FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3946917
Home » Scuola » Continua la protesta nei Licei Musicali contro la riduzione dell'offerta formativa nel primo biennio

Continua la protesta nei Licei Musicali contro la riduzione dell'offerta formativa nel primo biennio

La FLC CGIL sostiene la mobilitazione in corso.

13/04/2018
Decrease text size Increase  text size

Anche per il prossimo anno scolastico il MIUR ha confermato la decisione già assunta nell’a.s. 2017/18 di modificare, mediante atti amministrativi, il piano orario e l’ordinamento del Liceo Musicale previsto dal DPR 89/10, istituendo nel primo biennio l’attività di ascolto partecipativo e prevedendo una corrispondente riduzione di un’ora di lezione frontale del primo strumento.  Le conseguenze di questa scelta sono, da un lato, un depauperamento dell’offerta formativa erogata agli studenti e, dall’altra, una riduzione delle cattedre dei docenti di strumento musicale.

Nonostante le specifiche richieste delle organizzazioni sindacali, le proteste di studenti e famiglie, il contenzioso giudiziario in corso, il MIUR ha mantenuto un atteggiamento di totale chiusura.

Tenuto conto che il MIUR è al momento sempre soccombente nel contenzioso in atto che è stato azionato sia dai docenti che dalle famiglie delle studentesse e degli studenti, consideriamo il comportamento del ministero incomprensibile.

In questo senso confermiamo l’impegno della FLC CGIL a difendere in tutte le sedi i vigenti piani orari, i diritti dei lavoratori e degli studenti.

Servizi e comunicazioni

IV Congresso nazionale FLC CGIL
IV Congresso nazionale FLC CGIL
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook