FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3933061
Home » Scuola » Dirigenti scolastici » Organici scuola 2016/2017: dirigenti scolastici, emanato il decreto ministeriale

Organici scuola 2016/2017: dirigenti scolastici, emanato il decreto ministeriale

Nonostante l’aumento degli alunni continua a diminuire il numero delle scuole autonome.

04/07/2016
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Il MIUR ha inviato il 30 giugno 2016 alla Corte dei Conti l’annuale decreto contenente l’organico dei dirigenti scolastici per il  prossimo anno scolastico.

Rispetto all’a.s. 2015/16 l’organico dei dirigenti scolastici diminuisce di 51 unità passando da 8.123 a 8.072.

Le 8.508 autonomie scolastiche funzionanti nel 2015/16, compresi i CPIA e le scuole sottodimensionate, diventeranno 8.406 nel 2016/17, con la diminuzione di 102 unità.

Diminuiscono le scuole dimensionate, da 7.997 a 7.947 (-50), le scuole sottodimensionate, da 385 a 334 (-51) e i CPIA, da 126 a 125 (-1).

Continua quindi la diminuzione delle scuole autonome e dell’organico dei dirigenti scolastici iniziato nell’a.s. 2008/09. Rispetto all’a.s. 2007/08 l’organico dei dirigenti scolastici è diminuito di 2.670 unità, pari al 24,86 %.

Non si arresta il taglio degli organici iniziato dal Governo Berlusconi e dai Ministri Tremonti e Gelmini e proseguito con tutti i governi successivi.

A subirne le conseguenze sono stati i dirigenti scolastici e i direttori dei servizi, diminuiti in questi anni di oltre 5.000 unità. Per loro sono aumentati i carichi di lavoro e le responsabilità e sono stati ripagati con il blocco delle retribuzioni.

L’unica, magra, consolazione  è di essere in compagnia di tutti gli altri dipendenti della scuola e della pubblica amministrazione.

Per i dirigenti scolastici e per direttori dei servizi si aggiunge poi il peso, nuovamente in crescita, delle reggenze.

Le reggenze dei dirigenti scolastici sono state 1.126 nel 2015/16 e aumenteranno ulteriormente nel 2016/17 perché i pensionamenti non saranno compensati dalle assunzioni dalle graduatorie dell’Abruzzo e della Campania, le uniche ancora con idonei dell’ultimo concorso. In tutto il resto d’Italia qualche posto potrà essere occupato dagli aspiranti alla nomina, ma solo per il 20% dei posti vacanti.

Considerati i tempi per lo svolgimento del nuovo concorso per dirigenti scolastici la situazione continuerà a peggiorare nei prossimi due anni. Per i direttori dei servizi da oltre due anni si attende l’emanazione del bando e non sembra che al momento ci siano buone notizie.

È una situazione insostenibile che deve cambiare se veramente si vuole una “buona scuola”.

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, la nostra rivista mensile
Articolo 33, la nostra rivista mensile
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook