FLC CGIL
Sciopero scuola 30 maggio 2022, cosa chiediamo

http://www.flcgil.it/@3889432
Home » Ricerca » INRAN: più coerenza tra personale e risorse

INRAN: più coerenza tra personale e risorse

Si è tenuto il previsto incontro tra le OOSS, il Presidente e il Direttore Generale dell’INRAN.

09/02/2012
Decrease text size Increase  text size

Il 7 febbraio 2012 si è tenuto il previsto incontro tra le OOSS, il Presidente e il Direttore Generale dell’INRAN. Il Direttore Generale ha informato le OO. SS. sulle risorse disponibili dai TURN-OVER (2009-2011) per le assunzioni di personale e le richieste di autorizzazioni a bandire per il triennio 2011-2013.

Le informazioni e le proposte fornite nel corso della riunione sono state:

  • Turn over 2009 (risorse 119.074,43 €): un posto da  Ricercatore a tempo indeterminato per l’ex ENSE (vincitore di concorso);  n. 1 posto di Funzionario di Amministrazione  V livello e n.1 Collaboratore di Amministrazione di VII livello per l’INRAN ( sede Roma).
  • Turn over 2010 (euro 103.303,03): uno o più posti part time CTER  per la sede di Roma e un Coll di AMM  VII livello per la sede di Milano.
  • Turn over 2011 (20% risorse pari a euro 59.128,00€): per 1 Ricercatore III livello (sede di Roma).
  • Turn over 2012 (20% risorse) previste cessazioni per un totale di 174.563,00€ a disposizione per assumere 1 CTER e 1 CAMM.

La FLC CGIL ha chiesto di conoscere, rispetto alla ripartizione delle risorse 2009, le reciproche competenze di ex ENSE e ex INRAN ed ha inoltre chiesto:

  1. Il pieno coinvolgimento della comunità scientifica nella definizione del piano del fabbisogno del personale coerentemente con le attività di ricerca programmate e previste;
  2. una maggiore coerenza con il ruolo e i compiti propri di un ente di ricerca:

la proposta avanzata a nostro avviso è carente rispetto alle esigenze di un Ente di Ricerca, sul numero dei Ricercatori nella dotazione organica anche alla luce della presenza di una lista di stabilizzazione che vede un cospicuo numero di personale a TD con profilo di Ricercatore e che attende di entrare nei ruoli attraverso il rispetto dei punteggi della graduatoria già in essere dal 2007;

  1. la valorizzazione dell’esperienza interna all’istituto maturata nella definizione dei criteri nei rispettivi bandi di concorso a tempo indeterminato, prevedendo anche la riserva del 40% per i TD inseriti nella lista di stabilizzazione;
  2. l’emanazione di bandi per contratti a Tempo Determinato mediante la definizione di un piano di fabbisogno per il personale con contratto a Tempo Determinato, previsti anche dal Contratto Nazionale della Ricerca, a fronte dei progetti già finanziati e in coerenza con le recenti iniziative assunte nei riguardi del personale INRAN della sede di Milano.

Al termine dell’incontro la FLC CGIL ha chiesto di mettere rapidamente in calendario gli incontri di trattativa più specificamente contrattuali più volte richiesti, sia sul salario accessorio 2010 e 2011 e ancora non sottoscritti, nonché sulle mancate applicazioni contrattuali.

Altre notizie da: