FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3867993
Home » Ricerca » ISPRA, la Regione e la Provincia di Roma assumono impegni per la vertenza dei precari

ISPRA, la Regione e la Provincia di Roma assumono impegni per la vertenza dei precari

Si è svolta la riunione straordinaria convocata per il 30 dicembre presso la Regione Lazio del tavolo inter-assessoriale Emergenza Occupazionale.

31/12/2009
Decrease text size Increase  text size

Il 30 dicembre alle ore 12,00 si è tenuta una riunione straordinaria presso la Regione Lazio del tavolo inter-assessoriale Emergenza Occupazionale per un esame della situazione del precariato ISPRA.

Di seguito un breve resoconto dell'incontro.

Roma, 31 dicembre 2009
____________________

La Regione e la Provincia di Roma assumono impegni per la vertenza dei precari dell'Ispra e sollecitano il Ministero dell'Ambiente ad aprire il confronto sul ruolo e sulla missione.

Oggi 30 dicembre alle ore 12,00 si è tenuta una riunione straordinaria del Tavolo Inter-assessoriale per le Emergenze Occupazionali per un esame della situazione occupazionale precari dell'ISPRA.

Alla riunione sono stati invitati a partecipare il Ministero dell'Ambiente e il Commissario Straordinario dell'ISPRA e la FLC CGIL, FIR CISL, UILPA-URAFAM e USI RdB Ricerca; nè il Ministero dell'Ambiente nè il Commissario hanno preso parte alla riunione, mentre dei sindacati Confederali era presente la sola FLC CGIL.

L'obiettivo che si è posto il tavolo è quello di sollecitare il Ministero dell'Ambiente ad aprire un tavolo di confronto ed occuparsi finalmente dell'Istituto rispetto al ruolo e alla sua missione nell'ambito della quale dare una risposta definitiva ai problemi del precariato e di tutto il resto del personale a tempo indeterminato.

La Regione e Provincia si sono resi disponibili a verificare la possibilità di mettere in campo progetti di ricerca e risorse che abbiano una valenza territoriale per valorizzare la missione dell'Istituto, possibilmente aumentandone le competenze. Le eventuali risorse individuate debbono comunque essere considerate come "risorse aggiuntive" e che debbono servire in questo momento contingente a rinnovare i contratti precari in scadenza e riattivare anche quelli licenziati a giugno scorso.

Per questo è necessario che il Ministero dell'Ambiente si attivi immediatamente e convochi un tavolo di confronto con tutte le OOSS sul ruolo e sulla missione dell'ISPRA come da tempo chiediamo: su questo punto di "cruciale" importanza per la vita dell'Istituto e per i lavoratori precari la CGIL e la FLC CGIL continuano ad impegnarsi per un'iniziativa unitaria di mobilitazione che veda coinvolto tutto il personale e tutte le OOSS rappresentative e che dia risposte positive alle tante vertenze aperte.

Roma, 30 dicembre 2009

FLC CGIL ISPRA

Altre notizie da: