FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3886112
Home » Scuola » Docenti inidonei. Il MIUR fa il punto sulle domande presentate

Docenti inidonei. Il MIUR fa il punto sulle domande presentate

Fornito ai sindacati il quadro sulle domande di passaggio ai profili ATA presentate.

18/10/2011
Decrease text size Increase  text size

A conclusione del primo incontro sulla mobilità, il MIUR ha fornito ai sindacati un aggiornamento sui dati delle domande volontarie di passaggio nei ruoli Ata presentate complessivamente e nelle varie province, rispetto ai dati provvisori che erano stati forniti nel precedente incontro.

I dati definitivi confermano che le domande sono state complessivamente inferiori ai posti accantonati (1.300); che “solo” in 5 regioni le domande presentate sono state superiori al numero di posti accantonati; che quelle accolte nella prima provincia indicata sono pari a 796; che quelle accolte per altra provincia sono pari a 42; che il totale delle domande arrivano a 838.

Nel corso dell’incontro la FLC CGIL

  • ha ribadito la richiesta già più volte formulata  di rinvio di un anno di tutta l’operazione al fine di procedere subito allo sblocco di tutti i 1.300 posti accantonati per garantire il servizio nelle scuole, superando la fase attuale di nomine fino all’avente diritto. Questo, a maggior ragione, visto che le domande presentate sono inferiori al numero di posti accantonati e che, pertanto, possono tranquillamente essere recuperate negli accantonamenti già previsti per i prossimi due anni e, soprattutto, in attesa che si avvii la mobilità per altra amministrazione. Dal momento che il decreto n. 79 del 12/09/2011 ha previsto la possibilità di optare per questa mobilità anche a coloro che hanno chiesto di passare nei profili Ata, non avrebbe alcun senso occupare posti Ata ora, per poi liberarli in un secondo momento e magari anche in corso d’anno. In ogni caso lo sblocco dei posti accantonati, a favore delle immissioni in ruolo, va fatto subito quanto meno in tutte quelle province dove il numero di posti accantonati è superiore alle domande di passaggio effettivamente presentate.
  • La FLC CGIL ha poi richiesto, ancora una volta, l’apertura urgente di un tavolo di confronto contrattuale su tutti i problemi aperti (inquadramento, trattamento salariale, utilizzazione su sede provvisoria, mobilità per il 2012-2013, ecc…),
  • ed ha sollecitato l’amministrazione affinché chiarisca una volta per tutte il diritto a poter chiedere, da parte di chi è interessato, il collocamento in pensione per dispensa dal servizio senza ulteriori visite mediche.

Infine, al termine dell’incontro, su richiesta della FLC CGIL il Miur ha confermato ufficialmente che l’iter della mobilità professionale Ata prosegue senza intoppi (almeno ad oggi) e, dunque, ci sono buone possibilità che si vada a breve alla sottoscrizione definitiva dell’accordo entro la fine di ottobre.

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, la nostra rivista mensile
Articolo 33, la nostra rivista mensile
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook