FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3883568
Home » Scuola » Dirigenti scolastici » Concorso Dirigenti scolastici, in Gazzetta Ufficiale il bando per il reclutamento

Concorso Dirigenti scolastici, in Gazzetta Ufficiale il bando per il reclutamento

Le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro il 16 agosto 2011 esclusivamente in modalità web.

15/07/2011
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Come avevamo anticipato, oggi 15 luglio sarà finalmente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 4° Serie Speciale Concorsi il bando del Concorso per esami e titoli per il reclutamento di Dirigenti scolastici per la scuola primaria, secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado e per gli Istituti educativi. Scarica il bando.

Analizziamo i contenuti principali del bando

Innanzitutto è il primo bando che, da quando esiste la dirigenza scolastica, non prevede distinzioni per Settori educativi: il bando è unico e, basandosi sulla unicità della funzione dirigenziale così come previsto dal DPR 140/2008,  riguarda le scuole di ogni ordine e grado. Alla conclusione di tutta la procedura concorsuale, le varie Direzioni regionali stileranno un'unica graduatoria di merito; l'assegnazione della sede terrà conto delle specifiche esperienze professionali acquisite.

Posti: Viene confermato in 2386 il numero di posti complessivi messi a concorso, come previsto dal DPCM del 21/04/2011, che vengono distribuiti tra le Regioni così come riportato nell'allegato 1 che è parte integrante del bando.

Requisiti per l'ammissione: può partecipare il personale docente ed educativo in servizio nelle scuole statali in possesso di laurea magistrale o titolo equiparato o laurea del precedente ordinamento che abbia prestato, dopo la nomina in ruolo, effettivo servizio per almeno 5 anni in qualsiasi ordine di scuola statale. All'inizio della prossima settimana il MIUR pubblicherà una nota che dovrebbe chiarire tutto sui titoli di studio che consentono la partecipazione. I requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza per la presentazione della domanda. Tutti i candidati saranno ammessi con riserva di accertamento dei requisiti; in qualsiasi momento della procedura concorsuale l'USR può disporre l'esclusione dei candidati per carenza dei requisiti.

Termine e modalità di presentazione delle domande: la domanda deve essere presentata per una sola Regione  entro e non oltre il 16 agosto c.a. ed esclusivamente con modalità web, che prevede 2 fasi:

  1.  la registrazione, qualora non sia stata già fatta in precedenza, sul sito www.istruzione.it nell'apposita sezione “Istanze on line-registrazione” a decorrere dal 18 luglio che prevede anche una fase di riconoscimento fisico presso una istituzione scolastica o presso un Ufficio Scolastico Regionale o Provinciale
  2.  inserimento dell'istanza di partecipazione sempre sul sito del MIUR nella sezione “Istanze ondine-accedi ai servizi” a decorrere dal 25 luglio c.a.

Dichiarazioni: l'art. 5 elenca quanto gli aspiranti devono dichiarare, sotto la propria responsabilità con valore di autocertificazione ai sensi del DPR 445/2000 e a pena dell'esclusione, nella domanda di ammissione riguardo ai dati anagrafici, titolo di studio, regione dove si intende partecipare, cattedra/posto di titolarità, sede di servizio, nomina in ruolo ed effettiva anzianità di servizio...
Il candidato deve indicare l'indirizzo e-mail presso il quale desidera ricevere le comunicazioni relative al concorso; il candidato portatore di handicap deve specificare l'eventuale ausilio necessario in relazione al proprio handicap.

Esclusione: oltre a quelli non in possesso dei requisiti , saranno esclusi quanti non posseggono i requisiti generali previsti dalla normativa vigente per l'accesso agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni e quanti hanno presentato domanda per più regioni.

Commissioni: In ciascuna regione, la commissione giudicatrice è nominata dal Direttore generale dell'USR secondo le indicazioni dell'art. 10 del DPR 140/2008;  le commissioni esaminatrici potranno essere suddivise in sottocommissioni , se i candidati supereranno le 500 unità con l'integrazione di un numero di componenti (il presidente resterà unico) e di un segretario aggiunto.

Prova preselettiva: è una prova a carattere culturale e professionale consistente in un test di 100 domande a risposta multipla con durata di 100 minuti per l'accertamento delle conoscenze di base per lo svolgimento della funzione dirigenziale in relazione alle aree tematiche indicate nel comma 9 dell'articolo 8 del bando. E' possibile barrare solo una casella risposta; la prova si intende superata dando almeno 80 risposte esatte; non è prevista alcuna penalizzazione per risposta non data o errata. La prova è unica su tutto il territorio nazionale e si svolge nella medesima giornata nelle Istituzioni scolastiche individuate dagli USR: almeno 15 giorni prima dello svolgimento della prova sarà reso noto (sulla rete INTRANET e sul sito INTERNET del MIUR, sul sito di ciascun USR e sulla G.U.) il diario della prova preselettiva comprensivo di giorno ed ora di svolgimento. Sulla rete INTRANET e sul sito INTERNET del MIUR e sul sito di ciascun USR sarà pubblicato l'elenco delle sedi scolastiche disponibili per la prova con la ripartizione dei candidati. I candidati dovranno presentarsi nel giorno, ora e sede stabiliti muniti di un valido documento di riconoscimento.
Con apposito avviso (20-30 giorni prima della prova) sulla rete INTRANET e  sul sito INTERNET del MIUR e sul sito di ciascun USR sarà data notizia della pubblicazione della batteria dei quesiti (5750) da cui saranno estrapolate le 100 domande da  sottoporre ai candidati.
La correzione sarà svolta con l'ausilio di sistemi informatici.

Procedura concorsuale: Tutti quelli che avranno riportato almeno 80/100 nella prova preselettiva parteciperanno alla procedura concorsuale che si articola in 2 prove scritte, una prova orale. Le prima prova scritta consisterà nello svolgimento di un elaborato su una o più tra le aree tematiche indicate nell'art.8; la seconda nella soluzione di un caso relativo alla gestione dell'istituzione scolastica. Supereranno la prove scritte coloro che otterranno un punteggio non inferiore a 21/30 in ciascuna prova scritta.
La prova orale consiste in un colloquio interdisciplinare sulle materie indicate sempre nell'art. 8 del bando ed accerterà anche la capacità di conversazione su tematiche educative nella lingua straniera prescelta dal candidato; supereranno  tale prova coloro che otterranno un punteggio non inferiore a 21/30.

Diario e sede di svolgimento delle prove d'esame: come avevamo già preannunciato, non ci saranno stesse date e stesse tracce per le prove scritte; le Commissioni esaminatrici regionali sceglieranno le tracce da sottoporre ai candidati, mentre gli USR individueranno sedi e date nelle quali si terranno le prove dandone comunicazione almeno 15 giorni prima sulla rete INTRANET e sul sito INTERNET del MIUR e sul sito di ciascun USR ed affiggendo all'albo l'elenco delle sedi d'esame con l'indicazione della destinazione dei candidati. Perde il diritto a sostenere la prova il candidato che non si presenta nel giorno, luogo e ora stabiliti.

Dichiarazione, presentazione e valutazione dei titoli: icandidati che supereranno la prova preselettiva dichiareranno in modalità web il possesso dei titoli suscettibili di valutazione secondo le tabelle allegate. I candidati che supereranno le prove scritte presenteranno entro 15 giorni al Direttore dell'USR i titoli valutabili. Tutti i titoli devono essere posseduti entro il termine della scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione.

Ai titoli viene attribuito un punteggio complessivo di 30 punti, dei quali 15 per titoli culturali e 15 per titoli di servizio e professionali.

Graduatorie: con provvedimento del Direttore generale dell'USR saranno approvate le graduatorie generali di merito dei candidati che riporteranno i voti delle prove scritte, della prova orale e il punteggio attribuito ai titoli.

Vincitori: nell'articolo 16 all'ultimo momento l'Amministrazione ha accolto una proposta che come FLC CGIL avevamo più volte avanzato negli incontri di informativa: fare svolgere il periodo di formazione e tirocinio dopo l'assunzione in ruolo, per consentire così di poter assumere i primi vincitori dal 1° settembre 2012. E' previsto infatti che i candidati  utilmente collocati in graduatoria in relazione al numero di posti messi a concorso, sono assunti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato ed effettuano il periodo di formazione e tirocinio. I vincitori sono tenuti a permanere nella regione di assegnazione per un periodo di almeno 6 anni; quelli che rifiutano l'assegnazione sono depennati dalla graduatoria.

Periodo di formazione: è previsto solo per i vincitori del concorso ed avrà una durata di non meno di 3 mesi e non più di 4 mesi, in parte in presenza ed in parte con strumenti infotelematici.

Assunzione in ruolo: i candidati dichiarati vincitori ed in regola con la documentazione prescritta hanno titolo ad essere assunti in servizio come dirigenti scolastici con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, nel limite dei posti vacanti e disponibili annualmente determinato a norma delle vigenti disposizioni, ed effettueranno il corso di formazione.

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, la nostra rivista mensile
Articolo 33, la nostra rivista mensile
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook