FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3955956
Home » Scuola » Personale ATA » Organici scuola 2020/2021: personale ATA, primo incontro in videoconferenza tra sindacati e Ministero

Organici scuola 2020/2021: personale ATA, primo incontro in videoconferenza tra sindacati e Ministero

Il Ministero lavora per confermare gli organici dello scorso anno. La FLC CGIL chiede più organici e un piano straordinario di assunzioni.

15/05/2020
Decrease text size Increase  text size

Il 15 maggio 2020, alle ore 10.30, si è tenuta la riunione in videoconferenza tra Ministero e Organizzazioni sindacali per una prima informativa sugli organici del personale ATA per l’anno scolastico 2020/2021.

Il MI, a seguito delle prime interlocuzioni informali con il MEF, ha illustrato la sua proposta per la determinazione dell’organico ATA 2020/2021, che, pur tenuto conto della diminuzione di oltre 80.000 alunni, conferma sostanzialmente la consistenza complessiva delle dotazioni organiche attuali.

Il Ministero ha poi esposto i criteri di rideterminazione dell’organico per l’a.s. 2020/2021, che sono anch’essi gli stessi utilizzati lo scorso anno. Vale a dire, per i profili di Assistente amministrativo e di Collaboratore scolastico è stato utilizzato il criterio d’incidenza degli alunni con disabilità che ha consentito di mantenere inalterate, a livello nazionale, le medesime dotazioni organiche dell’anno precedente, con degli interventi per tutelare le immissioni in ruolo degli ex LSU della provincia di Palermo e la trasformazione dei contratti, da tempo parziale a tempo pieno, dei restanti ex co.co.co.

Si attende ora la formalizzazione delle richieste di autorizzazione con il MEF. Quest’anno c’è urgenza di far uscire quanto prima l’organico ATA, proprio per determinare i posti ai fini delle stabilizzazioni previste dalle normative.

Le tabelle saranno consegnate ai sindacati la prossima settimana, dopo gli ultimi aggiustamenti dovuti al calcolo delle scuole dimensionate.

La nostra posizione

Abbiamo valutato positivamente l’impegno del Ministero per mantenere le dotazioni organiche invariate. Tale risultato è frutto del nostro intervento fatto sulla politica in analogia a quanto già accaduto per i docenti. Tuttavia questo risultato non basta, visto che per il personale ATA c’è una sofferenza storica che si aggraverà alla ripresa dell’attività scolastica se non si prevedono interventi sostanziali diretti a soddisfare i reali fabbisogni delle scuole al momento della ripartenza di settembre attraverso un potenziamento dell’organico.

ll superamento del precariato deve essere un obiettivo stringente anche per il lavoro ATA, attraverso un piano straordinario di assunzioni che interrompa l’abuso dei rapporti di lavoro a tempo determinato più volte reiterati. Occorre dotare di tutto l’organico necessario le segreterie e i servizi generali con un piano straordinario di assunzioni che vada oltre il normale turn over. Ci vuole un concorso semplificato per i Facenti funzione DSGA: per scongiurare un aumento del fabbisogno di incarichi già dal primo settembre, quando le sedi libere saranno circa 3.500, pari al 50% dell’organico.

La figura dell’Assistente tecnico va estesa a tutte le scuole del primo ciclo. I posti di Assistente amministrativo e Collaboratore scolastico vanno incrementati di almeno 10.000 posti.

Queste nostre rivendicazioni partono dalla consapevolezza che gran parte della riuscita di un’apertura di anno scolastico, in grado di recuperare il tempo perduto, dipende dagli organici, dalla loro tempestiva presa di servizio, dalla loro stabilità, dal loro potenziamento.

Servizi e comunicazioni

Lavorare nella conoscenza
Come si diventa ATA

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook