FLC CGIL
Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3897794
Home » Scuola » Personale ATA » Pagamento indennità di funzioni superiori DSGA: i decreti ingiuntivi ottengono un buon risultato

Pagamento indennità di funzioni superiori DSGA: i decreti ingiuntivi ottengono un buon risultato

I Direttori dei Servizi Generali e Amministrativi riscuotono l'indennità con gli interessi tramite i decreti ingiuntivi. Il MIUR costretto a pagare anche le spese legali.

21/11/2012
Decrease text size Increase  text size

A seguito delle nostre iniziative legali chi ha presentato la diffida in mora del MIUR con decreto ingiuntivo finalmente ottiene il pagamento.

La situazione

Diverse Ragionerie Territoriali non hanno pagato l’indennità di funzioni superiori in discordanza con le indicazioni del MIUR contenute nella nota 9353 sulla predisposizione del Programma Annuale 2012, in quanto non sarebbero state concordate con il Ministero dell'Economia.

Le indennità di funzioni superiori sono un emolumento fisso spettante ai DSGA incaricati, i quali hanno continuato, nonostante ciò, a svolgere regolarmente le loro funzioni e a garantire il funzionamento del servizio.
Purtroppo, la situazione è destinata a peggiorare se non verrà modificata, come da noi richiesto, la norma  introdotta dalla legge di stabilità 2013 che riduce l'importo della suddetta indennità sulla base dell'anzianità stipendiale posseduta dall'assistente  amministrativo che sostituisce il DSGA.

La nostra posizione

La FLC CGIL aveva ripetutamente chiesto al MIUR di farsi carico del problema, dal momento che l'aveva creato e lo stesso Ministro Profumo, all'atto del suo insediamento, si era impegnato a risolvere la questione. Nel solito rimpallo di responsabilità la vergognosa vicenda si risolve solo per le vie legali. Infatti, su nostro suggerimento i lavoratori, che tramite i giudici del lavoro hanno avviato la procedura di messa in mora con i decreti ingiuntivi, stanno ottenendo il pagamento del compenso.

Lo Stato è costretto a corrispondere quanto dovuto con gli interessi e le spese legali, contro quel risanamento del bilancio voluto con la spending review e la legge di stabilità!
Ma sono le scuole che devono sborsare gli emolumenti, compresi gli interessi per evitare il pignoramento e l'avvio del procedimento per danno all'Erario davanti alla Corte dei Conti, ma il danno all'Erario è stato causato da MIUR e MEF.

Invitiamo le scuole interessate a chiedere subito le integrazioni dei fondi alla Direzione Generale per la politica finanziaria e per il bilancio del MIUR, che ha un apposito capitolo per pagare le spese di contenzioso. Abbiamo sollecitato il MIUR a emanare una circolare informativa agli Uffici Scolastici Regionali sulle procedure per i pagamenti conseguenti a provvedimenti giudiziari (decreto ingiuntivo, pignoramento, etc...).

Servizi e comunicazioni

Lavorare nella conoscenza
Come si diventa ATA

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook