FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3939469
Home » Ricerca » INDIRE: sindacati preoccupati per il futuro dell’ente

INDIRE: sindacati preoccupati per il futuro dell’ente

Si proceda al rinnovo del Presidente e Consiglio d’amministrazione in scadenza, per evitare il commissariamento e un futuro incerto. Le segreterie generali di FLC CGIL, FIRL CISL e UIL RUA scrivono alla Ministra Fedeli.

10/05/2017
Decrease text size Increase  text size

Pubblichiamo di seguito la lettera unitaria inviata alla Ministra dell’Istruzione, Università e Ricerca per sollecitare il rinnovo delle cariche in scadenza nell’Ente.
_______________________

Roma, 8 maggio 2017

Sen. Valeria Fedeli
Ministro Istruzione, Università e Ricerca

Oggetto: rinnovo vertice INDIRE

Gentile Ministro,
all’INDIRE in questo mese sono in scadenza sia il Presidente che il Consiglio di Amministrazione.

Il Direttore generale, invece, è stato prorogato salvo nuova approvazione dei rinnovati citati vertici.

Al fine di scongiurare quanto successo già in altri enti di ricerca rimasti senza Presidente e senza Consiglio di Amministrazione per non aver dato corso per tempo alle procedure di rinnovo delle cariche in questione, si chiedono riscontri sull’avvio della procedura prevista dal DLgs 213/2009  per la nomina del nuovo vertice onde evitare il commissariamento, scelta mai auspicabile.

Sarebbe per queste ragioni ingiustificabile un ritardo nell’espletamento delle procedure di competenza da parte del Miur..

Chiediamo di essere rassicurati circa il rinnovo degli organi di vertice dell’INDIRE, a tutela della sua autonomia e per  garantire le migliori condizioni di funzionamento per il futuro, al fine di evitare danni alla credibilità di una istituzione pubblica.

Siamo in una fase delicata e non può essere pregiudicata l’attuazione del piano di fabbisogno dell’Ente previsto dal DLgs 218/2016 e i processi di stabilizzazione del personale precario che si vanno concretizzando anche all’interno del decreto di riforma del TU della pubblica amministrazione. Siamo disponbili ad un confronto per poter garantire certezze e futuro alle attività di ricerca, a quelle istituzionali e soprattutto al personale precario per cui vanno assicurate la piena applicazione del DLgs 218/2016 e delle attuali e future norme di stabilizzazione.

FLC CGIL
Francesco Sinopoli

FIR CISL
Giuseppe De Biase

UIL RUA
Sonia Ostrica

Altre notizie da: