FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3836803
Home » Ricerca » Precari ricerca: Circolare n. 8 del Dipartimento della Funzione pubblica

Precari ricerca: Circolare n. 8 del Dipartimento della Funzione pubblica

Un intervento inopportuno e contraddittorio. LaFLC ne chiede il ritiro

21/06/2007
Decrease text size Increase  text size

La circolare n. 8/2007 , relativa alla applicazione del comma 520 della legge finanziaria 2007, è inaccettabile perché in contraddizione con i contenuti della precedente direttiva n° 7 relativa alle procedure di stabilizzazione, emanata dallo stesso Dipartimento.

La circolare è stata emanata senza alcuna consultazione delle organizzazioni sindacali e contiene affermazioni gravi, a partire da quella per la quale sarebbero da intendersi precari i soli tempi determinati. E’ questa una questione tutt’altro che definita e che potrà essere risolta al momento del confronto sulle modalità applicative dei commi 417 e seguenti della stessa legge Finanziaria. Come è noto, per la FLC Cgil sono da considerare precari tutti i rapporti di lavoro diversi dai tempi indeterminati.

Quanto richiesto agli enti rispetto all’ “l’esistenza di effettive, motivate e indilazionabili esigenze di servizio, che rendano non più rinviabili le assunzioni del personale interessato alla stabilizzazione” è l’opposto del presupposto indicato nella norma del comma 519: dal possesso dei requisiti scaturisce il diritto a rimanere in servizio fino all’espletamento delle procedure di stabilizzazione.

La direttiva n. 7 esplicita peraltro il carattere di sanatoria delle disposizioni in materia di stabilizzazione che sarebbe smentito dalla circolare n. 8.

Inoltre i tempi dettati agli enti per la comunicazione dei dati sul personale interessato sono assolutamente impossibili da rispettare a fronte del ritardo con cui le procedure stesse sono state avviate, per la resistenza colpevole di numerose amministrazioni.

In occasione del nostro convegno nazionale sulla ricerca abbiamo chiesto al Ministro di ritirare la suddetta circolare, ricevendo rassicurazioni in tal senso.

Anche per queste ragioni è importante che tutti i lavoratori precari partecipino alla manifestazione nazionale unitaria del prossimo 3 luglio.

Roma, 21 giugno 2007