sempre avvenuto, e infine si assegneranno le reggenze.

Riepilogando, la Direttiva si baserà sui seguenti criteri:

  • tutti Presidi Incaricati faranno domanda formale al proprio CSA per essere confermati nella scuola di servizio o per chiedere un’altra sede, indicando il punteggio della graduatoria di quest’anno;

  • chi non ottiene la conferma, che avrà sempre priorità rispetto agli altri movimenti, perché occupata da un Dirigente Scolastico titolare, sarà assegnato ad altra sede secondo l’ordine della graduatoria di quest’anno scolastico (non sarà compilata una nuova graduatoria perché non potranno essere assegnati nuovi incarichi);

  • chi perde posto nel proprio settore formativo potrà essere assegnato in altro settore della provincia;

  • chi non ottiene posto nella provincia potrà chiedere l’incarico in altra provincia della regione;

  • saranno confermate le precedenze di legge (handicap, chi è in possesso di titolo per le scuole speciali dei sordomuti e non vedenti) già previste dall’Ordinanza;

  • nelle domande si indicheranno le preferenze delle sedi e la disponibilità, in caso di mancanza di posti, di essere assegnati in altro settore della provincia o in altra provincia della regione indicandone l’ordine di preferenza;

  • i Presidi Incaricati non in servizio quest’anno potranno essere nominati al pari degli altri e con gli stessi criteri;

  • le domande saranno avanzate dal 20 aprile al 20 maggio 2006.

La Direttiva dovrà essere sottoposta all’approvazione della Corte dei Conti

Roma, 28 febbraio 2006

Servizi e comunicazioni

Il CAAF CGIL ti è vicino
Il CAAF CGIL ti è vicino
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook