FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti
http://www.flcgil.it/@3957295
Home » Ricerca » INAIL RICERCA: incontro unitario con il nuovo CdA su sviluppo professionale del personale

INAIL RICERCA: incontro unitario con il nuovo CdA su sviluppo professionale del personale

Il 14 luglio si è tenuto un incontro col CdA e il Presidente dell'INAIL richiesto dai sindacati su mandato di un'assemblea generale dei lavoratori.

23/07/2020
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

I temi coi quali ci siamo confrontati hanno riguardato l’applicazione del D.Lgs. 218/2016 e le sue ricadute sulle modalità di svolgimento della ricerca nell’Istituto ed anche la possibile revisione dell’attuale modello organizzativo. 

Ma la priorità esplicitata dalle organizzazioni sindacali è stata quella dello sviluppo professionale del personale, soprattutto rispetto ai profili dei ricercatori e tecnologi, per i quali siamo da molto tempo in attesa che l’Amministrazione dia attuazione a quanto previsto dal CCNL. Per questo abbiamo condiviso con CISL e ANPRI un documento che abbiamo inviato al CdA e al Presidente che si sono dimostrati interessati e disponibili al confronto.

COMUNICATO INCONTRO CON CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE INAIL 14 LUGLIO 2020

Le scriventi OO.SS. hanno inviato una richiesta di incontro al CdA il 2 luglio u.s. per rappresentare le problematiche del personale e delle attività di ricerca dell’Istituto.

Il giorno 14 luglio u.s. si è tenuto l’incontro richiesto nel corso del quale ci siamo confrontati con il CdA sui temi riguardanti l’applicazione del D.Lgs. 218/2016 e le sue ricadute sulle modalità di svolgimento della ricerca nell’Istituto, nonché di conseguenza sulla possibile revisione dell’attuale modello organizzativo. Proprio sul modello organizzativo abbiamo evidenziato al CdA che l’Amministrazione con atti unilaterali sta procedendo a modifiche ordinamentali di qualche ufficio, come ad esempio per la CONTARP, riconoscendole nuove competenze proprie del settore ricerca senza affrontare una revisione globale del sistema che potrebbero di fatto creare, se non aumentare, criticità nello svolgimento delle attività con riflessi negativi anche sul personale.

Inoltre è stato affrontato il tema dello sviluppo professionale del personale, soprattutto rispetto ai profili dei ricercatori e tecnologi, per i quali siamo da molto tempo in attesa che l’Amministrazione dia attuazione a quanto previsto dal CCNL.

In ultimo abbiamo evidenziato, come previsto dal decreto citato, l’assenza di una rappresentanza elettiva di ricercatori e tecnologi negli organi scientifici e di governo dell’ente e abbiamo richiesto perlomeno di individuare all’interno del CdA un componente con delega alla ricerca con il quale poter approfondire i temi presentati con regolarità in incontri successivi.

Giudichiamo positivo il primo incontro nel quale il CdA si è dimostrato interessato alle tematiche presentate e disponibile a proseguire il confronto intrapreso accogliendo favorevolmente il fatto di affidare delega sulla ricerca ad uno dei componenti.

Continueremo a tenervi informati sui futuri sviluppi.

Altre notizie da: