FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3959191
Home » Ricerca » ENEA: il resoconto dell’incontro del 6 novembre con la delegazione trattante

ENEA: il resoconto dell’incontro del 6 novembre con la delegazione trattante

Il comunicato della FLC CGIL sulla trattiva con la delegazione ENEA.

09/11/2020
Decrease text size Increase  text size

Una riunione che ha permesso di proseguire il confronto con ENEA al tavolo di trattativa su questi argomenti:

  • Si è sottoscritto un verbale congiunto per prendere atto di un errore presente nell’art. 13 del CCI 2016-2018 del 30 ottobre 2020 relativo alle indennità per gli addetti alla sorveglianza nucleare e alla radioprotezione. Si tratta di un errata-corrige che sostanzialmente riguarda i riferimenti normativi sull’argomento che sono stati recentemente modificate dal D.lgs 101/2020. Non cambia nulla nel merito dell’art. 13, anzi, la modifica è necessaria a salvaguardare il numero dei percettori delle indennità richiamate che, a seguito degli interventi normativi richiamati, riguardanti nuove definizioni per gli esperti qualificati sulla radioprotezione e sorveglianza, avrebbe subito una riduzione. Insomma, un aggiornamento necessario a favore dei lavoratori.
  • Sul Piano di Fabbisogno l’amministrazione ha comunicato di aver accolto la richiesta di parte sindacale di procedere all’incremento del numero dei posti da destinare all’applicazione dell’art. 22 c. 15 del D.lgs 75/2017, a disposizione dei sotto inquadrati. Il numero dei posti di III livello per ricercatori e/o tecnologi a disposizione di tali procedure è stato innalzato da 7 a 19 unità, anche alla luce dell’”emersione” delle segnalazioni avvenute in queste ore e che abbiamo sollecitato di situazioni di sottoinquadramento. Per questo invitiamo coloro che ritengono di avere maturato diritti in tal senso, a segnalarlo. Sempre su PTFP la FLC CGIL ha rappresentato come in generale il reclutamento presenti qualche debolezza dal lato degli CTER, ovvero del personale tecnico specializzato e altamente necessario alla gestione di impianti, laboratori o officine, fortemente connaturato con la storia e la missione dell’Enea. Una tendenza che si registra ormai da qualche anno e che andrebbe invertita, a partire da questo PFTP, per superare il limite intrinseco in cui ci si sta muovendo di un sostanziale reclutamento destinato alla sostituzione delle cessazioni di questo personale.
  • Sui tavoli tecnici (incentivazioni per funzioni tecniche, servizio trasporti, servizio mensa) è proseguito il confronto con l’amministrazione, senza che si sia giunti a nessuna conclusione. Abbiamo avuto modo di approfondire la tematica dei trasporti e gli effetti sulle funzioni tecniche incentivabili, a causa delle novità intervenute che limiterebbe ai soli appalti assegnati attraverso gara la possibilità di erogare le conseguenti indennità. Mentre per il servizio mensa sembrerebbe che alle condizioni attuali, potrà essere praticabile la riapertura della mensa solo per le sedi di Casaccia e Frascati. Condizioni soggette peraltro ad ulteriore peggioramento a seguito dell’entrata in vigore dell’ultimo dpcm del governo. Si è comunque in attesa dell’interpello all’ANAC sulla possibilità di elevare il costo del pasto a 7 €, in coerenza con l’incremento del buono pasto, ad appalti in corso. Questo per consentire il proseguo del contratto sospeso da marzo. La FLC CGIL ha invitato l’Enea per un sollecito all’ANAC, perché riteniamo che il servizio mensa è una conquista imprescindibile per il benessere lavorativo, oltre ad essere un importante bacino occupazionale che non può essere lasciato indietro, soprattutto in questo momento.  

Le parti sono riconvocate per il proseguimento delle trattative per il prossimo venerdì 13 novembre.

Roma, 6 novembre 2020

Altre notizie da: