FLC CGIL
Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3829135
Home » Ricerca » Contratto Integrativo CRA: incontro tra l’Ente e le Organizzazioni sindacali

Contratto Integrativo CRA: incontro tra l’Ente e le Organizzazioni sindacali

Il 7 dicembre, in sede di CCNI di ente si è svolto un incontro tra la delegazione di parte pubblica e le OO.SS.

12/12/2006
Decrease text size Increase  text size

Nell’incontro si sono presi in esame i seguenti punti all’OdG:

1- tabella di equiparazione ex art. 9 commi 5 e 6 D.to L.vo 454/1999.

In apertura dell’incontro la delegazione di parte pubblica ha consegnato formalmente alle OOSS copia della nota, del Dipartimento delle Politiche di Sviluppo del Mipaf (22/11/2006 prot. 73775, con cui si trasmette al CRA il parere espresso dal Dipartimento Funzione Pubblica in relazione al parere richiesto a giugno 2006 dal CdA circa la legittimità, del tavolo di contrattazione integrativa, a predisporre, ai sensi dell’art. 6 del CCNL le tabelle di equiparazione in oggetto.

Pur nella soddisfazione di constatare, ancora una volta, la correttezza delle posizioni espresse da questa Organizzazione sindacale, che da sempre ha sostenuto la piena legittimità della contrattazione integrativa in materia di tabelle di equiparazione, vi è da evidenziare che questo parere giunge dopo 6 mesi di colpevole immobilismo del Mipaf che ha dimostrato ancora una volta di operare contro gli interessi di tutto il personale CRA.

Nel merito l’amministrazione ha proposto una tabella di equiparazione simile al primo documento presentato dal MIpaf all’inizio del 2005, che non è stata nemmeno esaminata dalle OOSS le quali, anche se con accenti diversi, hanno puntato prima di tutto a definire un percorso certo e soprattutto breve per giungere ad una rapida soluzione.
Dopo un’ampia discussione le parti hanno concordato di fissare un incontro per il prossimo 16 gennaio 2007 in occasione del quale CGIL CISL e UIL si sono impegnate a produrre singolarmente, e ci auguriamo noi, unitariamente, una specifica proposta di inquadramento per il personale dei commi 5 e 6, finalizzata comunque al raggiungimento di una pre-intesa analogamente con quanto avvenuto in altri enti.

La delegazione FLC Cgil, per parte sua, ha sottolineato che il percorso di inquadramento di cui all’articolo 9 del 454/99 rappresenta per l’ente un occasione straordinaria e complessa al tempo stesso che non può prescindere dal considerare tutte le professionalità fino ad oggi espresse sia tra il personale dei commi 5 e 6, sia tra il personale ex-IRSA già nel comparto ricerca. Sulla base di questi principi, condivisi anche dalle altre OO.SS., la FLC sarà impegnata nei prossimi giorni ad elaborare una specifica e dettagliata proposta.

2-inquadramento direttori di Istituto e direttori di sezione degli istituti e delle strutture confluite nel C.R.A. ex art. 9 comma 4 D.to L.vo 454/1999.

Sull’argomento la delegazione FLC ha effettuato alcune verifiche, sulla scorta di 2 ipotesi di inquadramento formulate dall’amministrazione con diversa anzianità basate su seguenti passaggi:

  1. riconoscimento dell’anzianità di servizio maturata dalla nomina ad ordinario al 1° ottobre 2004;

  2. inserimento in una delle sette fasce stipendiali dei Dirigenti di ricerca;

  3. comparazione del maturato economico fino alla data del 30 settembre 2004 con gli importi corrispondenti alla fascia stipendiale di primo inquadramento;

  4. conservazione dell’eventuale eccedenza economica a titolo di assegno pensionabile “ad personam” riassorbibile con il futuro passaggio di fascia;

  5. conservazione dell’assegno aggiuntivo previsto dal D.P.R. 382/80 quale assegno ad personam non riassorbibile dopo averne scorporato l’indennità di valorizzazione professionale spettante ai dirigenti di ricerca.

La materia sarà definita nel successivo incontro del 16 gennaio 2007.

3-trattamento accessorio anno 2006 personale appartenente ai livelli dal IX al IV.

4-trattamento accessorio anno 2006 ricercatori e tecnologi.

Le parti hanno proceduto alla verifica complessiva di entrambi i Fondi che in via provvisoria ammontano per l’anno 2006 rispettivamente a:

  • 4.644.937.63 € per livelli dal IX al IV;

  • 212.068,19 € per i livelli dal I° al III°.

L’entità definitiva di entrambi i fondi sarà determinata a chiusura del Bilancio 2005 con la determinazione certa degli incrementi di cui all’art. 43 della legge 449/1997.
Le OO.SS. hanno chiesto che vengano comunicati il numero dei fruitori e i criteri per l'attribuzione dell'art. 9 del CCNL 5 marzo 1998.
Il saldo definitivo sarà corrisposto con l’accredito al mese di Gennaio 2007.

Infine, si segnala che con nota 68.25/3.3 del 4/12/2006 il CRA ha comunicato alle direzioni delle strutture l’avvio delle procedure di cui all’articolo 42 del CCNL del 7/1096 per i CTER IV° livello che alla data di indizione del bando abbiano maturato 5 anni nel profilo. I trenta giorni per la presentazione delle domanda decorrono dalla data di affissione all’Albo delle singole strutture (Sedi centrali e Sezioni periferiche).
Le posizioni ad oggi disponibili sono 12.

Roma, 12 dicembre 206

Altre notizie da: