FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3880616
Home » Ricerca » INAF, piano di assunzioni e reclutamento: la FLC CGIL chiede chiarezza

INAF, piano di assunzioni e reclutamento: la FLC CGIL chiede chiarezza

Inviata al Presidente dell'Istituto una lettera per sollecitare la dovuta chiarezza su alcuni punti.

30/03/2011
Decrease text size Increase  text size

La FLC CGILha inviato al Presidente dell'INAFe al Direttore Amministrativo una lettera nella quale si chiede di fare chiarezza e di dare puntuale comunicazione pubblica su alcuni punti relativi al piano di assunzioni e reclutamento:

  1. il numero di autorizzazioni a bandire già avute dalla FP e non ancora utilizzate
  2. il numero delle autorizzazioni ad assumere ancora non utilizzate
  3. il numero di autorizzazioni  a bandire ed ad assumere al momento richieste dall' INAF e non ancora autorizzate
  4. la distribuzione in profili, livelli, e tempi delle suddette richieste
  5. fondi rimanenti del turn over degli anni precedenti al 2010
  6. i fondi del turn over 2010 impiegabili al 100% per assunzioni
  7. la pubblicazione di tutte le graduatorie attive alla data di oggi in tutti i profili e livelli con relativa scadenza e specificazione dei già assunti e da assumere
  8. di mettere a conoscenza del numero di contratti tenure track già attivi che dovranno essere obbligatoriamente valutati per debita trasformazione a tempo indeterminato (ce ne sono anche se sembrano essere ignorati dalla dirigenza)
  9. di mettere a conoscenza di tutto il personale e delle OO.SS del piano di fabbisogno incluso nel piano triennale
  10. di dare il computo anno per anno dei pensionamenti indifferibili e conseguente informazione del reale numero di  posti  disponibili per assunzioni a seguito delle limitazioni della finanziaria (20% turn over 2011, 50% 2012, 50%2013, 100% 2014).

Nella lettera viene anche chiesto che:

  1. vengano immediatamente rimossi i vincoli imposti dall'INAF sulla limitazione dei contratti a tempo determinato sui fondi esterni
  2. non si proceda ad inserire un massimo negli assegni di ricerca come circolato negli ultimi giorni
  3. si inizi a trattare con serietà il problema più grande degli ultimi anni ovvero il futuro dei giovani ricercatori e quindi dell'ente stesso.

Nel concludere la comunicazione, la FLC CGIL sollecita anche che contestualmente alla discussione sui nuovi regolamenti dell'ente vengano trattate le problematiche connesse al precariato ed al reclutamento.

Altre notizie da: