FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3809847
Home » Scuola » Intesa funzioni aggiuntive Ata

Intesa funzioni aggiuntive Ata

l’intesa sottoscritta con i Sindacati scuola, l’8 Novembre 2001, sulla distribuzione delle funzioni aggiuntive del personale ATA per l’anno scolastico 2001/2002

14/11/2001
Decrease text size Increase  text size

Il MIUR con nota prot. 597 del 13 Novembre 2001 ha trasmesso l’intesa sottoscritta con i Sindacati scuola, l’8 Novembre 2001, sulla distribuzione delle funzioni aggiuntive del personale ATA per l’anno scolastico 2001/2002. I Provveditorati dovranno entro 10 giorni dalla ricezione attivare la sede di contrattazione decentrata provinciale con i sindacati per definire le modalità di distribuzione delle F.A. alle scuole.

I dirigenti scolastici, sulla base delle quote assegnate in per ogni scuola dovranno attivare la contrattazione con le RSU ed entro 20 giorni comunicare all’Ufficio scolastico provinciale l’eventuale numero di funzioni .aggiuntive non utilizzate che saranno ridistribuite secondo i criteri definiti in sede di contrattazione provinciale.

L’intesa sulla distribuzione delle funzioni aggiuntive ha ripreso quanto previsto dal CCNL, dall’accordo sul biennio economico che in particolare ha modificato il profilo del collaboratore scolastico e dalla sequenza contrattuale che ha apportato alcuni chiarimenti e modifiche in materia di prestazioni aggiuntive.

In particolare segnaliamo gli obblighi che ne divengono per le scuole con presenza di alunni in situazione di handicap e per le scuole materne.

In queste situazioni le F.A. assegnate debbono essere prioritariamente utilizzate per le attività di assistenza per l’handicap e per i bambini di scuola materna.

E’ importante che in sede di contrattazione di scuola questa priorità sia garantita e prevista nell’accordo sull’organizzazione del lavoro e sulla gestione del fondo di scuola.

A tale scopo nel caso che il numero di funzioni per i collaboratori scolastici assegnate sia insufficiente occorre accedere al fondo di scuola per istituirne un numero adeguato a garantire lo svolgimento delle attività aggiuntive di assistenza previste e programmate.

In merito allo svolgimento delle attività di supporto all’handicap, anche a seguito della denuncia fatta in una recente trasmissione televisiva di alcuni casi di mancata assistenza, abbiamo richiesto al MIUR un confronto specifico per individuare ulteriori risorse, lo svolgimento delle attività di formazione per il personale ATA mai avviate, il recupero dei posti d’organico tagliati con il recente decreto.

Per una ulteriore valutazione del contenuto dell’intesa conseguita vi rimandiamo alle note già pubblicate nei giorni scorsi.

Alla nota ministeriale sono allegati:

Roma, 14 novembre 2001

Servizi e comunicazioni

Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook