FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3870895
Home » Ricerca » INEA, il personale chiede più democrazia e rispetto del contratto di lavoro

INEA, il personale chiede più democrazia e rispetto del contratto di lavoro

Il testo della mozione approvata dall'assemblea del personale.

28/04/2010
Decrease text size Increase  text size

Pubblichiamo di seguito il testo della mozione approvata all'unanimità dal personale dell'INEA riunito in assemblea il 26 aprile 2010.

Roma, 28 aprile 2010

_________________

Al Presidente INEA
Al Direttore Generale
Ai componenti del Consiglio di Amministrazione
e del Consiglio Scientifico

MOZIONE ASSEMBLEA

L’Assemblea del personale INEA, indetta da FLC CGIL, UILPA-U.R. AFAM, USI/RdB-Ricerca in data 26/04/10, dopo ampio e partecipato dibattito, assicurato anche grazie alla telecomunicazione Skype con le sedi regionali:

VERIFICA

La totale incoerenza della gestione dell’INEA con i principi della Carta Europea dei ricercatori, a suo tempo sottoscritta dal Presidente INEA.

DENUNCIA

  • La deriva “dirigistica”, la scarsa trasparenza, la confusione delle regole nella gestione di questo Ente di ricerca che da tempo rischiano di ostacolare e svilire la produzione scientifica dei suoi operatori;

  • Le reiterate inadempienze e violazioni contrattuali in materia di attività extra-istituzionali e partecipazione a convegni, seminari, ecc.;

  • La mancata applicazione degli articoli del CCNL relativi all’orario di lavoro;

  • Le continue discriminazioni e l’accentramento di qualsiasi decisione che producono soltanto cattive relazioni nella comunità scientifica interna;

  • Il rischio di isolare l’INEA nei confronti della comunità scientifica esterna.

CHIEDE

  • Un tavolo di confronto urgente tra INEA e OO.SS. per la verifica della corretta applicazione del CCNL;

  • L’apertura del confronto in particolare per l’applicazione dell’articolo 12 del CCNL 2006-09;

  • L’immediato ripristino delle condizioni favorevoli alla partecipazione a progetti, seminari, convegni, ecc. dei ricercatori e tecnologi dell’Ente;

ESPRIME

  • La più netta contrarietà allo spostamento delle sedi INEA della Calabria in assenza di motivazioni condivise con le OO.SS.;

  • Forte preoccupazione per le disparità di trattamento, al limite della discriminazione, per alcuni dipendenti/servizi/sedi dell’Istituto.

DÀ MANDATO

Alle OO.SS. che hanno indetto l’assemblea di mettere in campo tutte le iniziative, anche di mobilitazione, a sostegno delle suddette richieste.

APPROVATA ALL’UNANIMITÀ

Altre notizie da: