FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3826573
Home » Scuola » Incontro sulla formazione

Incontro sulla formazione

Si è tenuto oggi, 22 ottobre, un incontro sulla formazione in cui il MIUR ha presentato alle organizzazioni sindacali l’impianto formativo realizzato dall’INDIRE

23/10/2003
Decrease text size Increase  text size

Si è tenuto oggi, 22 ottobre, un incontro sulla formazione in cui il MIUR ha presentato alle organizzazioni sindacali l’impianto formativo realizzato dall’INDIRE in cui sono previsti tre ambiti in un unico contenitore che si intitola “formazione per la CM 61/2003”.

Il Miur ha precisato che si tratta di una proposta di formazione on-line che “offre” materiali e riflessioni ma saranno (devono essere, aggiungiamo noi) le singole scuole, nella loro autonoma progettazione, a scegliere la propria formazione, di cui il materiale illustrato rappresenta uno dei contributi possibili.

Sono stati inoltre presentati dall’INDIRE alcuni dati sulla formazione on-line degli anni precedenti: in particolare abbiamo appreso che sono stati 4.013 gli insegnanti che hanno partecipato alla formazione sulla sperimentazione della controriforma Moratti (quella in base alla CM 100, cioè le 251 scuole) di cui 1147 hanno lavorato sull’informatica e 735 sull’inglese.

La valutazione dei dati emersi nel successivo monitoraggio ha evidenziato un buon livello di soddisfazione per informatica ed inglese, mentre sui contenuti della pseudo- riforma l’insoddisfazione è più rilevante.

Nel merito della proposta formativa illustrata oggi abbiamo sollevato alcune questioni:

* Il DM 61 ha avuto, come noto, una vita difficile ed un seguito chiarificatore nelle CM 66, 68, 69: quindi la formazione deve muoversi nel rispetto delle scelte delle singole scuole.
* La centralità della scelta autonoma da parte delle singole scuole va riaffermata per evitare l’ idea di formazione forzata cui abbiamo già assistito e che abbiamo decisamente contrastato.
* Sono comprensibili le sezioni di informatica ed inglese mentre appare dubbia la sezione relativa alla legge Moratti: infatti se si tratta di materiali informativi del percorso legislativo fin qui effettuato, essi vanno correttamente denominati; sarebbe invece inaccettabile la riproposizione del materiale usato per la formazione basata sul DM 100 poiché i suoi contenuti sono stati superati. Perciò sarebbe opportuno spostare la voce.
* Nel materiale predisposto appare più volte la parola “tutor” intesa come tutor dei percorsi formativi individuati dall’INDIRE; l’ambiguità che genera nel contesto è stridente e merita una correzione mentre restano dubbie le intenzioni sulla individuazione di nuove funzioni, non chiare nelle forme di scelta e nelle competenze necessarie.
* Infine abbiamo chiesto che anche alle organizzazioni sia dato l’accesso alla piattaforma per evitare l’assenza di informazioni che si è verificata, per esempio, con le TIC e per poter verificare i contenuti formativi proposti

Roma, 23 ottobre 2003

Altre notizie da:

Servizi e comunicazioni

Il CAAF CGIL ti è vicino
Il CAAF CGIL ti è vicino
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook