FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3818991
Home » Ricerca » CRA: comunicato sull'incontro del 16 giugno

CRA: comunicato sull'incontro del 16 giugno

Giovedì 16 giugno,si è svolto, dopo una lunga pausa, un incontro tra le OOSS confederali (CGIL-CISL-UIL), il Presidente, il Direttore Generale e il Responsabile per le Relazioni Sindacali con il seguente O.d.G.

20/06/2005
Decrease text size Increase  text size

Giovedì 16 giugno, presso la nuova sede nazionale del CRA in Via Nazionale a Roma, si è svolto, dopo una lunga pausa, un incontro tra le OOSS confederali (CGIL-CISL-UIL), il Presidente, il Direttore Generale e il Responsabile per le Relazioni Sindacali con il seguente O.d.G.

1. programmazione incontri;

2. opportunità di sviluppo professionale Ric/Tec art. 64;

3. criteri di erogazione arretrati trattamento accessorio ultimi concorsi del precedente CCNL anno 2002;

4. criteri di erogazione arretrati trattamento accessorio applicazione art. 57 dal X a IX liv.;

5. criteri di erogazione arretrati trattamento accessorio applicazione art. 57bis;

6. criteri di erogazione arretrati trattamento accessorio applicazione art. 54 prioritari e non prioritari;

7. impiego delle risorse derivanti dai risparmi art. 54 (prioritari) per scorrimento graduatorie dei non prioritari;

8. risparmi art. 54 anno 2001 criteri di erogazione;

9. risparmi art. 53 anni 2001-2004 criteri di erogazione;

10. visite revisori e consulenti in sedi CRA;

11. Laboratorio Centrale di Idrobiologia;

12. orario di lavoro personale in servizio presso la sede centrale;

13. Fondo trattamento accessorio anno 2005;

14. Incarichi ed attività extra-istituzionali art. 2 co. 1 lett. i) del Regolamento di Organizzazione e funzionamento del CRA;

15. Azienda di Arcimusa;

16. Disciplina assunzioni a termine;

17. Richiesta deroga al blocco delle assunzioni;

18. Varie ed eventuali.

Prima di entrare nel merito degli argomenti affrontati una considerazione su tutte è necessaria. Fin dal 1 ottobre 2004 tutte le OOSS rappresentative del Comparto Ricerca e presenti nel CRA, hanno più volte sottolineato la necessità di programmare una serie di incontri ad intervalli brevi per affrontare tutte le complesse problematiche che caratterizzano l’avvio del nuovo ente. Così non è stato!

Dopo oltre 8 mesi la definizione di un OdG articolato su 18 punti rappresenta una evidente conferma del ritardo accumulato su moltissime questioni e della totale sottovalutazione di molte altre. Questa scelta di gestire le relazioni sindacali ha contribuito, ovviamente non da sola, a determinare in tutte le strutture e a tutti i livelli un profondo senso di disagio ed incertezza per il futuro delle attività scientifiche e del personale e in molte occasioni ha reso più complesso ciò che poteva essere semplice come nel caso della riorganizzazione del Laboratorio Centrale di Idrobiologia. Lo avevamo detto: il rapporto con le OOSS è fondamentale ed irrinunciabile per chi intende percorre la strada di una efficace ristrutturazione di questa rete scientifica. Per ribadire questo ruolo e rilanciare con forza su tutti i temi ancora aperti, nei prossimi giorni FLC-CGIL e UILPA UR (presumibilmente per giovedì 30 giugno ore 10.00) proclameranno un’assemblea generale nazionale fuori sede dei lavoratori e lavoratrici del CRA, con presidio davanti la nuova sede dell’ENTE di Via Nazionale 80 Roma, per manifestare il disagio di tutti i lavoratori del CRA e soprattutto di cercare di sottoporre alla pubblica opinione la centralità del ruolo del CRA sui temi della sicurezza alimentare e dello sviluppo economico nazionale. Una scelta che ovviamente non preclude la partecipazione al tavolo delle trattative, ma che deve servire da stimolo per risvegliare un processo ancora troppo lento.

Nel merito dell’incontro si comunica quanto segue;

Su richiesta delle OOSS (fuori dell’OdG), l’Amministrazione, a decorrere presumibilmente dal prossimo mese di luglio, provvederà ad applicare, in attesa dell’inquadramento definitivo a seguito dell’approvazione delle tabelle di equiparazione, il CCNL nella parte normativa negli articoli 5,6,7,8,9,10,11,12,13,14,15,1617,18,19,49,50,51, (orario di lavoro, buoni pasto, ferie, permessi ecc. ecc.) del comparto Ricerca al personale di cui all’articolo 9 comma 5 del DL 454/99 (assunti a tempo indeterminato). L’orario di lavoro eccedente le 36 ore settimanali, fino ad oggi maturato, potrà essere remunerato successivamente come straordinario o eventualmente gestito secondo quanto previsto dall’art. 49 con l’istituto dei riposi compensativi.

programmazione incontri. Prima della pausa estiva sono stati programmati i seguenti incontri: 22 giugno, 7 e 28 luglio. In particolare la sessione del 22 giugno sarà dedicata esclusivamente all’esame della Relazione degli esperti per la riorganizzazione della rete;

opportunità di sviluppo professionale Ric/Tec art. 64. Le risorse disponibili per l’applicazione dell’art. 64, già individuate precedentemente in sede Mipaf, consentono di bandire 23 posti da Dirigente di Ricerca (I° liv.), 15 posti da I° Ricercatore (II° liv.) e 9 posti da I° Tecnologo (II° liv.). Relativamente alla quantificazione del numero di posti si ricorda che, il ritardo con cui solo oggi si arriva alla applicazione del’articolo 64, è dovuto in parte al fatto che la trattativa delle OOSS confederali in sede Mipaf ha consentito di passare dalla iniziale proposta di 30 posti complessivi ai 47 attuali con un significativo incremento grazie al quale le posizioni di sofferenza possono trovare oggi una possibile soluzione. Le consistenze nei diversi profili e il possesso dei requisiti sono state definite al 31-12-2001, vale a dire prima della applicazione dell’articolo 65 relativo alla mobilità orizzontale tra i profili di ricercatore e tecnologo. I passaggi saranno distribuiti sulla base delle consistenze individuate nelle diverse aree (12 anni di anomala permanenza) e dell’afferenza espressa da ricercatori e tecnologi in occasione della recente tornata elettorale per il Consiglio dei Dipartimenti (tabella). Considerando il consistente scarto temporale che intercorre tra la decorrenza giuridica e quindi il possesso dei requisiti per la partecipazione ai concorsi (31-12-2005) e la scelta dell’area di afferenza (primavera 2005) su proposta della delegazione FLC-CGIL i ricercatori e i tecnologi interessati, nella presentazione della domanda di partecipazione non sono vincolati a scegliere l’Area disciplinare di afferenza.

Chi può partecipare?

Possono partecipare tutti i ricercatori ed i tecnologi in servizio a tempo indeterminato che, al 31/12/2001 erano in possesso dei requisiti stabiliti dall’ordinamento professionale degli Enti di ricerca (allegato 1 del DPR 171/1991).

Tabella 1. Posti disponibili per area disciplinare e profilo

Per quanto riguarda i criteri di cui ai punti: 3,4,5 e 6 i fondi saranno distribuiti, a decorrere dalla data di inquadramento, con erogazioni individuali ad personam calcolando il differenziale dell’Indennità di Ente media degli ultimi due anni tra il livello di provenienza e quello acquisito attraverso la procedura selettiva o il passaggio automatico per effetto contrattuale.

Impiego delle risorse derivanti dai risparmi art. 54 (prioritari) per scorrimento graduatorie dei non prioritari. I risparmi maturati consentono a decorrere del 16 giugno lo scorrimento delle graduatorie di cui all’art. 54 (non prioritari) di complessive 9 unità così distribuite: 1 CTER IV° livello, 1 CTER V°, 1 Coll. Amm VI°, 1 Op. Tec. VI°, 1 Op. Tec. VII°, 3 Op. Amm. VIII° e 1 Aus. Tec. VIII°. La distribuzione è proporzionale al costo di ogni passaggio e alla quota di posti a concorso.

A causa del protrarsi del confronto l’esame dei successivi punti all’ O.d.G. (a seguire da 8) è stato rinviato al prossimo incontro programmato per il 7 luglio.

Nel corso del prossimo incontro su richiesta della delegazione FLC-CGIL l’Amministrazione ha finalmente manifestato la sua disponibilità ha fornire gli elenchi in suo possesso relativamente al personale operaio a tempo determinato di cui all’articolo 9 comma 8 del DL 45499 (i cosiddetti 151-isti). In questo modo potremo finalmente con cognizione di causa verificare l’efficacia della ricognizione svolta dal CRA dopo le numerose richieste presentate agli Istituti negli ultimi anni.

Infine si comunica che dal mese di giugno tutte le Direzioni Provinciali del Tesoro dovrebbero provvedere direttamente alla erogazione del I° acconto 2005 del trattamento accessorio per il personale (IX°-IV°). Nel caso ciò non si verificasse si chiede di darne immediata comunicazione alle OOSS.

p. il Coordinamento Nazionale CRA
Massimo Morassut

Roma, 20 Giugno 2005

Altre notizie da: