FLC CGIL
Filo diretto sul contratto

http://www.flcgil.it/@3819505
Home » Ricerca » INFN Comunicato al personale:siglata l'Ipotesi di CCNI 2002-2005, inviata all'ente il 23 luglio la lettera di scioglimento della riserva

INFN Comunicato al personale:siglata l'Ipotesi di CCNI 2002-2005, inviata all'ente il 23 luglio la lettera di scioglimento della riserva

Nel verbale allegato sottoscritto dall'INFN gli impegni a reperire nuove risorse nel 2004 ed a procedere rapidamente su altre significative questioni.

24/07/2003
Decrease text size Increase  text size

Il giorno 17 luglio 2003 lo SNUR CGIL ha sottoscritto l’Ipotesi di accordo CCNI 2002-2005. Decisive si sono rivelate, dopo mesi di aspre tensioni negoziali e divisioni sindacali sul merito e sul metodo, alcune novità apportate alla precedente versione dell’Ipotesi e gli impegni formali dell’ente contenuti nel verbale allegato alla stessa.

Dando per scontata, per necessità di sintesi, la sommaria conoscenza della precedente versione dell’Ipotesi, due sono i punti innovativi dell'accordo immediatamente visibili:
- il recupero di circa 45.000 euro sulla produttività collettiva ed individuale a valere sul fondo 2003 ad effetto dello slittamento del termine applicativo del nuovo impianto delle indennità di responsabilità;
- l’introduzione di una nuova peculiare indennità per chiamate d’urgenza per interventi in galleria che unitamente all’aggiornamento della nuova indennità per condizioni territoriali gravose riconoscono i disagi operativi del personale dei LNGS (voci quest’ultime, rammentiamo, interamente finanziate dall’ente).

Importanti risultano gli impegni assunti dall’ente attraverso il verbale allegato all’ipotesi:
- l’impegno a reperire con le modalità previste dal CCNL ulteriori risorse ad integrazione del trattamento accessorio 2004:
- l’impegno a far partire già da settembre la discussione su altre importanti e non banali questioni quali: la definizione dei criteri di composizione e funzionamento delle squadre di pronto intervento e della relativa indennità; la costituzione di organismi bilaterali sulle politiche del personale; l’immediato avvio della discussione sulle materie contenute nell’art. 16 dell’ipotesi; il perfezionamento su basi condivise di una circolare applicativa su vari istituti contrattuali.
Impegni chiari che debbono trovare giusta soluzione in tempo utile alla definizione della destinazione delle risorse per il salario accessorio 2004.

Dopo gli accordi stralcio del 2002 che definivano le regole delle prove selettive e reperivano, in applicazione del nuovo CCNL, le prime risorse da bilancio dell’ente e ridefinivano le indennità di ente; dopo la complessa conclusione dell’iter concorsuale in prima applicazione e la successiva tempestiva delibera dell’ente (tempestività assolutamente non scontata) dei bandi dei 212 concorsi interni per il passaggio di livello e per l’attribuzione dei gradini apicali previsti nel 2003 con il recepimento della tempistica suggerita dalle OO.SS. (che verosimilmente consentirà l’ultimazione delle prove selettive entro l’anno); dopo la sigla di questo accordo, un ultimo ulteriore sforzo ci aspetta alla ripresa dei lavori dopo la pausa feriale per completare, sulla base certa degli impegni ottenuti ed assunti dall’ente, il quadro applicativo del vigente CCNL.

I risultati sinora faticosamente raggiunti sono certamente importanti. Ora abbiamo come prossimi obiettivi immediati il completamento del negoziato, per dotarci di un coerente quadro normativo di insieme, ed il completamento dei concorsi entro l’anno, per portare a ben 540 il numero complessivo dei passaggi di livello e di attribuzione dei gradini economici apicali. Obiettivi che richiedono un ulteriore sforzo che la CGIL si impegna a produrre, certa della bontà della propria azione visti i risultati sinora ottenuti, con la stessa ferma determinazione e coerenza.

Il Coordinamento Nazionale INFN
Roma,24 luglio 2003

Altre notizie da: