FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3944743
Home » Scuola » Docenti » Carta del docente: le somme residue disponibili dal 19 dicembre

Carta del docente: le somme residue disponibili dal 19 dicembre

Il MIUR informa inoltre della sospensione del sistema d’acquisto per 5 giorni e fino al 18 dicembre per consentire la funzionalità della piattaforma.

14/12/2017
Decrease text size Increase  text size

Come previsto e con un nuovo aggiornamento sul sito dedicato, il MIUR informa che sono rese disponibili, dal 19 dicembre, le somme residue non utilizzate del borsellino elettronico relativo all’accreditamento dell’anno scolastico 2016/2017.

Contestualmente viene resa nota la sospensione del sistema d’acquisto per 5 giorni e fino al 18 dicembre, per consentire la funzionalità della piattaforma.

Questo il testo:

“A partire da martedì 19 dicembre (nel corso della giornata) sarà possibile visualizzare ed utilizzare, nel sistema carta del docente, le somme non spese (o i bonus non validati) nei precedenti anni scolastici. Pertanto, al fine di effettuare gli adeguamenti informatici e le necessarie verifiche amministrative e contabili, gli esercenti ed i docenti non potranno utilizzare il sistema carta del docente dal giorno 14 dicembre a tutto il 18 dicembre”.

Stigmatizziamo il fatto che, ancora una volta e nonostante le reiterate richieste, il MIUR non provveda a dare a una connotazione formale a queste comunicazioni anche con la prevista informativa preventiva alle organizzazioni sindacali.

Servizi e comunicazioni

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Articolo 33, la nostra rivista mensile
Articolo 33, la nostra rivista mensile
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook