FLC CGIL
Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3809679
Home » Scuola » Graduatorie permanenti: scheda di sintesi in merito alle ulteriori istruzioni (vedi nota 7 giugno)

Graduatorie permanenti: scheda di sintesi in merito alle ulteriori istruzioni (vedi nota 7 giugno)

Graduatorie permanenti: scheda di sintesi in merito alle ulteriori istruzioni (vedi nota 7 giugno)

19/06/2000
Decrease text size Increase  text size

  • Tutte le indicazioni richieste nella modulistica ai fini delle supplenze ( modelli 3 e 4) hanno validità annuale e quindi incidono solo sull’a.s. 2000/2001 e le stesse potranno essere modificate e/o integrate alla luce dell’emanazione (prossima) del regolamento sulle supplenze. Quindi eventuali errori dovuti anche ad alcune imprecisioni contenute nella modulistica stessa o nei codici delle scuole, potranno essere corretti successivamente.

  • Il voto di abilitazione, conseguito con i concorsi riservati indetti con le OO.MM. 153/99 e 33/2000, è già in centesimi e quindi non si applica in tal caso la disposizione contenuta nelle avvertenze alla tabella A del DM 146 (opzione tra punteggio complessivo in centesimi o delle sole prove d’esame rapportato a 100).

  • Il voto complessivo di abilitazione conseguito in classi di concorso che sono considerate corrispondenti ad altre ( es. 52/A o 49/A) e costituito sia dalle prove che dal servizio specifico, sarà attribuito anche per l’iscrizione nella altre a cui l’abilitazione dà accesso. Al contrario per le abilitazioni relative alle classi di concorso ricomprese negli ambiti da 1 a 6, il voto sarà distinto e costituito dalla somma dal voto delle prove (comune) e del servizio (specifico di ciascuna).

  • Rimangono in sospeso ancora chiarimenti (c’è l’impegno a darli a breve) su quale punteggio attribuire in caso di intreccio tra vecchie abilitazioni e nuove (ottenute con il riservato) che conferiscono automaticamente altre abilitazioni. Sarà la media? (es. matematica, vecchia abilitazione ed un punteggio e fisica con il riservato ed altro punteggio con parametri diversi. Quale punteggio per matematica e fisica?.

  • Per il requisito del servizio dei 360 giorni statali per l’ingresso in 2° e 3° fascia, il computo va fatto separatamente per la scuola materna ed elementare da un lato e scuola secondaria o personale educativo dall’altro. Cioè rimane lo stesso requisito previsto dai soppressi concorsi per soli titoli che è diverso dal requisito di accesso ai concorsi riservati (con l’OM 153799 e 33/2000 si cumula tutto).

  • Coloro che hanno superato il concorso indetto ai sensi dei decreti del 31 marzo, 1, 2, e 6 aprile 1999, ancora in corso in alcune province e terminato in altre, non entrano, nemmeno in 4° fascia, in graduatoria permanente dal momento che non si realizza la condizione che "l’approvazione delle graduatorie in tutto il territorio nazionale debba avvenire entro il 31 marzo, per le nomine del successivo anno scolastico" come previsto dall’art. 4 comma 1 del regolamento DM 123/00 sulle graduatorie permanenti. Questo anche per evitare conseguenti disparità di trattamento tra le varie province. L’inserimento di tali vincitori di concorso avverrà per tutti il prossimo anno.

  • Il personale che è già presente in 2 province (1°fascia), può trasferirsi e/o aggiornare e ne sceglie una per le supplenze sia lunghe che brevi. Se ha i requisiti per altre nuove inclusioni (in 2° e/o 3° fascia) è vincolato ad una delle due province (non è possibile una terza) ed è vincolato, per le supplenze, alla provincia scelta a questo scopo (tra le due delle precedenti inclusioni) sia per quelle lunghe che per le brevi. Solo per chi è inserito in una sola provincia per tutte le tipologie o classi di concorso di inclusione vecchie e nuove, può cambiare provincia per le supplenze brevi (30 scuole)

  • Il modello 3, che serve per dichiarare l’interesse o meno alle supplenze del Provveditore (evitando le vecchie sanzioni in caso di rinuncia o di mancata presentazione) e che ha validità annuale in base al regolamento sulle supplenze (di prossima emanazione) va allegato ovviamente alla domanda inviata al provveditore della provincia richiesta per l’inclusione sia per le immissioni in ruolo che per le supplenze lunghe. Quindi la parte tra parentesi di pagina 5 del modello 2, alla voce "allega" e riferita al modello 3, è errata. E’ corretta invece l’annotazione successiva (sempre tra parentesi) e riferito all’allegato 4 che si invia al Provveditore delle 30 scuole.

  • Per l’inclusione dei responsabili amm.vi, dal momento che l’art. 51 del CCNI/99 ha modificato dal prossimo anno il sistema delle sostituzioni in caso di assenza, non ci sono i modelli specifici per le supplenze.

Servizi e comunicazioni

Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook