FLC CGIL
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

http://www.flcgil.it/@3964362
Home » Ricerca » ENEA: la FLC CGIL chiede che si riapra il confronto a partire dalle procedure previste in applicazione dell'articolo 15

ENEA: la FLC CGIL chiede che si riapra il confronto a partire dalle procedure previste in applicazione dell'articolo 15

La richiesta di incontro urgente e le nostre motivazioni.

25/02/2022
Decrease text size Increase  text size

Al Presidente ENEA
Ing. Gilberto Dialuce

Oggetto: richiesta incontro urgente con le OO.SS. e motivazioni

La scrivente organizzazione chiede un incontro urgente sui seguenti punti:

  1. Art.15. Informazione sull’iter della procedura e reiterazione della richiesta di correttivi sulle evidenti distorsioni nei riferimenti contrattuali e di legittimità nei bandi, come da istanza formale della FLC CGIL del 23 dicembre 2021, penalizzanti oltre la metà del personale, di cui in maggioranza ricercatori ex-precari. Questo alla luce anche di una parziale correzione avvenuta di recente nel relativo bando, che appare incomprensibile e incoerente se non fosse però estesa anche a tutti i criteri della procedura. Considerato che le previste progressioni, per molti attese anche da 20 anni e non essendo avvenute come previsto a scadenza biennale, non potranno che tener conto essenzialmente sia dei titoli professionali oggettivi, sia dell’esperienza e del curriculum maturato in questo lungo arco di tempo, come da Carta dei ricercatori a garanzia dell’intera attività svolta, non è ammissibile che siano pretestuosamente annullate o distorte dalla burocrazia interna nella equità dei requisiti o dalla richiesta di reintrodurre di fatto una nuova selvaggia, in ENEA la famigerata “dinamica”, discrezionalità spacciata come ritrovata professionalità.

  2. Iter dell’art. 22. Superando palesi interpretazioni penalizzanti per i dipendenti.

  3. Garanzia sul rigoroso rispetto delle prerogative sindacali garantite dalla legislazione vigente, dalla normativa sulla rappresentanza, dal protocollo sulle relazioni sindacali, dalla distinzione tra organi di gestione da quelli indirizzo, dalla sentenza della Cassazione nel marzo 2018 che, ripristinando l’articolo contrattuale 15, ha anche ripristinato gli avanzamenti dei livelli I-III come progressioni nel proprio profilo distinguendoli, quindi, dalle procedute assunzionali di competenza dei regolamenti interni. Si intende riaffermare pertanto anche il complesso di norme che garantiscono l’esercizio costituzionale della rappresentanza sindacale, persino quantificata a livello di Comparto e nei singoli enti

  4. Informazione e documentazione sulla possibile presenza di berillio nel centro ENEA di Frascati

  5. Cronoprogramma per l’apertura del confronto sulla applicazione delle procedure previste nel 2022 per le progressioni, livelli IV-VIII, art. 53 e 54, che appunto in quanto progressioni nel proprio profilo, prevedono un ruolo di competenza diretta o indiretta delle OO.SS. formalmente certificate e delegate alla rappresentanza dei dipendenti

  6. Ripresa dell’informazione e del confronto sul piano di manutenzione nei centri di ricerca illustrato sommariamente alle OO.SS, e poi scomparso

Restando in attesa di un riscontro inviamo i migliori saluti

24 febbraio 2022

Altre notizie da: