FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3884814
Home » Scuola » Firmato il D.M. sugli inidonei. La domanda per i profili ATA è facoltativa

Firmato il D.M. sugli inidonei. La domanda per i profili ATA è facoltativa

Domande volontarie entro mercoledì 21 settembre 2011. La FLC pronta a tutelare i lavoratori penalizzati. Sede, retribuzione, inquadramento professionale e mobilità intercompartimentale debbono essere contrattati

12/09/2011
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

I docenti inidonei avranno una settimana in più per presentare domanda di passaggio nei profili ATA. Lo ha stabilito il Decreto Ministeriale 79/2011 appena emanato in applicazione della manovra finanziaria di luglio 2011 (comma 12 dell’art. 19 della L. n. 111/ 2011).

Cosa prevede il D.M.

La domanda è volontaria. In caso di mancata presentazione le altre possibilità sono:

  1. mobilità intercompartimentale
  2. dispensa dal servizio
  3. domanda di pensione.

Al personale che farà domanda di passaggio verrà assegnata subito una sede provvisoria, mentre l’assegnazione della sede definitiva sarà regolata dal contratto integrativo nazionale sulla mobilità per il 2012/2013.

Al contrario, chi non presenterà domanda di passaggio nei profili Ata, potrà successivamente partecipare alla mobilità intercompartimentale in base al decreto che dovrà essere emanato dal Ministro della Funzione Pubblica. Nel frattempo questi docenti rimangono utilizzati nell’attuale sede di servizio, dal  momento che resta pienamente valido il loro contratto individuale di lavoro sottoscritto sulla base del Ccni del giugno 2008. 

I risultati ottenuti dalla FLC

Si tratta di un primo risultato, sul piano della chiarezza, ottenuto dopo l’incontro che si è svolto a fine agosto al Miur sulle modalità di applicazione di questa brutta legge.

In quell’occasione avevamo chiesto di:

  • regolare, sulla base di un accordo sindacale, le forme di utilizzazione di questo personale che sia compatibile con il loro stato di salute nel rispetto delle professionalità acquisite
  • spostare l’operazione di trasferimento verso altri profili/altre amministrazioni al momento in cui saranno chiarite tutte le opzioni in campo, riversando i posti accantonati nel contingente delle immissioni in ruolo ATA.

Grazie alle pressioni della FLC è stato definitivamente chiarito che non sussiste alcun obbligo da parte di questi docenti di passare nei profili ATA.  

Il Miur è così miope tanto da non cogliere appieno il fatto che questi docenti non sono uno spreco da eliminare, ma una risorsa importante per la scuola dell’autonomia. Per tale ragione siamo convinti che vada trovata una soluzione contrattuale che consenta l’utilizzo di questo personale a supporto delle attività legate all’attuazione del POF.

Le valutazioni e le proposte della FLC

Rimane fermo il giudizio assolutamente negativo già espresso dalla FLC CGIL su questo provvedimento di legge che mette in discussione la professionalità di docenti e Ata, con la sola finalità di licenziare ancora altri precari (3.900 assistenti). Anche l’uscita del D.M. 79 non scioglie tutti i nodi di questa vicenda. Pertanto abbiamo già dato mandato ai nostri legali di valutarlo sotto il profilo della legittimità costituzionale.

Ci batteremo per ottenere, attraverso un accordo sindacale, certezze sulla futura collocazione (sede, retribuzione, inquadramento professionale) di questi docenti.

La FLC CGIL, come già annunciato, si  riserva di impugnare quei  provvedimenti che potrebbero penalizzare questo personale sotto il profilo economico e giuridico.

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, la nostra rivista mensile
Articolo 33, la nostra rivista mensile
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook