FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3811969
Home » Scuola » Bando e ordinanza destinazione estero personale della scuola

Bando e ordinanza destinazione estero personale della scuola

Pubblicazione sulla G.U. di provvedimenti di rettifica degli allegati alla O.M e di correzione delle tabelle

07/12/2001
Decrease text size Increase  text size

PUBBLICAZIONE SULLA G.U. DI PROVVEDIMENTO DI RETTIFICA DEGLI ALLEGATI ALLA O.M. E DI CORREZIONE DELLE TABELLE

Nel corso dell’incontro tenutosi in data 6-12-2001 con il Ministero degli Affari Esteri,

abbiamo indicato alcuni errori contenuti sia nelle tabelle che negli allegati relativi al bando (G.U.27-11-2001) e alla ordinanza (G.U. 30-11-2001) per la destinazione all’estero.

In relazione a tali errori può risultare compromessa la corretta applicazione del recente accordo.

Si tratta delle seguenti questioni:

A) la tabella di valutazione dei titoli, alla voce" titoli culturali", non reca, in relazione ai titoli stessi la dicitura "per ogni…."., dicitura riportata invece per i titoli di ordine professionale.

B) la nota n.3 dell’allegato n. 4 alla O.M.30-11-2001 che risulta superflua.

Il MAE è impegnato a pubblicare sulla G.U. una comunicazione di rettifica che potrebbe comportare una eventuale slittamento dei termini previsti per la presentazione delle domande.

In ogni caso si riepilogano, per comodità, gli adempimenti relativi alla destinazione all’estero:

1) Il personale che supera le prove per la prima volta viene incluso d’ufficio nelle graduatorie permanenti;

2) Il personale attualmente inserito nelle graduatorie permanenti, quello depennato per mancata accettazione o quello che, dopo la destinazione all’estero, sia stato restituito per salute o a domanda prima del completamento del mandato può partecipare alle prove di accertamento oppure chiedere soltanto l’aggiornamento del punteggio (titoli successivi al 20-6-97). In caso di "superamento" delle prove viene incluso d’ufficio.-- L’inserimento avverrà d’ufficio anche in caso di non superamento delle prove o conseguimento di punteggio inferiore a quello attuale ( valutazione del punteggio più favorevole del titolo di inserimento se ancora valido). Nel caso detto titolo non sia più valido e esista altro titolo valido (selezioni 93-95-97), va presentata apposita domanda, allegato 1 alla O.M. 30-11-2001, entro 10 giorni dal 19-4-2002 (data di pubblicazione della "graduatoria" provvisoria delle prove di accertamento).

3) Il personale attualmente inserito nelle graduatorie permanenti, quello depennato per mancata accettazione o quello che, dopo la destinazione all’estero, sia stato restituito per salute o a domanda prima del completamento del mandato, che non partecipi alle prove, viene inserito d’ufficio nella graduatoria permanente con l’attuale punteggio se in possesso di titolo valido e può chiedere l’aggiornamento del punteggio medesimo (titoli successivi al 20-6-97 e fino alla data di scadenza della domanda di partecipazione alle prove) usando l’allegato n.2 alla O.M. citata. La presentazione dovrà avvenire entro 30 giorni dal 30-11-2001.

4) Il personale attualmente inserito nelle graduatorie permanenti, quello depennato per mancata accettazione o quello che, dopo la destinazione all’estero, sia stato restituito per salute o a domanda prima del completamento del mandato che non partecipi alle prove e il cui titolo di accesso non sia più valido, viene inserito a domanda nella graduatoria permanente se in possesso di altro titolo (93-95-97) ancora valido ( va indicato il prescelto). Utilizzerà l’allegato n.3 alla O.M. in questione che comprende anche la dichiarazione dei titoli. La presentazione dovrà avvenire entro 30 giorni dal 30-11-2001.

5) Il personale con titolo di accesso valido che non aveva presentato domanda di inclusione nella "permanente" il quale non supera la prova o che, superandola, intenda avvalersi del punteggio delle selezioni precedenti (93-95-97) dovrà utilizzare l’allegato 4 alla O.M. 30-11-2001 da presentare entro 10 giorni dal 19-4-2002. Per i titoli farà fede la dichiarazione allegata alla domanda di partecipazione alle prove.

6) Il personale con titolo di accesso valido che non aveva presentato domanda di inclusione nella "permanente", nel caso in cui non partecipi alle prove di accertamento e intenda chiedere l’inserimento, deve presentare specifica domanda secondo l’allegato 5 alla O.M. 30-11-2001 entro trenta giorni dalla medesima data.

7) Il personale già depennato, qualora partecipi e superi le prove di accertamento, sarà inserito in graduatoria permanente, a domanda, in occasione del primo aggiornamento utile della graduatoria permanente successivo al compimento del proprio mandato .

Si suggerisce comunque una lettura attenta dei testi dei 2 provvedimenti (Bando e O.M. pubblicati entrambi sul nostro sito internet).

Nel corso dello stesso incontro sono stati affrontati, tra gli altri, i seguenti temi:

Partecipazione alle prove

L’Amministrazione aveva assunto una posizione di rigore rispetto alla partecipazione alle prove.

Come organizzazione CGIL abbiamo ottenuto un chiarimento sulla applicazione dell’accordo.

L’accordo recente parla di attuale "operatività" del comma 6 e del comma 7 dell’accordo successivo dell’11-12-96 e aggiunge che il disposto relativo non si applica solo a chi abbia superato i 14 anni.

Da qui si è desunto che:

- la permanenza in Italia per i nominati dalla graduatoria attuale (commi 6 dell’art.5) è quella prevista dall’accordo successivo dell’11712 1996;

-l’accesso alla prova è permesso anche a coloro che, depennati dalla graduatoria permanente attuale per invio all’estero non abbiano più di 14 anni;

Problema versamenti assistenziali e previdenziali per il personale a tempo determinato

Il Ministero degli Affari Esteri ha assunto l’impegno a chiarire la questione sia in applicazione della normativa CEE sia in applicazione della convenzione assunta con l’INPS alla quale ha già indirizzata una specifica richiesta di chiarimenti.

Organici

Le OO.SS. hanno sottolineato ancora l’insostenibilità dei tagli agli organici derivanti dalla inadeguatezza dei fondi previsti in finanziaria condannando il comportamento dell’amministrazione.

Si ricorda in merito che la CGIL scuola ha assunto queste motivazioni tra quelle dall’ultimo sciopero.

In merito si sta tentando di costruire iniziative unitarie.

Roma 7-12-2001

Servizi e comunicazioni

Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook