FLC CGIL
Inchiesta nazionale sul lavoro promossa dalla CGIL

http://www.flcgil.it/@3865449
Home » Scuola » Estero. Esito dell’incontro sindacale con il MAE del 29 settembre

Estero. Esito dell’incontro sindacale con il MAE del 29 settembre

Oltre alle questioni sulle RSU sono state affrontati e calendarizzati gli incontri su contingente, Mof e confronto sul bando relativo alle prove di accertamento. L’Amministrazione una informativa di massima sullo stato delle nomine. Ormai è certo: il bando e le prove di accertamento linguistico slittano in attesa di avere la copertura finanziaria. Ancora una volta disatteso il contratto.

01/10/2009
Decrease text size Increase  text size

Oltre alle questioni relative alle RSU, commentate separatamente in uno specifico resoconto, l’incontro, tenuto al MAE, il 29 settembre u.s. tra delegazioni di parte pubblica e di parte sindacale ha affrontato un’altra serie di questioni che necessitano una conclusione concertata a breve per dare seguito ai relativi e successivi adempimenti.

Calendarizzazione degli incontri
E’ stata concordata una calendarizzazione di massima degli incontri su materie monotematiche in maniera tale da affrontare e definire le questioni relative, in particolare, ai MOF, alla definizione del Contingente per l’anno scolastico 2010/2011 e al profilo dei Dirigenti scolastici in servizio nelle sedi estere. A tal proposito l’Amministrazione si è impegnata a fornire alle OO.SS. la relativa documentazione per poi avviare il confronto.

Prove di selezione
L’Amministrazione ha informato ufficialmente e laconicamente la delegazione di parte sindacale che il bando per l’indizione delle prove di selezione slitterà in quanto non c’è la copertura finanziaria. La richiesta di reperire dette risorse in occasione dell’assestamento del Bilancio non ha prodotto risultati, pertanto sarà necessario aspettare la prossima legge finanziaria per reperire le risorse necessarie e una volta accertate verrà pubblicato il relativo bando e i successivi adempimenti.

La FLC Cgil e le altre OO.SS. hanno rilevato che ancora una volta il MAE ha disatteso gli impegni contrattuali a suo tempo assunti e che il tutto è dovuto a dir poco alla negligenza di chi aveva il compito in sede di elaborazione di bilancio di prevedere le risorse necessarie per procedere agli adempimenti relativi.

Questo significa - hanno ancora sottolineato la FLC Cgil e le altre OO.SS. - che il ritardo comporta due problemi in particolare che devono essere affrontati con la dovuta attenzione:

  • chiedere e verificare in occasione delle predisposizione del bilancio del MAE la copertura finanziaria adeguata specifica per rendere esigibile tale impegno contrattuale

  • affrontare il problema delle graduatorie esaurite in maniera chiara e trasparente in coerenza con le previsioni contrattuali

Rimane comunque inammissibile per le OO.SS. la posizione del MAE che sulle questioni riguardanti l’estero e in particolare la mobilità professionale ovvero l’invio all’estero del personale della scuola continui ad esserci un atteggiamento di ingiustificata insufficienza. Le OO.SS. si sono riservate di intervenire anche presso altre sedi affinché ci sia il pieno rispetto delle norme e della tempistica contrattuale.

Le OO.SS. hanno chiesto per accelerare i tempi di procedere e concludere il confronto sul bando in maniera tale da essere pronti nel momento stesso in cui si rendono disponibili le relative risorse economico per i relativi adempimenti.

MOF
Il Mae ha annunciato che non intende apportare modifiche a quanto concordato nell’intesa del 2008 e pertanto , in occasione del prossimo incontro, sottoporrà all’approvazione delle OO.SS. il relativo documento. Le OO.SS. su tale materia hanno ribadito la necessità di accelerare l’iter dei pagamenti dei MOF dello scorso anno intervenendo direttamente sulle Amministrazioni coinvolte. Inoltre hanno sottolineato il rispetto della norma contrattuale che prevede esplicitamente di rimettere al CCNL le risorse non utilizzate trattandosi appunto di risorse contrattuali.

Contingente
Nei prossimi giorni l’Amministrazione inoltrerà alle OO.SS. la documentazione da inviare alle sedi relativa all’apertura delle procedure di concertazione su tale materia. Era scontato, ma comunque è stato ribadito dalle OO.SS. che tutto l’iter della procedura di confronto ai vari livelli deve prevedere il coinvolgimento delle Rsu dove ci sono e dei responsabili territoriali/nazionali delle OO.SS.
La FLC Cgil e le altre OO.SS. hanno chiesto esplicitamente di essere informati preventivamente, in sede di predisposizione della finanziaria 2010, sulle intenzioni del MAE rispetto al mantenimento dell’attuale organico.

Lo stato delle nomine
L’Amministrazione ha dato informazione sullo stato delle procedure di nomina sottolineando che sono pressoché definite e che la maggior parte del personale ha preso o prenderà servizio nei prossimi giorni.

Per le scuole comuni e per le scuole europee risultano 229 nominati. Tra questi sono circa una decina le nomine ancora non definitive ovvero in attesa di rilascio dei nulla osta da parte delle autorità locali. Ci sono problemi per il personale proveniente dalla Valle D’Aosta che ancora non concede l’autorizzazione per via di una polemica con il MIUR relativo alla copertura economica di questo personale.

Comunque allo stato attuale debbono prendere ancora servizio 3 docenti ad Asmara e 3 a Istanbul perché in attesa del rilascio da parte delle rispettive autorità locali dei relativi permessi di lavoro. Mentre per il personale, due unità, da inviare negli USA, sono sorti problemi relativi alla tipologia di visto di entrata. Il Mae si sta attivando con le autorità statunitensi per definire una volta per sempre questo problema. Infine c’è un contenzioso legale con un nominato che a dire del Mae non garantirebbe i cinque anni di incarico.

A nostro parere si tratta di una forzatura del Ministero in quanto l’unico vincolo, definito per legge, è l’impegno del docente a rimanere in servizio all’estero per lo meno tre anni. Sono state invece congelate tre posti Manchester, Amsterdam e Tunisi. I primi due per mancata formazione delle classi, quello di Tunisi per rinuncia da parte della scuola paritaria.

A tal proposito La FLC Cgil ha annunciato che, in occasione del confronto sul contingente, chiederà esplicitamente la chiusura di quel posto e l’attribuzione dello stesso ad un’altra sede per via delle discutibili posizioni assunte dall’ente gestore di quella scuola in questi ultimi due anni.

Per quanto riguarda i lettorati sono state fatte 54 nomine: 33 unità hanno già preso servizio, 5 unità sono in attesa di visto e perfezionamento dei documenti, 4 unità sono ancora della firma del Direttore Generale delle culturali del MAE, mentre per i restanti 12 si è in attesa del gradimento da parte delle Università.

Ad operazioni completate in via definitiva il MAE fornirà alle OO.SS. l’elenco dei nominati con punteggio e posizione in graduatoria.

La successiva riunione si dovrebbe tenere la settimana prossima e precisamente mercoledì 7 ottobre.

Roma 1 ottobre 2009

Servizi e comunicazioni

Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook