FLC CGIL
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

http://www.flcgil.it/@3868681
Home » Scuola » Anche il Senato esprime il parere sui regolamenti della scuola superiore

Anche il Senato esprime il parere sui regolamenti della scuola superiore

Nella seduta del 27 gennaio 2010 approvati a maggioranza i pareri favorevoli. Respinti quelli dell' opposizione

29/01/2010
Decrease text size Increase  text size

La VII commissione cultura del Senato, nella seduta del 27 gennaio 2010, ha approvato a maggioranza i pareri favorevoli sui regolamenti per i licei, per gli istituti tecnici e professionali. I pareri alternativi delle opposizioni sono stati respinti.

Dopo i pronunciamenti del Consiglio di Stato, e quelli della VII commissione della Camera che avevano sollevato numerose obiezioni e osservazioni è stato approvato anche il parere della VII commissione del Senato che, per quanto favorevole, pone comunque condizioni e osservazioni per l'avvio dei nuovi ordinamenti.

Emerge un parere fortemente ideologico, che si preoccupa più di dare l’assenso alla politica del governo che a fornire quelle indicazioni di merito che sarebbero nel ruolo istituzionale della commissione.

Viene accentuata l'enfasi sui regolamenti stessi e sono presenti alcune osservazioni in controtendenza con quanto era emerso nelle audizioni.

I pareri ricalcano in parte quelli espressi dalla camera, in particolare si chiede:

  • di prevedere l’avvio dei regolamenti dalla sola prima classe

  • di facilitare il passaggio tra i vari segmenti formativi nei bienni

  • di incentivare le attività laboratoriali e l’uso dei laboratori con la presenza degli ITP

  • di prevedere adeguata formazione per il personale docente

  • di riferirsi in modo preciso alla corrispondenza del Quadro europeo delle qualifiche per i titoli in uscita

  • di garantire la confluenza degli istituti d’arte anche negli istituti professionali

Si sottolinea la correttezza della scelta di intervenire sulla proliferazione di indirizzi ma contestualmente si chiede di accentuare l'opzionalità in tutti i segmenti dell'istruzione superiore.

Pur riconoscendo l’importanza dell’educazione alla legalità e delle indicazioni del Ministro su “Cittadinanza e Costituzione” si ribadisce invece la necessità di eliminare alcune discipline, in particolare diritto ed economia.

In particolare per quel che riguarda i licei musicali e coreutici, non è presente nessuna osservazione, a differenza di quanto richiesto dalla Camera, sul loro limitato numero.

La commissione accentua quanto già previsto nel regolamento rispetto ad una caratterizzazione del liceo musicale fondamentalmente legata allo sviluppo delle abilità interpretativo-compositive, trascurando le altre possibili opzioni nel variegato campo musicale. Viene comunque sottolineata l'importanza del superamento della doppia scolarità con il Conservatorio/Accademia di danza, e l'esigenza, come da noi richiesto, di individuare il monte ore del secondo strumento.

Sulla base delle indicazioni del Consiglio di Stato si pone l’attenzione sulla necessità di una riorganizzazione degli organi collegiali riconoscendo in tal modo l’eccesso di delega.

Un parere non vincolante ma con tante osservazioni, che si aggiungono a quelle poste dal Consiglio di Stato e dalla Camera, che inciderà sulla revisione dei regolamenti prima dell'approvazione in seconda lettura in Consiglio dei Ministri.

Le nostre richieste di rinvio escono sempre più rafforzate da questa situazione e saranno ribadite con forza nell'assemblea nazionale sulla scuola superiore prevista a Roma per il 17 febbraio prossimo.

Roma, 28 gennaio 2010

Servizi e comunicazioni

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook