FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3881598
Home » Scuola » Cedolino unico: in arrivo le istruzioni operative per le scuole

Cedolino unico: in arrivo le istruzioni operative per le scuole

A breve una circolare Ministeriale sull'applicazione del cedolino unico nelle scuole.

05/05/2011
Decrease text size Increase text size

La FLC chiede maggiori risorse e la copertura integrale delle ore eccedenti e dell'indennità per la sostituzione del Dirigente scolastico.

Si è tenuto in data odierna l'incontro al Miur dove sono state illustrate le istruzioni che verranno impartite alle scuole relativamente alle procedure amministrative da adottare per la realizzazione del cedolino unico. Tali procedure sono state concordate con il MEF e verranno diramate con apposita circolare in tempi “brevi”.

L'informativa del Miur

Sostanzialmente la circolare oltre a spiegare le novità sulle modalità di pagamento delle competenze accessorie precisa alcuni punti essenziali e procedure derivanti dalla contrattazione decentrata di istituto confermando la tempistica e gli atti da adottare da noi sempre sostenuti (ad esempio il rispetto del 30 novembre per la definizione del contratto di istituto, le note di incarico da fare al personale ect... ).

La posizione della FLC

Pur riconoscendo che le nuove procedure a regime alleggeriranno alcuni adempimenti delle segreterie e daranno certezza della liquidazione del salario accessorio al personale, nel breve periodo e specialmente nella prima applicazione tale beneficio verrà vanificato dal fatto che solo alcuni compensi verranno liquidati con il cedolino unico per i quali comunque le segreterie dovranno predisporre una sorta di tabella di liquidazione al lordo dipendente (elenchi di liquidazione) e tenere una rendicontazione specifica.

Infatti rimarranno a carico delle scuole la liquidazione delle competenze derivanti dai fondi della legge 440/97 (autonomia scolastica), i PON, fondi erogati da Enti terzi, integrazioni corsi e aree a rischio.

Anche le competenze del personale supplente temporaneo rimarranno fuori da tale gestione perchè retribuito direttamente dalle scuole. Un fatto incomprensibile per cui i supplenti saranno gli unici ad avere due cedolini.

Ulteriore questione ma non per importanza è la sottovalutazione del problema delle ore eccedenti per sostituzione dei colleghi assenti; infatti non si tratta di competenze accessorie per attività aggiuntive ma di vere e proprie spese correnti necessarie al funzionamento della scuola e a garantire il diritto allo studio; in questo caso il cedolino unico non risolve il problema anzi lo aggrava perchè finito il budget assegnato alla scuola il Tesoro bloccherà i pagamenti. Inoltre restano irrisolti i problemi della mancata copertura di spese fisse non programmabili come il pagamento delle indennità di funzioni superiori al docente che sostituisce il Dirigente sia per brevi periodi che per tutto l'anno (reggenze). Abbiamo ribadito che senza interventi mirati ad assicurare la certezza e la tempestività delle risorse l'introduzione del cedolino unico finisce per tradursi in un altro scippo dei fondi alle scuole.

Pertanto chiediamo maggiori risorse e l'utilizzo corretto delle stesse. Diversamente diventa urgente modificare la norma sul cedolino unico per le specificità del nostro settore restituendo oltre 1 miliardo e 500 milioni di euro che sono i fondi contrattuali sottratti alle scuole.

Servizi e comunicazioni

Ti conosco mascherina!
Fai la scuola giusta
Fai la scuola giusta
Scuola: approfondimenti di inizio anno
Fascicolo avvio anno scolastico
Cantiere scuola FLC CGIL: le nostre proposte
Linee guida contrattazione
Le funzioni nel consiglio di classe
Quando si chiamano i supplenti
Come si convocano i supplenti
Carta dei servizi 2014
Carta dei servizi CGIL 2014 Iscriviti alla CGIL
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook