FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3957760
Home » Scuola » I sindacati scrivono al Ministero dell'istruzione: ritardi e inadeguatezza nelle procedure propedeutiche all'avvio dell'anno scolastico

I sindacati scrivono al Ministero dell'istruzione: ritardi e inadeguatezza nelle procedure propedeutiche all'avvio dell'anno scolastico

Errori nelle graduatorie per le supplenze e nella procedura informatizzata per i ruoli, problemi anche sulla copertura dei posti di DSGA.

26/08/2020
Decrease text size Increase  text size

Le organizzazioni sindacali scrivono al Ministero per lamentare scelte inadeguate e ritardi nella determinazione di procedure atte al regolare avvio dell'anno scolastico. In particolare evidenziano i problemi relativi alle GPS, alle procedure informatizzate per le nomine in ruolo, alle operazioni di assegnazione ed utilizzo del personale di ruolo, alla copertura dei posti di DSGA. 

Per questi motivi, le scriventi organizzazioni sindacali ritengono necessario la convocazione urgente di tavoli di confronto specifici sulle problematiche esposte, in modo da individuare in modo condiviso le soluzioni più idonee per superare le criticità evidenziate. Diversamente, davanti al persistere dell'Amministrazione nel prendere decisioni in modo unilaterale, le scriventi organizzazioni sindacali non potranno esimersi, là dove necessario, dall’adottare tutti gli strumenti a tutela dei propri iscritti.

Loghi unitari

Dott. Luigi Fiorentino
Capo di Gabinetto del Ministro dell’Istruzione

Dott. Marco Bruschi
Capo Dipartimento Istruzione

Dott. Filippo Serra
Direttore Generale del Personale

Oggetto: Adempimenti indispensabili per la garanzia di riapertura delle scuole di ogni ordine e grado per l’anno scolastico 2020/2021.

Le Segreterie nazionali delle scriventi Organizzazioni Sindacali, al fine di garantire una riapertura delle scuole Statali nel rispetto delle norme di legge vigenti ed in considerazione della situazione epidemiologica da Covid-19, ritengono necessario evidenziare, ancora una volta, l’esigenza di risposte immediate e chiare da parte della Amministrazione scolastica alle seguenti criticità.

1. Procedura informatizzata per le nomine in ruolo

Pur considerato che l’Amministrazione intende concludere le ordinarie operazioni di assunzione a tempo indeterminato entro la data del 26 agosto 2020, tuttavia vengono segnalati alcuni problemi del funzionamento del sistema tanto da imporre ad alcuni Uffici Scolastici Regionali un posticipo delle operazioni.

Tenuto conto anche del limitato tempo a disposizione degli aspiranti per l’effettuazione della scelta delle sedi, risulta indispensabile un immediato intervento presso il gestore informatico per la risoluzione di tutti i problemi sino ad oggi riscontrati.

È inoltre necessario che gli Uffici Scolastici Regionali individuino una procedura per la comunicazione delle eventuali rinunce da parte degli aspiranti.

2. Operazioni di assegnazioni ed utilizzi del personale di ruolo

Nel rispetto e nell’applicazione del vigente CCNI sulle utilizzazioni e tenuto conto della introduzione delle nuove Graduatorie Provinciali per le Supplenze di sostegno, è indispensabile che l’Amministrazione comunichi ai singoli ambiti territoriali il numero dei posti da accantonare e destinare al personale di ruolo per le immissioni in ruolo e per le nomine annuali del personale precario nelle GAE e GPS di prima fascia fornito del titolo per l’insegnamento sul sostegno, per consentire le successive assegnazioni provvisorie del personale privo di titolo ma con il previsto servizio sul sostegno, come previsto dal CCNI sulla mobilità annuale 2019-22.

3.Copertura dei posti da DSGA

Nelle regioni in cui le graduatorie concorsuali vengono pubblicate entro il 31 agosto 2020 si deve dar luogo alle assunzioni a tempo indeterminato attraverso lo scorrimento delle graduatorie della medesima procedura.

Negli altri casi deve essere data applicazione alle regole contenute nel vigente CCNI sulle utilizzazioni (art.14) riguardanti gli assistenti amministrativi facenti funzioni.

4.GPS

Tenuto conto che la presentazione delle istanze è stata programmata in soli 15 giorni e che la procedura è stata oggetto di repentine modifiche e successivi chiarimenti, risulta indispensabile fornire indicazioni agli Uffici Scolastici degli ambiti territoriali al fine di consentire una corretta ed uniforme validazione delle domande.

In particolare si evidenzia la necessità di precise indicazioni sulla valutazione dei servizi quali specifici o aspecifici (i codici sono cambiati nel corso dell’ultima settimana), sull’accesso alle classi di concorso di strumento musicale presso i licei musicali (per la seconda fascia il requisito del servizio specifico, benché previsto dall’ordinanza ministeriale, negli ultimi giorni disponibili è stato cancellato, con la necessità di procedere all’esclusione delle domande presentate senza tale requisito), sulla predisposizione degli elenchi dei docenti idonei all’insegnamento della lingua inglese della scuola primaria (la procedura non consentiva agli aspiranti di comunicare il possesso dell’idoneità), sulla predisposizione degli elenchi dei docenti in possesso dell’idoneità all’insegnamento per gli indirizzi didattici differenziati (es. Montessori).

Pertanto, al fine di evitare inutili quanto dannosi contenziosi che rischierebbero di far ritardare l’introduzione del nuovo sistema di graduatoria per le supplenze, risulta assolutamente indispensabile integrare l’OM 60 del 10.07.2020 con la previsione di graduatorie provvisorie per consentire agli aspiranti la verifica del proprio punteggio e la presentazione, anche in tempi ristretti, di eventuali reclami in sede amministrativa.

Appare del tutto evidente che la mancata risoluzione delle criticità sopra illustrate impedirà la regolare ripartenza dell’anno scolastico, non consentendo alle istituzioni scolastiche di poter utilizzare il personale necessario indispensabile per l’organizzazione di una efficace azione didattica.

A questo proposito, riteniamo sia indispensabile anche un intervento mirato che, attraverso un percorso di contrattazioni e/o di intese anche a livello regionale, riesca a definire e risolvere ogni specifico aspetto problematico.

Per questi motivi, le scriventi Organizzazioni Sindacali ritengono necessario che l’Amministrazione convochi urgentemente dei tavoli di confronto specifici sulle problematiche sopra esposte, in modo da individuare in modo condiviso le soluzioni più idonee per superare le criticità esposte.

Diversamente, nel caso in cui l’Amministrazione persista nell’attuare decisioni in modo unilaterale, le scriventi OO.SS. non potranno esimersi, là dove necessario, dall’adottare tutti gli strumenti a tutela dei propri iscritti nelle sedi ritenute competenti.

In attesa di riscontro, cordiali saluti

Roma, 21 agosto 2020

FLC CGIL
Francesco Sinopoli
CISL FSUR
Maddalena Gissi
UIL Scuola RUA
Giuseppe Turi
SNALS Confsal
Elvira Serafini
GILDA Unams
Rino Di Meglio

Servizi e comunicazioni

Il CAAF CGIL ti è vicino
Il CAAF CGIL ti è vicino
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook