FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3814575
Home » Scuola » Criteri di accreditamento per Enti di Formazione Professionale

Criteri di accreditamento per Enti di Formazione Professionale

E' stato raggiunto l'accordo, nel gruppo tecnico Ministero del lavoro - Regioni, sui criteri per l'accreditamento delle strutture formative che erogano formazione professionale

01/12/2000
Decrease text size Increase  text size

E' stato raggiunto l'accordo, nel gruppo tecnico Ministero del lavoro - Regioni, sui criteri per l'accreditamento delle strutture formative che erogano formazione professionale. E' un importante risultato sulla strada della costruzione di un sistema nazionale di F.P., che nel pieno rispetto delle prerogative regionali in materia, si sta delineando all'interno di un quadro di regole minime nazionali, a cui le singole regioni possono aggiungere ulteriori criteri. I soggetti, pubblici e privati, che vogliano accedere ai finanziamenti pubblici, nazionali ed europei, per il finanziamento delle attività formative, dovranno accreditarsi entro il 2003 presso la rispettive regioni, secondo le modalità e nel rispetto delle norme definite nel documento.
Ci sarà tempo per un'analisi approfondita del documento.
Al momento vogliamo sottolineare un aspetto rilevante di quel documento, che come CGIL Scuola e CGIL Confederale abbiamo posto sin dall'inizio di questa vicenda e che abbiamo perseguito con forte determinazione: tra i criteri per l'accreditamento delle strutture è prevista l'applicazione del contratto di lavoro degli Enti locali, della Scuola e della Formazione Professionale convenzionata per le strutture formative che vogliono candidarsi a realizzare attività per l'obbligo formativo. E' la prima volta che il contratto della formazione professionale viene assunto come criterio di riferimento vincolante per l'esercizio dell'attività formativa, anche se di una unica tipologia formativa. E' un importante inizio, che abbiamo chiesto e ricercato per la costruzione del sistema di formazione professionale e della figura del formatore, della quale vanno definiti e valorizzati gli elementi di professionalità specifica. Ed è un risultato che non potrà che avere effetti positivi anche sulla vertenza contrattuale del comparto della F.P., aperta, a tre anni dalla sua scadenza, proprio in questi giorni con la presentazione della piattaforma unitaria di categoria.

Roma, 1 dicembre 2000

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, la nostra rivista mensile
Articolo 33, la nostra rivista mensile
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook