FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3955601
Home » Scuola » Il manifesto per una didattica inclusiva in pillole: strumenti collettivi della relazione educativa

Il manifesto per una didattica inclusiva in pillole: strumenti collettivi della relazione educativa

Pillola numero 6: autonomia scolastica e organi collegiali

27/04/2020
Decrease text size Increase  text size

manifesto-7-pillole-sito-06-2La collegialità, e non l’iniziativa dei singoli docenti, continua a essere una funzione inderogabile di orientamento e progettazione che va esercitata anche nell’emergenza nel rispetto della normativa vigente, con modalità flessibili e un’articolazione agile e funzionale degli organismi: consigli di classe, team dei docenti, dipartimenti, ecc.

Le scelte didattiche sono compiute nel rispetto dei contesti e delle caratteristiche del territorio e, grazie agli strumenti forniti dall’autonomia scolastica, riescono a declinare la specifica finalità istituzionale della scuola nei confronti dei propri studenti.

I Consigli di Classe programmano l’attività formativa in funzione dei bisogni di ciascuna classe, scegliendo e adattando al contesto le finalità, gli obiettivi, le metodologie indicate dal Collegio dei docenti: non si tratta di azioni burocratiche, ma di azioni di forte valenza pedagogica, perché attraverso il confronto si acquisiscono prospettive diverse, con l’arricchimento di modelli di relazioni educative non sempre sovrapponibili.

Puoi sottoscrivere il Manifesto per una didattica inclusiva a questo link.

Servizi e comunicazioni

Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook